Elizabeth Bishop
Miracolo a colazione

“A sera, qualche cosa alle mie spalle.
Trasalisco un istante, tremo,
o rimango di sasso e brucio.
Non so più che età ho.

Al mattino è diverso.
Mi sta di fronte un libro aperto,
troppo vicino per leggerlo con agio.
Ditemelo voi quanti anni ho.”

Barbara Garlaschelli
L'una nell'altra

“Specchi in cui uno vede se stesso, così com’è e come l’altro lo vede. Questo sono gli occhi degli altri. E vedere i tuoi è uno strazio. Vattene e ritorna più tardi, magari fra trent’anni; ne riparleremo.”

Kazuo Ishiguro
Non lasciarmi

“Se nessuno parla con voi,- proseguì,- allora è compito mio. Il fatto è, per come lo vedo io, che vi hanno detto e non detto allo stesso tempo. Vi hanno detto, ma nessuno di voi ha capito realmente di cosa si trattava, e oso aggiungere che per qualcuno va benissimo così. Ma non per me. Se volete avere la possibilità di condurre delle vite dignitose, allora dovete sapere come stanno le cose, e saperle fino in fondo.

P. D. James
Brividi di morte per l’ispettore Dalgliesh

“Così non rimaneva che la paternità. Non impegnarsi in questo tributo universale all’ottimismo umano era, per un romanziere, lasciare una lacuna di esperienza che poteva limitare le possibilità del suo talento.”

Rachel Seiffert
Brevi distanze

“Non è sicuro, naturalmente, ma nostro padre ha vissuto con loro per un periodo, durante gli ultimi anni di scuola di Sascha. Non si sa quale informazione abbia attirato l’attenzione della Stasi su di lui, capisci? Sascha dice di aver letto nel suo fascicolo cose che solo nostro padre poteva sapere.”

Simona Vinci
Stanza 411

“Tutte queste parole che ho appena scritto, sono vere, e allo stesso tempo sono bugie: l’amore sa travestirsi, convincerti di essere qualcos’altro. Si rivela a distanza di anni, in gesti che credevi di avere rimosso, in lacrime che ti sembravano poco sincere, in volti che hai creduto di potere dimenticare. E ogni volta, ci si reinventa una prima volta.”

3 marzo 2006