Ricerca avanzata
Articolo

Hunger Games. I libri della trilogia di Suzanne Collins


È uscito nelle sale cinematografiche il primo capitolo di Hunger Games, la trilogia di fantascienza scritta da Suzanne Collins che ha venduto oltre 36 milioni di copie solo negli Stati Uniti. La saga è stata tradotta in 40 paesi. In Italia è uscito il terzo e ultimo episodio, Il canto della rivolta, edito da Mondadori.

Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience.


Per definire la ricetta di Hunger Games il New York Times ha utilizzato questi ingredienti: la passione politica di 1984, la memorabile violenza di Arancia Meccanica, l'ambientazione fantastica delle Cronache di Narnia ed infine una spolverata della ricchezza di dettagli di Harry Potter.

Nel futuro gli Stati Uniti d'America non esitono più. Sulle loro rovine è sorta la nazione di Panem, la cui capitale è la ricca e florida Capitol City. Panem è stata divisa in 13 distretti ma solo 12 sono sopravvissuti. Il n.13 infatti è stato distrutto quando ha osato ribellarsi all'autorità della capitale. Da quel momento i 12 distretti sono costretti a fornire sostentamento alla capitale, tenendo per se stessi lo stretto necessario. Ma la punizione più grande che i distretti sono costretti a subire sono gli Hunger Games, uno spietato reality show, un programma televisivo che incombe come una minaccia sulle loro vite. Ogni anno, ciascuno dei dodici distretti è costretto a sorteggiare un ragazzo e una ragazza di età compresa fra i 12 e i 18 anni. I ventiquattro giovani sono definiti "tributi" e dovranno combattere sino alla morte in un'arena all'aria aperta. Solo uno di loro può sopravivere.
La saga inizia proprio nei giorni del sorteggio della settantaquattresima edizione del reality. Nel distretto numero 12, ricco di giacimenti di carbone, Katniss Everdeen si offre volontaria per salvare la sorella più piccola Primrose vittima del sorteggio. Insieme ad un altro ragazzo, Peeta Mellark, viene condotta a Capitol City per l'addrestamento. Il vincitore del reality risolve per sempre tutti i suoi problemi economici ma è costretto a convivere con i sensi di colpa. Ma anche per merito di Katniss presto si accenderanno fuochi di ribellione.
L'autrice ha dichiarato di essersi ispirata in parte al mito di Teseo ma di essere rimasta folgorata dall'ispirazione quando un giorno facendo zapping non riusciva a percepire una netta differenza tra le immagini di guerra e quelle dei reality televisivi.


I libri della trilogia:

Hunger Games
La ragazza di fuoco. Hunger games
Il canto della rivolta. Hunger games


Personaggi

Katniss Everdeen
Ha 16 anni, ha visto morire suo padre quando ne aveva 11 e grazie a lui è un’abilissima cacciatrice. Maneggia l’arco come nessuno e da anni mantiene se stessa, la madre e la sorella con il frutto delle sue spedizioni nel bosco che circonda il Distretto 12 (dove sarebbe vietatissimo andare, naturalmente). Il suo unico punto debole è l’affetto per la sorellina Prim, che ha dodici anni e un cuore tenero come il fiore di cui porta il nome. Il suo unico difetto è l’irrefrenabile desiderio di giustizia.

Prim Everdeen
Oggetto di quasi tutte le attenzioni di Katniss (che si era offerta al suo posto negli Hunger Games), è affezionatissima a una capretta che la sorella le ha regalato, quasi moribonda. Prim e la madre l’hanno curata e ora la famiglia ha latte assicurato e qualche piccolo formaggio da scambiare. È il pensiero di lei che spinge Katniss ad affrontare qualsiasi ostacolo.

Gale
Ha diciassette anni, è il compagno di caccia di Katniss e spettatore forzato degli Hunger Games. È lui che ha insegnato all’amica (e forse anche qualcosa di più…) alcuni preziosi segreti per costruire trappole infallibili e catturare prede più appetibili. Inutile dire per chi sta. E il prezzo da pagare sarà molto alto.

Peeta Mellark
È il figlio del fornaio del Distretto 12 e secondo tributo estratto per la nuova edizione degli Hunger Games. Ha un debole per la compagna d’avventura, fin da quando erano bambini. Ma Katniss, per quanto attratta da lui, non si fida fino in fondo. Sospetta che ogni gesto di Peeta, anche quelli apparentemente gratuiti, siano in realtà frutto di un calcolo furbo, per accattivarsi il favore del pubblico.

Haymitch
Veterano e vincitore di una passata edizione degli Hunger Games per il Distretto 12, è il mentore di Katniss e Peeta. Personaggio singolare e stratega della competizione, in apparenza più attratto dall’alcool che dai suoi protetti, ha l’incarico di “lavorare” per loro, convincendo gli sponsor a sostenere i suoi ragazzi e raccogliendo offerte per garantire loro aiuti preziosi nei momenti di difficoltà.

Cinna
Stilista emergente di Capitol City, consulente di immagine agli Hunger Games, ha l’arduo compito di aiutare i concorrenti del Distretto 12. Perché in un mondo dove l’immagine è tutto, il modo e l’aspetto con cui i tributi si presentano al pubblico è fondamentale per partire con il piede giusto e accattivarsi le simpatie di chi decide e l’audience.

Il presidente Snow
Presidente di tutta Panem. Il potere e la crudeltà sono i suoi segni distintivi. Le sorti degli abitanti di Panem sono nelle sue mani. Gli Hunger Games sono il suo passatempo da anni. Non ha un cuore, governa senza pietà. Katniss ha osato ribellarsi e il presidente non glielo perdona: la sua vendetta arriva, implacabile


l'autrice


16 maggio 2012  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti