Ricerca avanzata

Absurdistan

Absurdistan - Shteyngart Gary - wuz.it

di

Ecco a voi Misha Vainberg, il figlio dell'uomo che occupa la milleduecentotrentottesima posizione nella classifica dei più ricchi della Russia: le sue passioni sono il cibo e l'alcol, la musica rap e tutto ciò che ha a che fare con New York, la città che ha dovuto lasciare per ragioni legate al comportamento violento di suo padre. Misha è un uomo troppo grasso, che dall'America - dopo essere transitato nel paese natale del padre -approda in una nazione troppo piccola, l'Absurdistan; il suo è un assai strano esilio, lontano dalla sua patria adottiva, con sempre meno speranze di riuscire a tornarci. Proprio mentre sta cercando di procurarsi un passaporto di nazionalità belga per fuggire da lì, nella piccola nazione dell'Absurdistan scoppia anche una guerra civile e Misha si trova catapultato in un mondo grottesco, in cui gli tocca diventare Ministro degli affari interculturali, alle prese con il petrolio, con l'amore, con un mondo in cui sembra impossibile aspirare a una vita normale...

Dettagli sul libro
1 recensione
Nella libreria di 3 lettori

Il voto della community

9,3
  • Trama 9,0
  • Personaggi 10,0
  • Stile 10,0
  • Incipit 9,0
  • Finale 9,0
  • Copertina 9,0

BOOKeca

mostra altri

Commenti

Non sono presenti commenti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
  • Cirodeniro il 04 gen 2014 16:07 Segnala abuso

    ABSURDISTAN “Questo è un libro sull’amore. Le prossime 357 pagine sono dedicate allo stucchevole sentimento russo – spacciato per affetto vero – che io provo per l’Amato Babbo, per la città di New...

    leggi tutto »

    ABSURDISTAN “Questo è un libro sull’amore. Le prossime 357 pagine sono dedicate allo stucchevole sentimento russo – spacciato per affetto vero – che io provo per l’Amato Babbo, per la città di New York, per la mia dolce e squattrinata ragazza del South Bronx, nonché per l’INS, il Servizio di Naturalizzazione e Immigrazione degli Stati Unti d’America. È anche un libro sul troppo amore. E sull’inganno. Sappiatelo subito: sono stato ingannato. Mi hanno usato. Hanno abusato di me. Mi hanno preso in trappola. Hanno capito subito di aver trovato il loro uomo. Sempre che «uomo» sia la parola giusta. Può darsi che la mia predisposizione a farmi ingannare sia genetica. Sto pensando alla nonna, l’ardente stalinista e fedele collaboratrice della «Pravda» di Leningrado (…) Ho una foto della nonna che tiene in braccio me neonato. Le sbavo addosso. Lei sbava addosso a me. L’anno è il 1972 e abbiamo entrambi un’aria assolutamente ebete. Bè, guardami ora, nonna. Guarda i denti che mi mancano e la pancia strabordante; guarda come hanno ridotto il mio cuore, quel chiletto di grasso ammaccato proprio sotto lo sterno.” Così si presenta Misha, figlio del 1238esimo uomo più ricco di Russia. Poi inizia la picaresca storia del suo avventuroso viaggio di ritorno a New York attraverso l’Absurdistan, per raggiungere l’amata, ingombrante e problematica Rouenna: “Avevamo passato cinque anni ad amarci a New York e ancora non avevo idea di come reagire ai ghiribizzi di una mente che nella mia immaginazione assomigliava a uno stupendo girasole maturo abbattuto da un temporale estivo”. Shteyngart è uno scrittore brillante, ironico, intelligente, con un gusto spiccato per l’esagerazione e il grottesco che a tutti non piace. Ho apprezzato di più il Manuale del debuttante russo, suo primo romanzo, ma anche questo è notevole.

    « chiudi

     
Sei capace di riscrivere questo libro in 451 caratteri? Prova! Non sono presenti nanoscritti per quest'opera. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti


Lettori che hanno questo libro(3)

Tutti i lettori

Biografia

Shteyngart Gary
Shteyngart Gary

Shteyngart passa i primi sette anni della sua infanzia a San Pietroburgo. La sua famiglia, stando... leggi tutto

Cercavi un'altra edizione?

Tutte le altre edizioni