Ricerca avanzata
Articolo

Innamorarsi con Lucio Battisti, parla la vedova di Mick Ronson


Nel 1974 il musicista inglese Mick Ronson incideva Music Is Lethal, cover di una canzone di Lucio Battisti Io vorrei... non vorrei... ma se vuoi... Perchè? Per amore come ci racconta in esclusiva su Wuz.it, la vedova Suzi Fussey-Ronson



Abbiamo recentemente provato a sentire la vedova di Mick Ronson, Suzi Fussey, a proposito della versione inglese di Io vorrei... non vorrei... ma se vuoi... Suzi Ronson dichiara di aver scritto di suo pugno il testo della cover. Nei credits abbiamo invece sempre letto il nome di David Bowie, che più volte si è dichiarato estimatore di Lucio Battisti. Ci riserviamo il ruolo di semplici cronisti lasciando per ora senza una effettiva soluzione la questione.

SUZI RONSON: CHE BELLO SENTIRTI. SONO SUZI RONSON, LA MOGLIE DI MICK, E VOLEVO CORREGGERTI RIGUARDO IL TESTO DI MUSIC IS LETHAL: IL TESTO È MIO, NON DI DAVID! IO E MICK CI SIAMO INNAMORATI IN ITALIA E ABBIAMO ASCOLTATO UN SACCO DI MUSICA ITALIANA. ECCO PERCHÉ LUI HA REGISTRATO QUELLA CANZONE DI LUCIO BATTISTI.

Mick Ronson

Mick Ronson vede legato il suo nome a quello del principe del glam rock David Bowie. Ha infatti curato gli arrangiamenti di molti suoi dischi e ha prodotto con lui l'album Transformer di Lou Reed. Ma molti altri sono gli artisti con cui Ronson ha collaborato nella sua carriera, tra questi Bob Dylan, Ian Hunter, Van Morrison, John Mellencamp, Morrissey, Elton John, Roger McGuinn, Meatload, David Johansen e Roger Daltrey. Nel 1974 Mick Ronson incide il brano Music Is Lethal, la versione inglese riarrangiata di Io vorrei... non vorrei... ma se vuoi... di Lucio Battisti.

Il sito ufficiale


Il testo di Music Is Lethal

My friend myself
Boredoms hero
Prince of the alleys
Stumble falling to a winsome table in search of wine

Mulatto hookers,
Cocaine bookers, Troubled husbands
Stolen freedoms, that only evening unfolds to shine

Through the twisting inn of screaming pleasure
Two wet lips of infant leisure smiled
Could I grasp at the stars?
As they play your night blue hair

Sable eyes, Ebony thighs
She shines forever
Dancer be, dancing free
She shines for me

So a masked man should mourn
The passing of night time
The long metal dirge
We were prisoners no more
Of the near fallen angels
She will shine on for me

Let the panting begin
Though the music is lethal
Let the night take me in
You know the daybreak shall win
She will shine on forever
He will shine on for me

While jeering waiters grope at your shoulders
I drink your kisses
Exquisite room, my charming tomb
I see the man

With marble hands
Your smooth pimp, piranha
Cradles my swimming head
Cracks his glass, into my face, I'm thrown away

And then I'm tossed a' bleeding out on the street
And ask me, John do I have to drag you away?
And I curse where I lay
Have made me bow with thanks some day

Ten thousand engines skid unwielding
Puncture my skin
Bait and taunt
For me to run, back to my rooms

Though the bad taste of sleep
Clutching my pillow
In anger I weep
She will cry on my chest
She will shine on forever
She will shine on for me

Let the tempting begin
Though the music is lethal
Let the night take me in
Though the daybreak shall win
She will shine on forever
She will shine on for me


15 settembre 2008 Di Francesco Marchetti

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti