Ricerca avanzata

Polpettoni (40 partecipanti)

 

254.jpg

Grossi libri per grandi lettori

Meno di cinquecento pagine... non lo prendiamo neppure in considerazione. I libri, noi, prima di leggerli li pesiamo. I grandi libri in cui ci si immerge per settimane e mesi e che diventano un mondo intorno a noi. Prima di accingersi meglio avere un parere da chi ci è già passato.

Categoria: Letteratura -> Classici Gruppo pubblico.
Moderatore
marco63

Commenti

Effettua il Login per scrivere un messaggio sulla Bacheca

  • lucalucamelon 734 giorni fa ha scritto

    Ciao lettori no 1100 pagine per un libro deve piacere, per esempio Stephen King e i suoi mattoncini me li scolo come il latte a colazione dalla tazza. Un libro che mi va di consigliare di un autore emergente che farà sicuramente parlare di sé si chiama Cabala City. Il primo volume di una trilogia. E' formidabile. L'autore ha creato un intreccio rivoluzionario e apocalittico, un capolavoro, in poche parole credo sia un pò come fosse Harry Potter ma per gli adulti.

  • 91penni 824 giorni fa ha scritto

    Ciao a tutti! Una sorta di polpettone che ho letto recentemente: Orley Farm, di Trollope. sono più di 1100 pagine (ma va precisato che è un'edizione Sellerio, perciò pagine piccoline). In questo caso per me è stato un polpettone in senso positivo! Un romanzo vittoriano incentrato su una vicenda, il processo per spergiuro a Lady Mason, con tante vicende collaterali, uno stile arguto e dei personaggi che ho lasciato con un po' di malinconia!

  • Maristella 839 giorni fa ha scritto

    Grazie del benvenuto Marco! spero di avere presto nuovi polpettoni da sottoporre al gruppo allora... a presto!

  • marco63 841 giorni fa ha scritto

    Giusto per precisare, aggingo al gruppo "I fratelli Askhenazi" di Israel Singer, fratello del più famoso e nobelpremiato Isaac. Gran romanzo ottocentesco (anche se scritto nel novecento), in un certo senso un "Buddenbrook" alla rovescia: il mondo askenazita prima di venire spazzato via dal nazismo, tanti personaggi interessanti, un garbo e un'ironia nella narrazione quasi manzoniani. Unico neo, forse (ma non sono ancora arrivato alla fine): in Manzoni c'è un ottimismo di fondo nei confronti dell'uomo, i personaggi di Singer franano verso l'autodistruzione morale.

  • marco63 841 giorni fa ha scritto

    Maristella benvenuta! Polpettone è un romanzo voluminoso che può diventare un mondo nel quale rimaniamo con soddisfazione per mesi senza nessuna voglia di fuggirne. A volte (e capita, capita...) il polpettone può risultare indigesto ed è inutile prolungare la sofferenza e il tedio. Qui si cerca di fare tesoro delle proprie esperienze a beneficio degli altri lettori avventurosi.

  • Maristella 869 giorni fa ha scritto

    Ciao! sono nuova del gruppo e vi faccio una domanda... ma polpettoni qui si intende solo in senso negativo, o anche in senso buono? :)) Come polpettone in senso buono io proporrei innanzitutto un classico: i Buddenbrooks di Thomas Mann. Non solo l'ho letto anni fa, ma l'ho riletto quest'anno scoprendo cose che alla prima lettura non avevo colto. Decisamente vale il viaggio! In senso negativo invece direi Marias, Gli innamoramenti. Lo so, forse non arriva a 500 pagine, ma è come se fossero quindicimila... Anzi, la realtà è che io non lo saprò mai, perché mi sono trascinata a stento durante le prime cento, cento cinquanta pagine, lottando contro una traduzione indisponente (che ogni due o tre righe ti fa riflettere sugli abusi di google translate e sulle forme di precariato nel mondo dell'editoria italiana) per poi decidere di mollare l'impresa! Sono stata troppo cattiva? Scusatemi, spero di no, ma comunque sono stata sincera :))!

  • marco63 984 giorni fa ha scritto

    Ahimè, "L'arcobaleno della gravità" si è rivelato un polpettone indigesto 'na cifra. Interrotta la lettura dopo 46 giorni alla fine della seconda parte. Se avete voglia, vedetevi la recensione.

  • marco63 1031 giorni fa ha scritto

    Aggiungo alla libreria del gruppo "L'arcobaleno della gravità" di Pynchon. Cominciato tre giorni fa. Postmodernismo a gogo.

  • marco63 1039 giorni fa ha scritto

    clody, siamo tutti con te

  • Clody 1041 giorni fa ha scritto

    Dopo un po' di pausa riprendo con la Recherche sperando di riuscire a terminarlo entro l'anno!

  • api 1085 giorni fa ha scritto

    Ciao a tutti,finita l'estate passata a leggere "Il cavallo rosso" ho iniziato "I vicerè di De Roberto "solo 500 pagine " è un libro che mi ripromettevo da anni di leggere e finalmente ho trovato il momento .non conoscevo questo autore se non per ricordi scolastici(lontani!)ma mi è subito piaciuto per l'atmosfera verista ,lo stile e la vicenda,

  • api 1110 giorni fa ha scritto

    Aggiungo per Marco63, di Solzenicyn"Vivere senza menzogna" con la "lettera ai dirigenti dell'unione sovietica"scritti alla vigilia della sua espulsione dall'URSS nel febbraio del 1974 Questi due testi sono la sintesi del pensiero dell'autore sulla Russia e sulla civiltà contemporanea. Naturalmente procurarsi questi testi è complicato,(grazie a mio figlio,l'ho recuparato su una bancarella!!!!!!!)

  • api 1110 giorni fa ha scritto

    Per Marco 63 ho letto padiglione cancro, molto tempo fa e lo ricordo con infinita tristezza anche sela scrittura densa lo rende scorrevole

  • totoro 1111 giorni fa ha scritto

    Buongiorno a tutti! Quest'estate ho letto un libro che ofrse non è propriamente un "polpettone" avendo "solo" 690 pagine, ma sicuramente è un gran bel libro: Aminatta Forna Il ricordo dell'amore" edito da Cavallo di ferro. Ti apre lo sguardo sull'Africa, tanto citata e poco conosciuta http://www.wuz.it/libro/ricordo-dell-amore/Forna-Aminatta/9788879071420.html

  • marco63 1121 giorni fa ha scritto

    Api, l'Arcipelago l'ho letto anch'io e concordo con il tuo giudizio; "Il primo cerchio" lo sto finendo ora (grazie ad una buon'anima che lo ha messo su internet come ebook, perché altrimenti è introvabile) e, nonostante qualche pausa, è splendido. Ti consiglio di completare il quadro con Padiglione cancro, un'altra girandola di personaggi e di storie che si intrecciano in una stanza di ospedale.

  • api 1124 giorni fa ha scritto

    Ho letto i primi due tomi di "Arcipelago Gulag" che impresa!!!! molto ,ma molto pesante,però bello! Ma ancora più bello è "Il Primo cerchio" sempre di Solzenitsyn: la vita dei detenuti-scienziati sotto Stalin.Solo 800 pagine ,ma piene di fascino

  • sara2 1125 giorni fa ha scritto

    Che ne dite di "Villa Metaphora" di De Carlo?solo Circa 900 pagine...

  • LoopMannaro 1147 giorni fa ha scritto

    Grazie, Marco63! vado a sentire il podcast di Radio3 immediatamente!!! Ti consiglio comunque la lettura, se trovi il tempo: è un libro fondamentale. Ciao!

  • marco63 1147 giorni fa ha scritto

    LoopMannaro, "I racconti di Kolyma" non li ho letti, ma ne ho ascoltato una parte nella lettura di Piero Baldini su "Il terzo anello" di radio3, che era un incanto (si trovano su internet i file mp3, se non ci si vuole impegnare subito sulle milletrecento pagine è un bellissimo assaggio)

  • Momo 1147 giorni fa ha scritto

    Marco63, non mi aspetto un qualcosa di simile, tranquillo! Eppoi :prima devo trovarlo! ;-)

1 2 3 4 
Già iscritto?
Iscriviti

Amici in questo gruppo (0)

Invita altri amici