Ricerca avanzata
Articolo

In libreria un giallo non manca mai...

1953 - Copertina di Irish nei Gialli Mondadori

Thriller (e non solo) da non perdere




Noir, polizieschi, thriller... che passione! Non diminuisce l'attenzione che i lettori italiani dedicano a questo genere letterario. Non potevamo perciò non segnalarvi alcuni titoli di genere appena usciti, decisamente interessanti.
Ma non perdetevi anche l'intervista a P. D. James, considerata la maggior scrittrice vivente di romanzi, e la lezione di Corrado Augias Il delitto paga, tenuta al Festivaletteratura di Mantova.


I gialli non gialli

Thriller d'autore


Keith Ablow - Nella mente del killer

Ablow è uno psichiatra e un criminologo apprezzato in convegni scientifici e consultato come perito in processi clamorosi.
I suoi romanzi godono perciò della competenza del loro autore e non hanno mai faticato a diventare veri e propri best seller.
Protagonista di Nella mente del killer è John Snow, un vero genio della matematica, arricchitosi grazie alle sue invenzioni nel campo dell’aeronautica militare.
Avrebbe tutto dalla vita (anche una bella amante oltre a una famiglia perfetta) ma ha una malattia che gli mina la mente, una particolare forma di epilessia. Per non perdere quello che è per lui il bene più prezioso decide di sottoporsi a un delicato intervento, ma proprio il giorno prima dell’intervento viene trovato morto. Tutto farebbe pensare a un suicidio, ma Frank Clevenge, lo psichiatra che collabora con la polizia la pensa diversamente e lo stesso vale per l’incomprensibile morte (accompagnata da un biglietto di commiato) della splendida amante di John.
Traduzione di Fabio Zucchella.


Maxime Chattam – Il veleno del ragno

Oregon: vengono ritrovati due cadaveri che creano sgomento persino all’anatomopatologa incaricata dell’autospia: i corpi sono anormali, le morti sono dovute probabilmente a una puntura d’insetto, ma l’esame tossicologico rivela la presenza di veleno di ragno in dosi tali da non poter essere state iniettate da alcun essere vivente. Le indagini spettano a due esperti: Joshua Brolin, ex ispettore di polizia chiamato in causa da un parente di una delle vittime, e Annabel O’Connell, investigatrice del 78.mo Distretto di New York, arrivata per l’occasione in Oregon. Quando ritrovano il terzo cadavere, avvolto in un gigantesco bozzolo di tela di ragno, come “racchiuso in un sarcofago di seta immacolata”, appeso a un albero e anch’esso completamente sviscerato, si convincono definitivamente che non avranno a che fare con un serial killer comune.
Traduzione di Giovanni Zucca.


Patricia Cornwell - A rischio

Ecco l’ultimo romanzo di questa vera creatrice di un genere nel genere, quello che utilizza le conoscenze scientifiche e le recenti scoperte tecnologiche per risolvere i casi più complessi. Suoi seguaci non solo tanti scrittori, ma anche sceneggiatori cinematografici e soprattutto televisivi.
In breve qualche cenno della trama: il detective Winston Garano viene convocato d’urgenza dal procuratore distrettuale, l’avvenente Monique Lamont, perché indaghi su di un omicidio commesso vent’anni prima e rimasto impunito.
Stupito per lo strano incarico, Garano si pone delle logiche domande: perché proprio lui? E perché impegnarsi su di un caso così lontano nel tempo? Forse la bella Monique può utilizzare la vicenda per i suoi scopi di carriera politica? C’è qualche collegamento con l’aggressione da lei subita poco tempo prima? Le più avanzate tecniche scientifiche vengono messe alla prova nella soluzione di questo mistero antico ma dalle molteplici implicazioni attuali.
Traduzione di Annamaria Biavasco.


Barry Eisler -  Rain Storm. Pagato per uccidere

Ha lavorato tre anni per la Cia, l’autore di questo romanzo che vede ancora una volta John Rain come protagonista. Ed è proprio la Cia a muovere i fili della trama dato che Rain, che aveva deciso di chiudere con la morte e di ritirarsi in Brasile, non può rifiutare una sua richiesta: deve eliminare un trafficante d’armi implicato nel terrorismo islamico.
Rain dichiara a se stesso che quella sarà la sua ultima missione, ma quando a Macao scopre che il suo bersaglio ha anche un altro killer alle costole e che forse è lui stesso una preda…
Questo romanzo ha vinto numerosi e prestigiosi premi e il suo autore è considerato dalla critica americana l’erede di John Le Carré. Interessante è la sua conoscenza autentica e profonda del mondo orientale che sa rappresentare fuori dagli stereotipi e dai luoghi comuni.
Traduzione di Gianni Pannofino.


Gianluca Floris - La preda

Ecco uno scrittore italiano, per la precisione sardo, tenore di professione e autore teatrale che ora si sperimenta nel giallo.
La caccia spietata al rapitore di un medico, Eugenio Mossa, che da mesi è tenuto prigioniero in una grotta, senza avere la possibilità di vedere la luce, in attesa che la famiglia riesca a pagare il riscatto è al centro del romanzo. Il dottor Mossa riesce a trovare dentro di sé un’energia straordinaria e anche un’astuzia che non immaginava; giorno dopo giorno inizia a instaurare un rapporto con il suo carceriere, un uomo che ha passato la vita in fuga, latitante da sempre…
A investigare sul rapimento è il capitano dei carabinieri Caforio, abituato a frequenti trasferimenti, considerato nel paesino sardo in cui era approdato uno straniero, un estraneo, mai davvero accettato neppure dai colleghi. Così Caforio sarà solo a dipanare quella matassa intricata e resa inestricabile dai silenzi, le omertà e la mancanza di fiducia nelle istituzioni.


Patrick Fogli - Lentamente prima di morire

“Originale, intenso, avvincente. Un romanzo che mancava nel panorama noir italiano”: queste le parole di Carlo Lucarelli a commento del thriller del bolognese Patrick Fogli.
La storia, come spesso capita con scrittori del capoluogo emiliano, si svolge a Bologna ma il protagonista, il mafioso Gaspare Nunia, viene da lontano. Arriva dal supercarcere di Marino del Tronto, da cui è riuscito ad evadere, per cercare di raggiungere il boss Candido Giulio, al confino da quelle parti, deciso a vendicarsi dell’uccisione, ordinata dal boss, di tutta la sua famiglia.
Il commissario Gabriele Riccardi, un uomo incorruttibile, è di stanza alla Questura di Bologna. Sulla coscienza ha un tragico errore: ha sparato e ucciso, mentre dava la caccia a Nunia, Teresa Rizzo, una ragazza che non c’entrava niente e che aveva solo la colpa di essere innamorata di Gaspare.
Anche alla ragazza del commissario però succede dopo poco un tragico scherzo: dopo aver mangiato un cioccolatino è entrata in coma e ora giace immobile e muta in un letto d’ospedale.
Il probabile colpevole, noto come “lo scienziato”, non è mai stato visto da nessuno e di lui si conosce solo la scia di sangue che da anni lascia dietro di sé.


Leila Haddad - Il principio del cavatappi

“Se vuoi ritrovarmi, devi cercare Einstein”: queste le parole scritte sul laconico biglietto lasciato da Bernard alla moglie Irène dopo un litigio e dopo la sua sparizione improvvisa dalla casa di Parigi. La donna non è molto competente in fisica e così si chiude in biblioteca per studiare, ma la materia è davvero ostica. Scoraggiata, la donna sta quasi per cedere quando incontra un affascinante giornalista scientifico, Léo che sembra sapere molte cose sia sui fatti accaduti al marito che sulle discipline scientifiche e che si offre di farle da docente. Anche il lettore potrà assistere a queste appassionanti e chiare lezioni di matematica e fisica, ma improvvisamente anche Léo sparisce così come un altro scienziato amico di Bernard. Il segreto quindi si presenta più rischioso e complesso di quanto si potesse pensare e ora sta solo a Irène riuscire a trovarne il bandolo e svelarlo.
Traduzione di Valeria Pazzi e Monica Amarillis Rossi.


Claude Izner – Il mistero di rue des Saints-Pères

Innanzitutto una curiosità: Claude Izner è il nom de plume delle sorelle Liliale Korb e Laurence Lefèvre, parigine, entrambe libraie (una sulla rive droite e l’altra sulla rive gauche della Senna) e appassionate di romanzi gialli, tanto da volerne scrivere anche loro, a quattro mani. Nasce così Vicotor Legris, libraio e investigatore parigino del XIX secolo, protagonista del Mistero di rue des Saints-Pères, vincitore in Francia del prestigioso premio Michel Lebrun.
La storia è ambientata a Parigi nel 1889, durante l’Esposizione Universale, quando la torre Eiffel, appena inaugurata, era la novità più eclatante della città. Proprio in cima alla torre, trascinata di forza dai nipoti, muore punta da qualcosa (un’ape? poco probabile!) Eugéne Patinot, prima di una serie di morti singolari nell’estate parigina. Victor Legris, il nostro libraio-detective, viene coinvolto in questa spirale di strani eventi e si trova ad indagare…
Traduzione di Chiara Salina.


Gianfranco Manfredi – Magia Rossa

Pubblicato per la prima volta da Feltrinelli nel 1983 e poi da Mondadori nei primi anni ’90, Magia Rossa è stato un romanzo cult, da riscoprire: un giallo-horror parapsicologico. La storia è ambientata a Crespi d’Adda, il Villaggio Operario vicino a Milano, in teoria un luogo perfetto che in realtà nasconde strani e orrorifici segreti. Mario Montrese, che si occupa di archeologia industriale per il Museo della Scienza, incappa casualmente in una storia legata alle repressioni del generale Bava Beccaris nel maggio 1898 e alle imprese di un mago anarchico e scapigliato, forse pazzo, Tommaso Reiner, dotato di una potenza tale da fermare i macchinari dell’industria o far scoppiare i fucili dei carabinieri puntati sugli operai in fuga con la sola forza del pensiero. Nulla di più affascinante che cercare di ricostruire la biografia di Reiner. Mario, con l’amico che gli ha raccontato la storia, Alberto Bellini e Marisa, la sua fidanzata, si dedicano all’impresa che li farà testimoni di inquietanti prodigi, di omicidi, di zombi-operai, di visioni da incubo, perché forse Tommaso Reiner è vivo…

Andreu Martín - Giudice e parte

"La notte tra giovedì e venerdì María Cruz López Codillo, di ventitré anni, domiciliata a Sant Martí del Congost (Pallars), è stata trovata uccisa a coltellate. Il corpo della giovane era disteso sulla neve, nei pressi di una fermata d'autobus della piccola località. L'aggressore, colto in flagrante, è stato assicurato alla giustizia". Così inizia questo giallo che non potrà deludere il lettore, come del resto accade per tutti i libri editi da Alacran, piccola casa editrice specializzata, dalle scelte raffinate e intelligenti. Il colpevole trovato sarà davvero colpevole? E la giustizia è interessata a trovare il vero omicida? A raccontarcelo è un autore catalano che può vantare tre Premi Hammett e un Premio Ateneo de Sevilla.
Traduzione di Andrea Carlo Cappi.


Andrew Taylor – Il ragazzo americano

È un perfetto mix tra storia e immaginazione, tra crime fiction e romanzo storico, ma anche un omaggio straordinario a Edgar Allan Poe divenuto, grazie alla penna di Taylor, uno dei protagonisti di una complessa vicenda ambientata nell’Inghilterra del 1819.
Un misterioso uomo d’affari americano e il suo segretario, un nero imponente e signorile, arrivano nel novembre di quell’anno a Londra. Poco tempo dopo il loro sbarco, una delle più importanti banche cittadine fallisce, mentre viene ritrovato il cadavere di un ricco uomo d’affari e un curioso personaggio dagli occhiali azzurri scompare… Ben presto nell’intricata vicenda viene coinvolto un povero insegnante di greco e latino, Thomas Shield, costretto forzatamente a dipanare il filo complicato della storia, tra prostitute e ladri, gentiluomini e nobildonne, perché un’oscura macchinazione sta cercando di stritolarlo tra il Nuovo Continente e la vecchia Europa...
Traduzione di Roldano Romanelli.



02 ottobre 2006 Di Grazia Casagrande e Giulia Mozzato

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti