Ricerca avanzata
Articolo

I 50 eventi da non perdere a BOOK PRIDE 2019

La quinta edizione di BOOK PRIDE è ai blocchi di partenza. Da venerdì 15 a domenica 17 marzo alla Fabbrica del Vapore di Milano va in scena il meglio dell’editoria indipendente e della cultura italiana.
Una breve guida targata Wuz per orientarsi tra i 250 eventi in programma dentro e fuori le mura del nuovo punto di riferimento per l’attività culturale della città lombarda.

Ormai ci siamo: BOOK PRIDE, la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente è iniziata. Stamattina i cancelli della Fabbrica del Vapore si sono aperti sulla quinta edizione del grande evento diretto per il secondo anno dallo scrittore Giorgio Vasta.
Circa 200 editori, 250 incontri in programma, un solo tema: il desiderio, o meglio, OGNI DESIDERIO, declinato nelle sue mille sfaccettature.
Ma come orientarsi tra i tanti eventi della fiera, dagli incontri con l’autore ai reading, dai talk ai workshop, dagli aperitivi alle feste? Ecco la nostra selezione degli “imperdibili”: quegli eventi da segnare assolutamente in agenda, gli incontri per cui essere disposti a far la fila o ad ascoltare in piedi, le feste a cui non potete proprio mancare. Tra scrittori e intellettuali italiani e stranieri, tra poesia e tecnologia, tra letteratura e politica, tra scienza ed ecologia, un vademecum per affrontare i tre giorni di Book Pride.

bkpe2019_locandinaLa locandina di BOOK PRIDE 2019.
Il programma

Il tema di quest’anno, come oramai ben saprete, è OGNI DESIDERIO. E proprio nel tentativo di esplorarne le tante e multiformi facce, sono nove le sezioni in cui è stato organizzato il programma: nove percorsi per sondare i modi diversi e inaspettati nei quali il desiderio si manifesta:

- Professori di Desiderio
Dieci lezioni, in collaborazione con la Fondazione Treccani Cultura e Il Tascabile, attraverso le quali altrettanti scrittori e scrittrici italiani (Francesco Pacifico, Chiara Valerio, Marco Malvaldi, Elena Stancanelli, Antonio Moresco e Tiziano Scarpa, Simona Vinci, Nicola Lagioia, Violetta Bellocchio, Giorgio Fontana e Valeria Parrella) esploreranno il desiderio di uno specifico personaggio letterario. Ci si domanderà che cosa desidera la Clarissa Dalloway di Virginia Woolf, che cosa desiderano Don Chisciotte e Sancho Panza, Renzo e Lucia, Antigone e Jane Eyre, l’agrimensore K. Di Kafka o il Kurtz di Conrad.

- Stelle polari
Ciclo di conversazioni e interviste i cui protagonisti raccontano il legame con il proprio oggetto del desiderio, la “stella polare”, il sogno o vocazione che guida o ha guidato la rotta della loro storia, ma anche della nostra o di quella di una comunità intera.

- Forme del desiderio
Di cosa parliamo quando parliamo di desiderio? Una serie di incontri per provare a raccontare la storia del desiderio, a mapparne le trasformazioni e gli sconfinamenti.

- Immaginare mondi
Cosa si nasconde dietro al desiderio di «un mondo migliore»? Una serie di incontri in cui mettere a confronto la forza sovversiva dell’utopia con le immaginazioni distopiche del mondo che verrà.

- Altrove
Una sola parola che vale milioni di storie, in cui il desiderio si declina in curiosità, fantasia, inquietudine o necessità. Il luogo in cui non siamo ancora stati e in cui, per definizione, non saremo mai.

- Il desiderio delle parole
Il desiderio di scrivere, il desiderio di pubblicare, il desiderio di aver cura di un testo. Letteratura, narrazione, editoria e scrittura sono al centro di questa serie di incontri con chi ogni giorno lavora per esaudire il desiderio di tutti i lettori.

- Ogni storia è un desiderio
Due domande: Cosa voglio raccontare? Cosa vuole raccontarmi? Questioni fondamentali per ogni scrittore e lettore. Domande che spesso trovano risposta proprio durante una presentazione. Perché ogni storia nasce da un desiderio, e lo moltiplica all’infinito.

- Umano/Urbano: la trama del desiderio
A cosa servono le storie se non a connettere? Ma la connessione è anche ciò che viene determinato dalla digitalizzazione dello spazio urbano. Una sezione, realizzata in collaborazione con la Milano Digital Week, in cui ragionare su come l’intelligenza urbana e il desiderio umano costruiscono legami esplorando e reinventando le dinamiche di una città.

- Strumenti
Editoria: istruzioni per l’uso. Dati, leggi, trasformazioni e spunti di riflessione, per addetti ai lavori e appassionati.

E in aggiunta:
- Book Young
Lo spazio dedicato ai piccoli lettori a cura delle librerie La linea d’ombra e Isola libri,con laboratori per bambini e ragazzi, oltre alle letture ad alta voce tra gli spazi e gli stand della Fiera a cura dei lettori volontari del Patto di Milano per la Lettura.

- Eventi Off
BOOK PRIDE esce dalla Fabbrica del Vapore e diffonde “l’orgoglio dei libri” in tutta la città.

BookPride2017_1Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
Gli eventi giorno per giorno

Venerdì 15 marzo

- Fare networking. Tra social reading, bookinfluencer e chimica organica
16:00-18:00 Sala Luna
I social network diventano sempre più un’attività strategica, creativa e al tempo stesso rigorosa, per fare rete. Esperienze, punti di vista e consigli del booktuber Matteo Fumagalli, di Maria Vittoria Alfieri, esperta di tecnologie per la didattica e consulente Pearson, di Pierluigi Vaccaneo, fondatore di Betwyll e co-founder di TwLetteratura, e di Silvia Pettinicchio Krebs, specialista in personal branding, fondatrice di The Garage e LeadHer. Incontro a cura dei Master Professione Editoria e BookTelling dell’Università Cattolica.

- Valeria Parrella e il desiderio di Antigone, dalla tragedia di Sofocle
17:00 Sala Doris Lessing
L’Antigone di Sofocle ha un desiderio così prepotente di giustizia e verità che per esso va verso la morte, pronta a sostenerlo fino alla fine, alla scoperta di quel limite, profondamente umano, che è il corpo.

- Al desiderio si dà nome amore
17:00 Arena Robinson
La poetessa Patrizia Valduga, come nessun altro, sa far convergere nei suoi versi erotici quel «desiderio senza pace» a cui, da tempi immemorabili, diamo il nome di amore. Tormento e amore, mancanza e desiderio si fondono fino a diventare inscindibili. Ma è davvero così? L’autrice ne discute con Pietro Barbetta. Modera Mario De Santis.

- La Milano del futuro
18:00 Sala Giorgio Scerbanenco
Se la Milano del presente è la città che traina l’Italia in Europa, come sarà la Milano del futuro? Come la desiderano i suoi abitanti e come la sta pensando chi se ne occupa? Marco Simoni (Economista, Presidente della fondazione Human Tecnopole), Azzurra Muzzonigro (Urbanista, Curatrice di Archweek), Francesco Wu (Imprenditore, Consigliere Confcommercio con delega all’imprenditoria straniera), moderati da Federico Sarica (Rivista Studio) aiuteranno a immaginare il futuro della città sul piano urbanistico, della convivenza e dello sviluppo tecnologico.

BP_002Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- Dare un nome. Il desiderio di essere umani
19:00 Sala Luna
L’intervento inaugurale di BOOK PRIDE, con la partecipazione del direttore Giorgio Vasta. Un dialogo tra Elena Stancanelli e Cristina Cattaneo, autrice del volume Naufraghi senza volto, per riflettere sul comportamento profondamente umano del dare i nomi a ciò che esiste (ma anche a ciò che non esiste). Perché dare un nome è un modo per prendersene cura e per assumersene la responsabilità. Dare un nome a chi ha perso la vita nel Mediterraneo – identificare chi muore per aiutare chi vive – è un’azione che è desiderio, etica, dovere, diritto.

- La mia guerra segreta
19:00 Sala Doris Lessing
Philip Ó Ceallaigh scrive di uomini stanchi di essere cinici e solitari privi di ogni certezza, armati solo di scarponi e del desiderio di trovare un angolo di mondo dove non essere più raggiunti. Lo scrittore presenta la sua raccolta di racconti Appunti da un bordello turco con Marco Rossari.

- Dappertutto cerco la vita. Rosa Luxemburg e Anna Kuliscioff o la felicità del privato nel politico
21:00 Libreria verso, Corso di Porta Ticinese 40
Le vite appassionate e infaticabili delle due rivoluzionarie Rosa Luxemburg e Anna Kuliscioff, raccontate a partire dai loro epistolari Dappertutto è la felicità e Io in te cerco la vita. Gli editori Marco Federici Solari, Lorenzo Flabbi ne discutono con Elena Vozzi.

BP_001Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
Sabato 16 marzo

- Liliana Segre – Il desiderio di non essere indifferenti
11:00 Sala Luna
La testimonianza e il messaggio politico della senatrice a vita Liliana Segre, raccolti da Giuseppe Civati nel libro Il mare nero dell’indifferenza. La senatrice ne parla con Pippo Civati. Interviene Filippo Del Corno.

- Primo Levi e il desiderio dell’umano
11:00 Arena Robinson
Nel centenario della nascita di Primo Levi, un incontro nel quale si vuole provare a mostrare l’autore torinese da un’altra prospettiva e offrire l’immagine di uno scrittore letterario e spinto dal desiderio di raccontare miseria e dignità degli esseri umani. Ne discutono Marco Belpoliti, Demetrio Paolin e Federico Pianzola. Introduce e modera Mario Bracconi.

- Il figlio imperfetto. Due storie di battaglia e di amore
12:00 Sala Doris Lessing
Desiderare un figlio. Solo che poi a volte il figlio arriva, e non somiglia affatto al bambino che avevi sognato: essere genitore diventa un’esperienza complicata, in cui la lotta sembra prendere il sopravvento sull’amore. I romanzi di Maura Chiulli (Nel nostro fuoco) e Silvia Ranfagni (Corpo a corpo) mettono in crisi l’immagine della genitorialità. E se fosse questo il punto di partenza per imparare a desiderare ciò che già profondamente amiamo? Le autrici ne parlano con Francesca Scotti.

- Reading da Scoppi urla risate di Lawrence Ferlinghetti
12:00 Sala Samuel Beckett
Marco Rossari legge alcuni passi da Scoppi urla risate, la più recente raccolta di poesie di Lawrence Ferlinghetti. Un’occasione per il poeta americano di levare ancora una volta la sua voce contro le ineguaglianze, le guerre e la sopraffazione su cui si basa la prosperità dell’Occidente.


- Giorgio Fontana e il desiderio dell’agrimensore K., da Il castello di Franz Kafka
12:00 Arena Robinson
Cosa desidera K., il protagonista del Castello? Il più elusivo dei romanzi di Kafka pone una quantità di domande, cui Giorgio Fontana cercherà di rispondere evitando gli abusi delle letture teologiche e sociologiche.

BP_003Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- E-commerce librario ed editori indipendenti: quali prospettive?
12:00-14:00 Palazzina Liberty – Sala Iris Murdoch
Una tavola rotonda con gli editori indipendenti e IBS.it. Un workshop agile, informale e aperto nella forma e nei contenuti, per fare il punto sulla situazione presente e individuare strade da percorrere, sinergie da attivare e strategie comuni.

- Gli insaziabili. Sedici racconti tra Italia e Cina
13:00 Sala Samuel Beckett
Otto autori italiani e otto cinesi: un dialogo letterario attorno a due nuclei tematici — eros e cibo — che riguardano in maniera viscerale e profonda le due culture, distanti, eppure piene di terreni fertili per un confronto. Un libro, pubblicato in contemporanea in Italia e in Cina, che si propone di avvicinare i lettori italiani alla Cina e i lettori cinesi all’Italia. Ne parlano Zeng Shaomei (People’s Literature Publishing House), Zhang Yueran, Alessandro Bertante e Paolo Colagrande. Modera Silvia Pozzi, curatrice.

- Il desiderio di uguaglianza
13:00 Sala Giorgio Scerbanenco
Un incontro con Christian Raimo per riflettere sul desiderio di uguaglianza e sui modi per ottenerla e difenderla, attraverso un ripensamento del nostro sistema scolastico pubblico, non semplice luogo di apprendimento e valutazione, ma occasione per esercitare l’uguaglianza e resistere all’individualismo, alla competizione e alla violenza.

- Il desiderio di libri, i libri del desiderio
14:00 Sala Anna Achmatova
Si possono desiderare i libri a tal punto da arrivare a rubarli? Lo storico Sergio Luzzatto si addentra nella storia vera di un predatore seriale di libri. A partire dal racconto di Luzzatto, il critico e storico della letteratura Gianluigi Simonetti metterà a fuoco il rapporto controverso tra libri e desiderio cercandolo in alcune opere, personaggi e visioni della narrativa italiana di questi anni.

- Violetta Bellocchio e il desiderio di Jane Eyre, dal romanzo di Charlotte Brontë
14:00 Sala Samuel Beckett
Violetta Bellocchio esplora le figure femminili del romanzo di Charlotte Brontë: l’educatrice Jane Eyre e la moglie del suo datore di lavoro, relegata in soffitta. Una storia di «desideri che rimangono latenti nel romanzo di Charlotte Brontë [e] diventano il cuore della riscrittura operata da Jean Rhys con Il grande mare dei Sargassi».

BP_004Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- Riace, una storia italiana
15:00-16:00 Sala Luna
Riace, candidata al Premio Nobel per la Pace 2019, e il suo sindaco, Domenico Lucano, sono il simbolo di un’Italia solidale, impegnata contro l’esclusione, il razzismo e le mafie. Il simbolo di un’integrazione pacifica tra autoctoni e migranti, capace di realizzare un rilancio sociale ed economico. Con l’autrice Chiara Sasso e Domenico Lucano, Gad Lerner, Moni Ovadia. Coordina Livio Pepino.

- Elena Stancanelli e il desiderio dell’Iguana e del Puma Alonso, da due tra i romanzi più belli di Anna Maria Ortese
15:00-16:00 Sala Doris Lessing
Elena Stancanelli sulle tracce del desiderio “animale” dei protagonisti de L’Iguana e Alonso e i visionari.

- All’incanto dei desideri. Vent’anni con e senza Fabrizio De André
15:00-16:00 Arena Robinson
Un incontro in ricordo di Fabrizio De André tra vita privata e riflessioni artistiche, con Dori Ghezzi, Anna Bandettini, Luigi Bolognini e Franco Mussida.

- Marco Malvaldi e il desiderio di Barney da La versione di Barney di Mordecai Richler e quello di Winston, protagonista di 1984 di Orwell
16:00 Sala Luna
Marco Malvaldi, esploratore del desiderio di due tra i personaggi letterari più interessanti della narrativa novecentesca.

- Chiara Valerio e il desiderio di Kurtz, da Cuore di tenebra di Joseph Conrad
16:00 Sala Doris Lessing
C’è un desiderio all’origine del capolavoro di Conrad: un desiderio d’autore che corrisponde a quello del personaggio Marlow, e che ha le sembianze di una terra da esplorare. Tanto è esplicito il suo proposito, tanto è oscuro quello di Kurtz, sotto la lente del miscroscopio di Chiara Valerio

- Dopo il desiderio
17:00 Sala Luna
Walter Siti e Francesco Pacifico a confronto sul desiderio: da quello erotico nei confronti dei corpi (e della loro immagine) a quello del denaro, da quello della medietà a quello dell’Assoluto: il desiderio per l’umano. Cosa succede però quando il desiderio si trasforma in rancore, e al suo posto subentra lo sterile bisogno?

BP_006Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- Il popolo perduto
17:00 Sala Anna Achmatova
Massimo Cacciari e Massimo Rebotti dialogano con Mario Tronti, filosofo e politico, teorico dell’operaismo, per confrontarsi sulla deriva e sui fallimenti della sinistra, e su come riprendere il cammino contro il virus dell’antipolitica.

- Cameron con vista, il desiderio secondo Peter
17:00 Sala Samuel Beckett
Peter Cameron, autore de Gli inconvenienti della vita e di bestseller come Quella sera dorata e Un giorno questo dolore ti sarà utile, tutti diventati film di successo, dialoga con Federica Manzon. Introduce e modera Anna Lombardi.

- Il taglio, il romanzo della Brexit
17:00 Sala Doris Lessing
«Il taglio» (The Cut) è la rete di canali che attraversa Dudley, un sobborgo operaio in declino nel cuore del Black Country. Il taglio è il simbolo dell’età dell’oro industriale ma il termine allude anche alle ferite sul corpo del protagonista, l’ex pugile Cairo Jukes, e allo strappo della Brexit. L’autore Anthony Cartwright dialoga con Carlo Annese.

- Francesco Pacifico e il desiderio di Mrs Dalloway, dal romanzo di Virginia Woolf
18:00-19:00 Sala Samuel Beckett
Francesco Pacifico racconta la sua scoperta di Clarissa Dalloway e con lei del desiderio per il presente, un presente di desideri, relazioni, ricordi, aneliti. Il battesimo a una nuova vita.

- Tango a due voci
18:00-19:00 Sala J. D. Salinger
José Muñoz e Guido Scarabottolo: due maestri del disegno mettono a confronto le diverse esperienze e s’interrogano sui poteri delle immagini: sedurre, raccontare storie, aprire la mente.

- Il desiderio e il cielo stellato
19:00-20:00 Sala Luna
È stretto il legame tra i desideri e le stelle: la nostra lingua lo conserva dentro la stessa parola “desiderio” dal latino sidus, -eris, stella. Il desiderio di studiare le stelle Sandra Savaglio l’ha scoperto in sé da bambina: per inseguirlo ha dovuto lasciare l’Italia. A BOOK PRIDE, con Marco Malvaldi e Chiara Valerio svela i segreti dell’astrofisica, una scienza che trova forse la sua essenza nella capacità di desiderare, e immaginare, oltre i limiti della nostra conoscenza, della nostra comprensione.

BP_007Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- Felicità e confessioni di giovani sospesi
19:00-20:00 Sala Doris Lessing
Cosa accade quando, tra i venticinque e i trent’anni circa, non si riesce a trasformare l’educazione, l’affetto e il supporto ricevuti in un lavoro stabile, in un’identità compiuta? Sandro Frizziero, autore di Confessioni di un NEET, e Cecilia Ghidotti, autrice di Il pieno di felicità, insieme a Violetta Bellocchio si confrontano su vite e destini di una «classe disagiata» e sospesa.

- Desiderio e deriva. Trent’anni di politica in Italia
19:00-20:00 Sala Samuel Beckett
Dal 1989 al 2019 sembrano trascorsi anni luce. Laddove trent’anni fa c’erano sguardo e desiderio, il populismo e il leghismo di oggi possono essere letti come una deriva. A partire da due pamphlet — Ora basta! Riprendiamoci l’Italia, di The Panthers, un collettivo di ex militanti della Pantera, e Il capitale disumano. Salvini e l’odio per decreto, a cura di Stefano Catone, Pippo Civati, Giampaolo Coriani e Andrea Maestri percorrono un itinerario negli ultimi tre decenni di vita politica e culturale italiana.

- Rob de matt
20:00 Rob de matt, via Enrico Annibale Butti 18.
In occasione dei tre giorni di BOOK PRIDE il ristorante/associazione di promozione sociale Rob de Matt apre le porte alla Festa degli Editori Indipendenti. Elèuthera editrice, O barra O edizioni, Edizioni Alegre, Edicola 518 e Ibis Edizioni vi invitano a una serata conviviale di chiacchiere, musica, buon cibo e soprattutto cocktail inediti ispirati ai loro libri

- Ogni desiderio è una festa
21:00 Libreria Verso, corso di Porta Ticinese 40.
Un’intervista agli editori indipendenti sui loro desideri esauditi: i libri e gli autori del cuore che hanno pubblicato o che pubblicheranno presto. Con Marco Cassini (Sur), Isabella Ferretti (66thand2nd), Andrea Gessner (nottetempo) e Shulim Vogelmann (Giuntina). Modera l’incontro Pietro Biancardi di Iperborea. A seguire una festa in perfetto stile Verso.

- Lou Reed, Bob Dylan, Leonard Cohen: quando la musica si fa parola
22:00 Circolo Ex Combattenti e Reduci Bastioni di Porta Volta, via Alessandro Volta 23.
Bob Dylan, Leonard Cohen e Lou Reed tra musica e letteratura. Anthony DeCurtis, biografo di Reed, ne parla con Yuri Garrett, editore di Caissa Italia, e racconta i destini simili eppur diversi di questi tre grandi artisti.

BP_005Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
Sabato 17 marzo

- Desiderio di narrazione
10:00-11:00 Sala J. D. Salinger
Tutti raccontiamo da quando sappiamo parlare. Per sedurre, convincere, dimostrare. Per coinvolgere, chiedere ed esprimere anche i nostri desideri. Un workshop di storytelling a cura di Alessandro Mauri con Scuola Mohole per giocare con i meccanismi del raccontare e la voglia di comunicare agli altri.

- Figli d’Europa, lectio magistralis di Carlo Ossola
11:00-12:00 Sala Anna Achmatova
Una lezione, a cura di Treccani Cultura, per riflettere sull’Europa di oggi, mosaico di lingue, confessioni religiose, nazioni, teatro storico di guerre, scismi e frontiere; patrimonio di civiltà condiviso, che permane tessuto vivo, testimone della feconda pluralità delle tradizioni che la animano.

- Ecosofia, ultima fermata
11:00-12:00 Arena Robinson
Da vent’anni, l’ecologia significa emergenza. Ma per cambiare davvero le cose, deve racchiudere in sé ecologia ambientale, sociale e mentale. Siamo in grado, oggi, di essere davvero coinvolti nella difesa della natura e dell’ambiente? A partire dal libro di Félix Guattari, Le tre ecologie, si confrontano sul tema Franco La Cecla e Leonardo Caffo. Interviene Luisiana Gaita. Introduce Marco Bracconi.

- Uno scià alla corte d’Europa
12:00-13:00 Sala Anna Achmatova
L’orientalista Seyed Jamal ritrova il diario di viaggio di uno scià che a fine Ottocento lascia la Persia e con principi, funzionari e mogli dell’harem intraprende il Grand Tour alla scoperta dell’Europa. L’autore Kader Abdolah dialoga con Gabriella Grasso.

BP_008Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- Ogni romanzo, un desiderio
14:00-15:00 Sala Luna
Ogni romanzo mette in scena una specifica prospettiva su un oggetto di desiderio e su un modo di desiderare. Attraverso quattro romanzi che negli ultimi dieci anni hanno vinto il Premio StregaLa solitudine dei numeri primi, Resistere non serve a niente, La ferocia, Le otto montagne — i loro autori Paolo Cognetti, Paolo Giordano, Nicola Lagioia e Walter Siti, moderati da Brunella Giovara, provano a ricomporre una breve storia del desiderio.

- Tecnologie per il potere. Come usare i social network in politica
14:00-15:00 Sala George Eliot
Le nuove tecnologie hanno rivoluzionato il modo di far politica, disegnando un quadro innovativo e, per molti versi, allarmante. La politica digitale riveste oggi un ruolo centrale in ogni Stato. Giovanni Ziccardi, autore di Tecnologie per il potere, insieme a Giulio Giorello, analizza e racconta l’uso spregiudicato dei big data, il «governo tramite gli algoritmi», la profilazione politica di tutti i cittadini, la diffusione di fake news e la sicurezza informatica.

- Nicola Lagioia e il desiderio dei personaggi di Truman Capote, in A sangue freddo e in Preghiere esaudite
15:00-16:00 Sala Samuel Beckett
Nicola Lagioia prova a raccontare Truman Capote attraverso il desiderio che lo scrittore stesso nutriva verso i suoi oggetti di indagine nei lavori di non fiction, a partire da Preghiere esaudite, il suo meraviglioso romanzo incompiuto.

- Desiderare quello che non c’è
16:00-17:00 Sala Luna
Desiderare quello che non c’è è quanto ci rende umani, ed è ciò da cui nasce l’intervento di Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che ha riportato con forza l’attenzione sul cambiamento climatico. Paolo Giordano riflette insieme a Francesco Guglieri sulla sorte delle utopie, sul sentimento antiscientifico che sta braccando l’Italia e l’Europa, sul modo in cui le narrazioni mettono in scena le più drammatiche metamorfosi del nostro presente.

BP_10Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- Itaca e Islanda tra desiderio e nostalgia
16:00-17:00 Sala George Eliot
Itaca e l’Islanda sono due isole lontane e diversissime, eppure accomunate da un richiamo fisico e spirituale, un sentimento potente: la nostalgia. Leonardo Piccione, autore del Libro dei vulcani d’Islanda. Storie di uomini, fuoco e caducità e Luca Baldoni, autore di Itaca. L’isola dalla schiena di drago, lo raccontano in dialogo con Graziano Graziani.

- Una legge per il libro e la lettura: il ministro Bonisoli incontra gli editori indipendenti
17:00 Sala Colonne
Nelle ultime settimane, si è avviato un percorso di confronto fra Mibac e mondo dell’editoria per valutare dove e come confermare, modificare, cambiare. Alberto Bonisoli, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, dialoga con Andrea Palombi e Marco Zapparoli su attività, interventi e provvedimenti a sostegno del libro e della lettura.

- L’assassino timido
17:00-18:00 Sala Doris Lessing
Sandra Mozarowsky era una giovanissima attrice celebre in Spagna negli anni Settanta. Legata alle alte sfere dell’aristocrazia, morì all’età di 18 anni gettandosi dal balcone di casa. Ma la sua morte ha sempre suscitato sospetti. Insieme a Cristina Battocletti, l’autrice Clara Usón, nata tre anni dopo Sandra, racconta la storia della ragazza e al tempo stesso riscopre la propria giovinezza, il proprio desiderio di libertà e di eccessi.

- Desiderare il silenzio
18:00-19:00 Sala Luna
Paolo Cognetti e Chandra Livia Candiani, un narratore e una poetessa, accomunati dall’intimità con il silenzio, si confrontano su quel che silenzio significa nel vocabolario privato di ognuno; sul suo legame con il pensiero, con il paesaggio, con la scrittura. Modera Elisabetta Bucciarelli.

BP_11Un'immagine dalle precedenti edizioni di BOOK PRIDE.
- Antonio Moresco e Tiziano Scarpa e il desiderio di Don Chisciotte e Sancho Panza, dal capolavoro di Cervantes
18:00-19:00 Sala Anna achmatova
Antonio Moresco e Tiziano Scarpa dialogano su che cosa desidera Don Chisciotte, su che cosa desidera il suo scudiero Sancho, su come il capolavoro di Cervantes — e forse questo vale sempre per la grande letteratura — non sia altro che il racconto di un ininterrotto desiderio.

- Irlanda, tra letteratura, politica e vita
18:00-19:00 Sala Giorgio Scerbanenco
Nel giorno di San Patrizio, un omaggio all’Irlanda, un magnifico invito alla lettura e alla vita. Giulio Giorello dialoga con Enrico Terrinoni, spericolato traduttore di Joyce, che nel suo Irlanda. Un romanzo incompiuto parla di letteratura, di politica, religione, utopie. Michael D. Higgins, Presidente della Repubblica d’Irlanda dal 2011, in Donne e uomini d’Irlanda. Discorsi sulla rivoluzione tratta la questione sociale, i diritti civili, la cooperazione internazionale, e si fa portavoce di una testimonianza esistenziale prima ancora che politica.

- Di chi è questo cuore?
19:00-20:00 Sala Samuel Beckett
Una piccola anomalia cardiaca viene scoperta all’uomo che ha il nome e le sembianze dell’autore, allontanandolo da un’attività sportiva ai limiti del fanatismo e infrangendo l’illusione di un’efficienza fisica senza data di scadenza. È questo l’innesco di un romanzo sul corpo e sul cuore come luogo dei sentimenti, dei destini individuali, del desiderio. L’autore Mauro Covacich ne discute con Paola Italia e Francesco Cataluccio.

- La cultura di Milano
19:00-20:00 Sala Giorgio Scerbanenco
Milano grande centro creativo, la Milano dell’editoria – quella più classica ma anche la più nuova – la Milano delle librerie, la Milano dei bar e delle serate, che unisce lavoro e divertimenti, desideri e impegni. In che modo quello della produzione creativa e in particolare editoriale è un aspetto cruciale della città? Quattro protagonisti della vita culturale milanese a confronto: Pietro Biancardi (Iperborea), Matteo Codignola (Adelphi), Christian Rocca (La Stampa), Giovanna Silva (Humboldt Books), moderati da Cristiano de Majo (Rivista Studio)

Articolo di Francesca Barbalace

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti