Ricerca avanzata

Gruppo di lettura condivisa (8 partecipanti)

 

351.png

Leggere insieme

Un gruppo dedicato al piacere di leggere insieme.Il funzionamento è analogo a quello di altri gruppi di lettura, si sceglie tramite una votazione il libro che tutti i lettori potranno leggere e commentare sul gruppo. Lo scopo principale è quello di avere molti spunti di riflessioni diversi e di ampliare le proprie letture spaziando dalla prosa al teatro e alla poesia; dai contemporanei agli intramontabili classici; dal romanzo alla saggistica!

Categoria: Letteratura -> Romanzi e racconti Gruppo pubblico.
Moderatore
Clody

Commenti

Effettua il Login per scrivere un messaggio sulla Bacheca

  • ac57 155 giorni fa ha scritto

    Carissima Clody purtroppo ho avuto dei problemi personali che non mi hanno permesso di portare a termine la lettura in corso e non so quando potrò tornare a leggere normalmente, ti prego di scusarmi ma è davvero un brutto momento.

  • ac57 194 giorni fa ha scritto

    Certamente Clody

  • Clody 194 giorni fa ha scritto

    Dopo la pausa di Natale direi che possiamo riprendere un po' le redini del gruppo. Io sto proseguendo con le tre sorelle che trovo decisamente al livello con le due opere precedenti,spero che anche tu Ac sia pronta a continuare. Benvenuti ai nuovi iscritti che spero vogliano unirsi alla nostra lettura di gruppo e portare nuovi spunti.

  • ac57 217 giorni fa ha scritto

    Benissimo Clody, allora proseguiamo.

  • Clody 218 giorni fa ha scritto

    Ciao Ac ho avuto anch'io qualche problema di tempo in questo periodo, sono ancora all'inizio di tre sorelle, quindi se vuoi possiamo sempre proseguire insieme!

  • mancuu 219 giorni fa ha scritto

    Salve a tutti, se siete interessate/i a qualche libro in particolare, scrivetemelo pure perché posso procurarvelo in formato ebook/pdf/epub, avendo crediti da spendere in alcuni store online. A prezzi ovviamente bassissimi!

  • ac57 222 giorni fa ha scritto

    Clody ho avuto un problema che non mi ha permesso di leggere Tre sorelle, tu a che punto sei,eventualmente posso saltarlo, tanto sarebbe una rilettura e passare direttamente a Il giardino dei ciliegi, fammi sapere.

  • ac57 236 giorni fa ha scritto

    Devo iniziarlo Clody,ti farò sapere.

  • Clody 236 giorni fa ha scritto

    Iniziato il primo atto, noto un'atmosfera leggermente differente rispetto alle prime due opere, mi piacciono le parti descrittive di Irina che indugia un po' nel passato; tu cosa ne pensi Ac?

  • ac57 238 giorni fa ha scritto

    Con piacere, Clody.

  • Clody 239 giorni fa ha scritto

    Verissimo Ac, leggevo anche nella prefazione alle quattro opere, del suo rapporto conflittuale con il teatro che dipendeva anche dal giudizio del pubblico e dai numerosi fallimenti alla prima messa in scena. Molto sottovalutato dai suoi contemporanei che invece celebravano Turgenev che compare anche ne "Il gabbiano" con un riferimento diretto. Anch'io trovo che questo teatro sia stupendo, ho tratto qualcosa da ogni personaggio. Allora direi di passare senza indugio all'opera successiva ,"Le tre sorelle".

  • ac57 239 giorni fa ha scritto

    Ciao Clody anch'io come te lo trovo modernissimo,diciamo che i temi trattati da Cechov sono universali e anche se non gli venne riconosciuta dai suoi contemporanei oggi ne riscopriamo la grandezza,concordo con il tuo commento una lettura stupenda.

  • Clody 239 giorni fa ha scritto

    Ciao Ac appena terminato anch'io, mi ha molto colpito il personaggio di Sonja. In genere mi pare che ci sia un legame significativo con il gabbiano. In particolare nell'atteggiamento verso la vita, anche se alla fine si nota una certa fiducia e quasi un barlume di speranza nelle parole di Sonja. In entrambe le opere mi ha molto colpito la tematica dell'amore che di fatto non ha mai uno sviluppo positivo. In generale l'ho trovata attualissima sia dal punto di vista concettuale e filosofico che dal punto di vista delle tematiche trattate, come quella della distruzione dell'ambiente, che simboleggia anche un istinto distruttore anche verso se stessi e verso la vita. In effetti anche nel gabbiano, la sorte dell'animale era paragonata a quella di Nina, quindi emerge lo stesso impulso di distruggere. Tu cosa ne pensi Ac? Io sono sempre più curiosa di procedere con le ultime due opere. Davvero una lettura stupenda.

  • ac57 241 giorni fa ha scritto

    Clody ho terminato Zio Vanja,che mi è piaciuto molto, tu a che punto sei?

  • ac57 250 giorni fa ha scritto

    Ciao Clody, anch'io non ne ho letto molto ma mi sento di condividere il tuo giudizio, i personaggi del dramma sono quello che oggi chiameremmo perdenti, insoddisfatti della propria vita e pieni di rimpianti per un passato che non si è rivelato degno delle loro aspettative, e con un presente frustrante che non lascia spazio alla speranza.

  • Clody 250 giorni fa ha scritto

    Ciao Ac allora come procede Zio Vanja? io mi prendo sempre il tempo per imparare bene i nomi. Ho letto ancora poco per dare un giudizio esaustivo però ho notato nell'inizio un qualcosa che richiama un po' il gabbiano, non so se è suggestione o se si tratta davvero di un fil rouge che collega le quattro opere. Forse è proprio l'atteggiamento di sconforto verso la vita, l'indifferenza e paradossalmente il lutto che si porta per la vita, come Masa nel gabbiano.

  • Clody 255 giorni fa ha scritto

    Buona lettura anche a te Ac! A prestissimo con le prime impressioni!

  • ac57 256 giorni fa ha scritto

    Ciao Clody, condivido quello che scrivi nel tuo commento,per le letture future va bene anche per me. Buona lettura con Zio Vanja.

  • Clody 256 giorni fa ha scritto

    Direi a questo punto di seguire l'ordine cronologico e di procedere con Zio Vanja, quindi le tre sorelle e infine il Giardino dei ciliegi. Cosa ne pensi?

  • Clody 256 giorni fa ha scritto

    Ciao Ac terminato anch'io, hai sollevato delle questioni interessanti. Conosco poco Cechov per azzardare dei parallelismi però tra tutti i personaggi sembra che Trigorin sia quello che meglio esprime cosa significa essere artista e ho notato che non ha gli stessi isterismi che invece affliggono Nina e Kostantin. Questi ultimi mi sembrano una rappresentazione dell'estremizzazione dell' idea che si può avere in merito all'artista. Un' idea legata al concetto di follia che però rimane fine a se stessa come dici anche tu. Come ho scritto precedentemente è un'opera che parla di arte e di artisti e mi pare che ne volta differenti sfumature, apprezzo l'idea che i personaggi siano già sconfitti in partenza, indifferenti, ognuno propone la sua vuota idea e non c' è mai di fatto un vero dialogo.

1 2 3 4 5  ... 
Già iscritto?
Iscriviti

Amici in questo gruppo (0)

Invita altri amici

Partecipanti al gruppo (8)

Vedi tutti i membri