Ricerca avanzata

Maxima culpa

Maxima culpa - Nundini Marco - wuz.it

di

In una Verona letargica per il caldo estivo, Loreta Assensi, giovane ispettore di polizia, indaga su alcuni strani episodi accaduti tra le boscose colline che sovrastano la città scaligera: ragazzate e nulla più secondo i suoi superiori. Nessuno sospetta quanto la sensuale investigatrice sta per scoprire. Un brutale omicidio macchia di sangue i sentieri che corrono tra le ville della Verona bene, un'ombra maligna che serpeggia tra i pini ed i cipressi delle Torricelle. Lassù, dove lo sguardo abbraccia un panorama fatto di campanili, croci e santità, la fede di un'intera comunità parrocchiale vacilla alle lusinghe del peccato e nasconde verità inconfessabili tra le pieghe della devozione. Un'indagine senza respiro che, tra piste internazionali e mitologiche visioni di un oriente biblico, racconta l'eterna lotta tra il bene ed il male.

Dettagli sul libro
3 recensioni
Nella libreria di 3 lettori

Il voto della community

9,3
  • Trama 9,7
  • Personaggi 9,3
  • Stile 9,0
  • Incipit 8,7
  • Finale 9,3
  • Copertina 10,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti (2)

  • lorena68 14 nov 2013 18:00 Segnala abuso

    Si sente tutta la tensione di un giallo come si deve. Bel lungometraggio con sfondo una Verona che pascola bene e razzola male.

    Si sente tutta la tensione di un giallo come si deve. Bel lungometraggio con sfondo una Verona che pascola bene e razzola male.

    « chiudi

  • Nathalie 14 nov 2013 12:57 Segnala abuso

    Un balzo da gigante rispetto alla prima indagine dell'ispettore Assensi (Vite Corsive). Una gradevole ed avvincente crime story all'italiana.

    Un balzo da gigante rispetto alla prima indagine dell'ispettore Assensi (Vite Corsive). Una gradevole ed avvincente crime story all'italiana.

    « chiudi

  • mafy il 15 nov 2013 11:31 Segnala abuso

    Decisamente meno labirintico del precedente romanzo che l'autore dedica alla giovane ispettrice dell'anticrimine veronese, questo Maxima Culpa sale di tensione di pagina in pagina, quasi a voler...

    leggi tutto »

    Decisamente meno labirintico del precedente romanzo che l'autore dedica alla giovane ispettrice dell'anticrimine veronese, questo Maxima Culpa sale di tensione di pagina in pagina, quasi a voler creare un parallelismo con la risalita delle Torricelle, la boscosa collina che sovrasta Verona, location scelta per le indagini su una serie di omicidi dal sapore quasi mistico. Un eccellente tentativo per confondere le acque e dare suspence alla trama. Da leggere.

    « chiudi

     
  • lorena68 il 14 nov 2013 17:59 Segnala abuso

    Si sente tutta la tensione di un giallo come si deve. Scivola veloce e non senza inaspettati colpi di scena in un costructo che vira al noir con sfumature esoteriche ed orizzonti orientali. Bella...

    leggi tutto »

    Si sente tutta la tensione di un giallo come si deve. Scivola veloce e non senza inaspettati colpi di scena in un costructo che vira al noir con sfumature esoteriche ed orizzonti orientali. Bella la sequenza dei fatti, ben costruiti e caratterizzati i personaggi. Nonostante le citazioni bibliche il romanzo non cade negli schemi classici del poliziesco da setta. Buon lavoro. Bel lungometraggio con sfondo una Verona che pascola bene e razzola male.

    « chiudi

     
  • Nathalie il 14 nov 2013 12:56 Segnala abuso

    Un balzo da gigante rispetto alla prima indagine dell'ispettore Assensi (Vite Corsive). L'autore ci mette alla prova, come nel suo stile, con una intricata matassa in giallo e nero che, a tratti,...

    leggi tutto »

    Un balzo da gigante rispetto alla prima indagine dell'ispettore Assensi (Vite Corsive). L'autore ci mette alla prova, come nel suo stile, con una intricata matassa in giallo e nero che, a tratti, assume sfumature bibliche. Un libro, nel suo complesso, decisamente avvincente con un'indagine che aumenta il ritmo costantemente e che sa tenere, non senza colpi di scena ed imprevisti, con il fiato sospeso. L'insieme dei personaggi è ben composto, piacevolmente raccontato, ad animare uno scenario nel quale la benpensante e raffinata società veronese mette a nudo i propri limiti immergendosi in una sorta di puritana ritrosia ai fatti del "mondo di fuori". C'è persino, non potrebbe essere diversamente dato il passato di reporter dell'autore, la possibilità di spaziare oltre l'orizzonte nostrano, con una pista internazionale che ci trasporta oltre i confini nazionali, oltre lo spazio ed il tempo i cui viviamo. Tutto sommato una gradevole crime story all'italiana.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(3)

Tutti i lettori

Biografia

Nundini Marco
Nundini Marco

Reggiano di nascita e veronese d’adozione, ha firmato per le maggiori riviste italiane di... leggi tutto