Ricerca avanzata

American Dream (80 partecipanti)

 

240.JPG

I grandi romanzi americani

L'America è la terra del grande romanzo novecentesco. Ma quali sono i grandi romanzi americani che bisogna assolutamente leggere?

Categoria: Letteratura -> Romanzi e racconti Gruppo pubblico.
Moderatore
sandra

Commenti

Effettua il Login per scrivere un messaggio sulla Bacheca

  • Clody 528 giorni fa ha scritto

    Segnalo Caldwell " La via del tabacco" che ho letto di recente con il nostro fantastico gruppo di lettura! Consigliatissimo.

  • KidChocolate 764 giorni fa ha scritto

    Dicono un gran bene di "Poiché ero carne", di Edward Dahlberg... qualcuno di voi l'ha letto, per caso?

  • Rouge 786 giorni fa ha scritto

    Nessuno propone Underworld di Don DeLillo? La parte iniziale è una delle cose migliori che abbia mai letto.

  • rosatiravento 853 giorni fa ha scritto

    Ho visto che i commenti e i titoli segnalati sono tantissimi!! Difficile dire se qualche autore o titolo sia già stato citato... Considero un capolavoro Stoner di Williams e senza dubbio credo debba comparire tra i grandi romanzi americani. Spero che qualcuno abbia già nominato anche Peter Cameron. Tra i romanzi più recenti (non classici ma contemporanei) avete suggerimenti "originali"? grazie!

  • Libertas1905 854 giorni fa ha scritto

    Ho aggiunto nella libreria del gruppo "Racconti" di Fitzgerald , imperdibile.

  • giulia 1002 giorni fa ha scritto

    D'accordo con te Raiden! Furore è un libro fondamentale non solo per la narrativa americana!

  • Raiden 1007 giorni fa ha scritto

    Salve ragazzi, che ne pensate di Steinbeck? Ho letto "la valle dell'eden" e "Furore"...davvero molto belli :)

  • Libertas1905 1028 giorni fa ha scritto

    Ho appena finito di leggere Sprtswriter di Richard Ford , un autore che , ammetto la mia ignoranza, sino a due mesi fà neppure sapevo chi fosse. Ho scoperto un grandissimo scrittore che in questo romanzo , attraverso le riflessioni del suo protagonista , mi ha fatto riflettere su alcuni aspetti della vita e mi ha fatto capire quanto il dolore e la gioia siano contigui e altalenanti. La trama è questa : Frank Bascombe , giornalista sportivo , ha perso il figlio primogenito per malattia e si è poi separato dalla moglie che ancora , a modo suo ,ama. La sua voglia di ritornare alla tranquilla vita della middle class americana precedente alla morte del figlio si scontra con la depressione e il dolore che oramai hanno segnato la sua vita in un'alternanza di disperazione e speranza che non lo abbandoneranno probabilmente per il resto della sua vita. E' uno dei libri più belli che ho letto in vita mia , ve lo consiglio . Fatemi sapere .

  • Libertas1905 1051 giorni fa ha scritto

    Ciao Pat , non conosco Matthew Klam ma seguirò il tuo consiglio e lo leggerò , grazie . Tornando a Saunders Il megafono spento non è forse la sua opera più riuscita ma se a te è piaciuta molto allora ti consiglio vivamente Pastoralia e le altre raccolte che in proporzione dovrebbero piacerti assai di più (questo ovviamente a mio personale giudizio) . Fammi sapere !!

  • pat 1051 giorni fa ha scritto

    ... dimenticavo, Libertas1905, se ti piace Saunders ti piacerà moltissimo anche Matthew Klam, e ti consiglio senza riserve il suo "Questioni delicate che ho affrontato dall'analista". Bellissimi racconti.

  • pat 1051 giorni fa ha scritto

    George Saunders è bravissimo!!! Anche a me è piaciuto molto, ma ho letto solo "Il megafono spento"... grande intelligenza, e la forma è (quasi) sempre ispirata.

  • Libertas1905 1060 giorni fa ha scritto

    Ciao a tutti , ho scoperto un autore per me sino a ieri sconosciuto : George Saunders . Ho letto Pastoralia , una raccolta di racconti ( Saunders scrive solo racconti brevi , non ha mai pubblicato un romanzo) dove l’autore di volta in volta mette sotto la lente d’ingrandimento le frenesie e le ipocrisie della middle class americana arrivando a creare situazioni al limite dell’assurdo che sfociano nel comico e a volte nel tragicomico . Il ritratto che ne viene fuori è quello di una società che ha fatto cortocircuito , ma non tutto è perduto . L’uomo , alla fine , può sempre rimediare ai propri errori.

  • giulia 1102 giorni fa ha scritto

    Avete visto i titoli in uscita nel 2014? C'è molta letteratura americana... che ne dite? E. L. Doctorow – Per tutto il tempo del mondo; Tess Gallagher – Viole nere; Stephen King – Doctor Sleep... ne avete individuati altri?

  • pasqualina1 1124 giorni fa ha scritto

    Sono d'accordo con Sandra a proposito di Franzen. E che dite di Samuel Bellow? e di Toni Morrison ? altri due da leggere assolutamente Mentre scrivo mi accorgo che amo la letteratura americana, me ne ero dimenticata negli ultimi anni, in cui ho letto prevalentemente altro..

  • pasqualina1 1124 giorni fa ha scritto

    mi stupisce che nessuno nomini Fitzerald, ed Hemingway, e troppo poco Falulkner, e P. Roth. qualcuno ha letto "Chiamalo sonno" di Henry Roth? Per anni è stato per me il libro del cuore

  • Yuki 1133 giorni fa ha scritto

    Alla fine ho comprato "Il procuratore" di MacCarthy e letto in una sera... non potevo smettere. Terribile per quel che racconta, bellissimo per come lo racconta.

  • Yuki 1137 giorni fa ha scritto

    Qualcuno ha letto "Il procuratore" di MacCarthy? Dicono che racconti un'America speventosa e senza morale né pietà. Mi piacerebbe avere un parere. Ciao!

  • solan 1155 giorni fa ha scritto

    Com'è che un grande scrittore come John Barth ha così pochi estimatori ? Vi suggerisco di leggere "L'opera gallegiante"

  • giulia 1157 giorni fa ha scritto

    Boseaz: Le regole della casa del sidro non mi è piaciuto molto... cosa hai trovato in Irving che ti piace? Sono curiosa di capire meglio. A volte capita di affrontare male un autore e non apprezzarne magari aspetti che altri hanno colto...

  • boseaz 1159 giorni fa ha scritto

    A qualcuno piace Irving? Le regole della casa del sidro e Il mondo secondo Garp penso che si possano inserire nella libreria del gruppo.

1 2 3 4 
Già iscritto?
Iscriviti

Amici in questo gruppo (0)

Invita altri amici