Ricerca avanzata

La biografia di Vidal Peire

Vidal Peire
(Tolosa, secc. XII-XIII) trovatore provenzale. Di origine borghese, ebbe una vita avventurosa e inquieta: fu protetto da Raimondo V di Tolosa, Bonifacio I di Monferrato, Alfonso II di Aragona; fu anche in Ungheria, in Terra Santa, a Genova (si definì scherzosamente «imperatore dei genovesi»), a Pisa, a Malta. Prese parte alle contese del tempo, mutando spesso padrone e orientamento ma mantenendo nei confronti di tutti una franca indipendenza di giudizio. Lasciò 44 testi poetici, «canzoni» dense di riferimenti storici e autobiografici. I suoi componimenti poetici, pur riprendendo modi e temi tradizionali, sono ricchi di un’ironia del tutto originale e di una verve insieme lieve e vivace, oltre che di un insolito intento parodistico, quasi che V. intendesse scherzosamente tracciare il profilo caricaturale del trovatore-tipo. La stravaganza degli atteggiamenti e il miscuglio di fantasia e di realismo diedero a V. la fama di «uomo più folle del mondo».


Già iscritto?
Iscriviti