Ricerca avanzata

La biografia di Di Fulvio Luca

Roma, 1957
Di Fulvio Luca

Luca Di Fulvio vive e lavora a Roma.
Diplomato all’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, entra a far parte della comunità teatrale americana “Living Theatre” e si trasferisce con loro per sei mesi a Londra.

Successivamente lavora con Andrej Waida ne “L’affare Danton”, con Mario Maranzana. Fonda con Pino Quartullo la compagnia teatrale “La Festa Mobile”. Oltre a numerosi spettacoli di successo, realizzano il cortometraggio “Exit” vincitore della Concha de Oro al Festival di San Sebastian e nomination agli Oscar.

È vincitore del Premio Under 35 e segnalazione speciale dell’Istituto del Dramma Italiano con l’atto unico “Solo per amore” scritto con Carla Vangelista.

Nel 1996 sordisce nella scrittura con il romanzo breve “Zelter”, pubblicato da Zelig-Baldini&Castoldi cui fa seguito nel 2000 “L’impagliatore”, romanzo noir pubblicato da Mursia che in breve ottiene grandi consensi. Acquistato dalla casa di produzione Cattleya, viene portato al cinema da Eros Puglielli col titolo “Occhi di cristallo” e presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2004 “L’impagliatore” viene ristampato da Einaudi. Segue “Dover Beach”, pubblicato da Mursia e acquistato da Vittorio Cecchi Gori.
Con lo pseudonimo di Duke J. Blanco scrive il romanzo per ragazzi “I misteri dell’Altro Mare”, vincitore del premio Selezione Bancarellino.

Nel 2006 approda a Mondadori con il romanzo “La scala di Dioniso”, acquistato per il cinema da Gabriele Salvatores, cui fa seguito nel 2008 “La gang dei sogni”.

I suoi libri sono tradotti da importanti case editrici come Gallimard e Albin Michel (Francia), Luebbe (Germania), Azbooka (Russia), Hayakawa (Giappone), Bitter Lemon Press (Inghilterra, Canada e USA) e poi in Spagna, Serbia, Olanda, Croazia, Slovenia, Grecia.

Dal sito ufficiale dell'autore.



Sito ufficiale

I libri di Di Fulvio Luca

Già iscritto?
Iscriviti

Interviste

Luca Di Fulvio e Vincenzo Salemme: il Male e la dittatura nella nostra società

Leggi l'intervista