Ricerca avanzata

Citazioni

"Subito dopo il creatore di una buona frase viene, in ordine di merito, il primo che la cita"
Ralph Waldo Emerson, Letters and Social Aims

    • L' insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera Milan

      Segnala abuso

      Non esiste alcun modo di stabilire quale decisione sia la migliore, perché non esiste alcun termine di paragone. L'uomo vive ogni cosa subito per la prima volta, senza preparazioni. Come un attore che entra in scena senza aver mai provato. Ma che valore può avere la vita se la prima prova è già la vita stessa? Per questo la vita somiglia sempre a uno schizzo. Ma nemmeno “schizzo” è la parola giusta, perché uno schizzo è sempre un abbozzo di qualcosa, la preparazione di un quadro, mentre lo schizzo che è la nostra vita è uno schizzo di nulla, un abbozzo senza quadro.



      Piace a 5 utenti della community

      Scelta da marco63, domenica 19 gennaio 2014

      Condividi
    • L' insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera Milan

      Segnala abuso

      L'amore fra lui e Tereza era stato bello ma anche faticoso: aveva dovuto sempre nascondere qualcosa, mascherare, fingere, riparare, tirarle su il morale, consolarla, dimostrarle ininterrottamente il proprio amore, subire le accuse della gelosia, del suo dolore, dei suoi sogni, sentirsi colpevole, giustificarsi e scusarsi. Ora, la fatica era scomparsa e rimaneva sola la bellezza.



      Scelta da marco63, domenica 19 gennaio 2014

      Condividi
    • L' insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera Milan

      Segnala abuso

      La fotografa disse: “Anche se lei fotografa solo dei cactus, si tratta pur sempre della sua vita. Se vive solo per suo marito, la sua vita non è più sua”. Tereza di colpo si irritò: “La mia vita è mio marito, non i cactus”. Anche la fotografa era irritata ora: “Intende dire che lei è felice?”. Tereza (sempre irritata) ribatté: “Certo che sono felice!”.



      Piace a 1 utente della community

      Scelta da marco63, domenica 19 gennaio 2014

      Condividi
    • L' insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera Milan

      Segnala abuso

      Lei voleva dir loro che dietro il comunismo, dietro il fascismo, dietro tutte le occupazioni e tutte le invasioni si nasconde un male ancora più fondamentale e universale, e che l’immagine di quel male era per lei un corteo di gente che marcia levando il braccio e gridando all’unisono le stesse sillabe.



      Piace a 1 utente della community

      Scelta da marco63, domenica 19 gennaio 2014

      Condividi
    • L' insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera Milan

      Segnala abuso

      Quelle sedie e quegli stalli sono lì senza il minimo riguardo per la forma dei muri e la disposizione delle colonne, come per esprimere la loro indifferenza e il loro disprezzo verso l’architettura gotica. Sono ormai molti secoli che la fede calvinista ha trasformato la chiesa in un semplice hangar senza altra funzione che proteggere la preghiera dei fedeli dalla pioggia e dalla neve.



      Scelta da marco63, domenica 19 gennaio 2014

      Condividi
    • L' insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera Milan

      Segnala abuso

      Faceva cose delle quali non gli importava nulla, ed era bello. Comprendeva ora la felicità delle persone (per le quali fino a quel momento aveva sempre provato pietà) che svolgevano una professione a cui non erano spinte da nessun “Es muss sein!” interiore e che esse potevano dimenticare non appena smesso il lavoro.



      Scelta da marco63, domenica 19 gennaio 2014

      Condividi
    • L' insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera Milan

      Segnala abuso

      Tomáš è ossessionato dal desiderio di scoprire e di impadronirsi di quel milionesimo e ritiene che in ciò risieda il senso della sua ossessione per le donne. Non è ossessionato dalle donne, ma da quello che in ciascuna di esse c’è di inimmaginabile, in altre parole, è ossessionato da quel milionesimo di diversità che distingue una donna dalle altre donne.



      Scelta da marco63, domenica 19 gennaio 2014

      Condividi
1 2 3 4 5  ... 
Già iscritto?
Iscriviti