Ricerca avanzata
Recensione

Trent'anni e una chiacchierata con papà copertina
  • Ferro Tiziano
  • Trent'anni e una chiacchierata con papà
  • Kowalski
  • 2017

Tiziano Ferro: il libro bianco della sua vita

Uscirà il 20 ottobre per i tipi di Kowalski l'attesa autobiografia di Tiziano Ferro, Trent'anni e una chiacchierata con papà. I diari del cantante diventano un libro che racconta la sua vita, dai quindici ai trent’anni.

Brani tratti da Tiziano Ferro, Trent'anni e una chiaccherata con papà


La copertina dell'autobiografia di Tiziano Ferro è bianca. È il suo White Book per dirla alla Beatles. Nome e cognome dell'autore sono ben evidenti, di colore rosso. Il titolo di colore nero ha invece dimensioni più piccole ma non è una cosa strana. Accade per esempio anche con i thriller di Ken Follett. Sotto il titolo, la sigla identificativa del cantautore Tiziano Ferro, il TZN, scritto a mano. La cosa che immediatamente colpisce è proprio questa cover. Domanda: cosa manca? Risposta: un'immagine. Seconda domanda: quale sarebbe stata la scelta più ovvia pensando a un'immagine da mettere in copertina? Risposta: una bella fotografia di Tiziano Ferro. Per i libri di Varia, come questo, la questione non si pone nemmeno, talmente è ovvia. Per esempio, chi pubblica una biografia su Vasco Rossi, piazza in copertina una foto di Vasco Rossi. Ma questa regola non scritta vale anche quando il libro è scritto dal musicista stesso. Prendiamo ad esempio Q.P.G.A di Claudio Baglioni. La sua faccia campeggia gigante in copertina.
La copertina di Trent'anni e una chiacchierata con papà, scritto da Tiziano Ferro ed edito da Kowalski, sembra invece nascondere alcuni messaggi. Uno: non c'è bisogno di una foto autoreferenziale in copertina, basta il nome e cognome. Due: serve un profilo basso, il libro esce perché il cantante aveva bisogno di dire delle cose e non è la solita autobiografia tarocca, scritta cioè a quattro mani con un ghostwriter o tramite pesante make up operato dall'editor. Quindi qualcosa di non commerciale anche se il soggetto ad ogni disco si mangia il commercio discografico perché balza immediatamente primo in classifica.

Entrando maggiormente dentro l'autobiografia di TZN si scoprono altre differenze con le pubblicazione di Varia in catalogo. Il contenuto dell'opera è costituito dai diari di Tiziano Ferro.

“Il 20 novembre 1995 ho iniziato a scrivere un diario. Ho deciso che lo pubblicherò Il 20 ottobre 2010.”

Queste sono le parole dell'artista. Quindi ben quindici anni di riflessioni già scritte, trasferite in un libro. Una cosa diversa dall'assoldare un cantante, farsi raccontare la sua vita attarverso qualche ora di registrazione e poi costruire una biografia con la sua firma sopra. Certo, l'editor Kowalski avrà fatto il suo mestiere ma il punto di partenza è ben diverso.
Queste le prime reazioni dopo aver letto l'annuncio dell'uscita di Trent'anni e una chiacchierata con papà.

Poi, oggi in rete, la notizia più letta è stata, riassumendo, il coming out di Tiziano Ferro. Ovvero Tiziano Ferro ha dichiarato la sua omosessualità in un'intervista al settimanale Vanity Fair che gli ha anche dedicato la copertina. Il titolo del servizio è "Mi voglio innamorare di un uomo". La dichiarazione è un'anticipazione sul contenuto dell'autobiografia, più precisamente su parte di essa. Senza ipocrisie, era la bomba che tutti i gossippari si aspettavano. In questa intervista la frase più bella non è di Tiziano ferro ma di suo padre. È il cantante a riportarla quando racconta dello sfogo avuto con il genitore a proprosito del suo conflitto interiore riguardo l'omosessualità. 

«Ascoltami, la tua vita è particolare perché tu sei speciale. Impara a rispettarti. Il tuo sollievo è anche il mio sollievo».

Questa è una bella lezione. E rimanda al titolo del libro, una chiacchierata con papà

Sicuramente non sono poche le case editrici che avrebbero voluto pubblicare l'autobiografia di Tiziano Ferro. Qualcuno, sappiamo, si è dovuto fermare proprio prima del traguardo. Alla fine l'ha spuntata Kowalski, marchio del gruppo Feltrinelli, con la bravissima direttrice editoriale Daniela De Rosa. Grossa tiratura, e non poteva essere altrimenti, un lancio stampa che ha già prodotto risultati, ovvero far parlare del libro. Insomma pare un successo annunciato. Su facebook le fan di Ferro, per nulla turbate dal suo coming out, attendono il 20 ottobre, giorno dell'uscita. Il countdown è partito.

RESTANO ALCUNE CURIOSITA':

- Come scriverà Tiziano Ferro?
- Quale tecnica avrà utilizzato?
- Ci sarà similitudinne tra il suo modo di scrivere i testi per canzoni e la prosa? 
- L'autobiografia avrà una classica forma diario o ci sarà un flusso - continuo di pensieri?
- Tiziano Ferro oserà nella scrittura in prosa così come ha osato nella scrittura in metrica?
- Come tratterà i temi dell'amore e dell'amicizia? Con la stessa delicatezza mostrata nelle canzoni?
- Il libro sarà anche uno spaccato della generazione dei trentenni?
- Il tema della paura, spesso presente nelle sue canzoni, che spazio avrà nel libro?


Questi interrogativi troveranno risposta tra pochi giorni e vi ragguaglieremo a proposito. Perché, diciamocela tutta, qui abbiamo a che fare con un libro, pubblicato da un'ottima casa editrice. Per cui siamo curiosi di capire se dietro il cantautore pop Tiziano Ferro c'è anche uno scrittore e magari un futuro romanziere. Perché no.


06 ottobre 2010  

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti