Ricerca avanzata
Articolo

Vite in scatola: Building Stories di Chris Ware

Acquista su IBS
Perfino in Italia si è già parlato molto di Building Stories, l'acclamata graphic novel di Chris Ware uscita a ottobre dello scorso anno - uno dei libri più belli del 2012 secondo il New York Times e molti altri (e anche secondo noi!). Poche sono le speranze di vedere un'opera come questa in Italia. La nostra editoria non può permettersi libri così complessi e costosi, il mercato italiano non premia l'originalità e la qualità, pochissimo spazio è riservato al fumetto e al graphic novel.


Costruire storie...

Building Stories si presenta come una scatola rettangolare, simile a quella di un classico gioco da tavolo. Al suo interno troviamo 14 elementi: sono i pezzi in cui è divisa la storia. I formati sono tutti diversi: due libri rilegati con copertina rigida, libretti spillati di varie dimensioni, una storia in formato giornale, fogli sparsi, piccole strisce piegate in più parti e un grande tabellone rigido.
La storia è quella degli abitanti di un vecchio palazzo di Chicago ed è raccontata per frammenti e per successivi ingrandimenti. La protagonista è una giovane studentessa di arte che ha perso una gamba in seguito a una malattia, ma alla sua storia si intrecciano anche quella della vecchia padrona di casa smemorata e quella di una giovane coppia. Tutto quello che succede, però, appare come filtrato dalla mente della giovane donna amputata.
L'ordine di lettura non è rigido, quindi il finale non è fisso. Si spazia tra passato, presente e futuro; per cui potremmo leggere una parte della storia e pensare che quello sia il presente e poi leggerne un'altra e capire che quella precedente era collocata in un momento temporale diverso. L'idea alla base del libro è quella di cercare di comprendere il nostro modo di ricordare le cose, il modo in cui ricostruiamo le nostre vite nella memoria e come talvolta riscriviamo i ricordi per compiacere noi stessi. È dunque un libro che riflette sul modo in cui costruiamo il significato di ciò che avviene nella nostra vita e su come il contatto che abbiamo con le vite degli altri può essere solo frammentario.



Building Stories è un esperimento narrativo sorprendente che rivoluziona la nostra esperienza di lettura.


Sul sito della Random House si legge: "Con l'aumento dell'incorporeità della vita digitale, a volte è rassicurante - forse addirittura necessario - avere qualcosa di solido a cui aggrapparsi. In questa scatola colorata l'acquirente troverà una grande varietà di materiale di lettura pronta a venire incontro a qualsiasi gusto artistico o poetico immaginabile, dal sarcasmo corrosivo della giovinezza alla serietà nauseante della maturità... Se ti senti solo con te stesso o solo con qualcun altro, questo libro sicuramente simpatizza con il senso di schiacciamento di una vita sprecata, opportunità perse e sogni creativi distrutti che affliggono il pubblico letterario del ceto medio e alto".





L'autore



15 febbraio 2013 Di Sandra Bardotti

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti