César Aira
Il mago

Una città doveva essere reale! Non c’era bisogno che fosse New York o Parigi: per quanto piccola potesse essere, una città conteneva tante storie, e le storie si collegavano tra loro in tanti modi, tramite tanti bordi o fili sciolti, che per forza il loro insieme doveva andare oltre le elucubrazioni di un uomo, anche se fosse stato “il miglior mago del mondo”.

James Ellroy
Jungletownn jihad

“La mediazione. Mi fa sentire tenero. Me ne sto seduto senza muovere ciglio a fantasticare della mia vita. Non ho bisogno di farmi una donna per amarla”.

José Ortega y Gasset
Idea del teatro

“Che cos’è il teatro? La cosa teatro, come la cosa uomo, è molte, innumerevoli cose differenti che nascono e muoiono, variano, si trasformano sino al punto di non somigliarsi, a prima vista, per niente tra loro.”

Delfina Rattazzi
Say goodbye

“In Like a rolling stone Bob Dylan canta che il grande sogno americano è finito. Un’utopia irrealizzabile. Come tutti i sogni infranti semina schegge di vetro che feriscono più che altro chi ha tentato di scendere a patti con la coscienza.”

Marco Santagata
L’amore in sé

“Fabio custodiva gelosamente il segreto del suo amore per Bubi – perché il suo, ne era più che sicuro, era proprio amore.”

Manuel Vázquez Montalbán
Contro i gourmet

“A chi venne in mente di conservare il baccalà sotto sale? A chi di dissalarlo e poi sottoporlo all’alchimia dell’olio bollente prima e di quello tiepido poi, dell’aglio, del peperoncino, della casseruola, del ritmico movimento della casseruola? A chi? Perché?”

17 marzo 2006