I libri di Gianni Fantoni sono ordinabili presso Internet Bookshop



Gianni Fantoni

Gianni Fantoni, cabarettista e imitatore, approda nel 1991 al Maurizio Costanzo Show, dove grazie alla sua comicità basata sulla mimica facciale e sull'imitazione di oggetti, frutta, verdura e concetti astratti, raccoglie pareri positivi da parte del grande pubblico. Al cinema ha interpretato, fra gli altri, Ma quando arrivano le ragazze? (2004) di Pupi Avati, Operazione Rosmarino (2001) di Alessandra Populin e Fantozzi 2000 - La clonazione (2000) di Domenico Saverni. Ha alternato apparizioni in televisione, tra cui Striscia la notizia e Paperissima Sprint di Antonio Ricci e Involucri pericolosi, uno spettacolo teatrale scritto, diretto e interpretato da lui. Nel 2000 è nel cast di Zelig su Italia 1 e nel 2003 ha condotto Striscia la Notizia su Canale 5. Appassionatissimo di alta tecnologia, è uno dei pochi attori comici che si occupa in prima persona del proprio sito internet, attivo fin dal 1997, ricco di foto, disegni e quant'altro di curioso e divertente.


Qual è il suo rapporto con il libro?

Mi piace possederli, toccarli, sceglierli oltre che leggerli. Ogni volta che entro in una libreria non posso uscire a mani vuote. Naturalmente, pago!
Ne ho in grande numero e non riesco a separarmene: dove soggiorno ne ho ovunque, sparsi in mobili o impilati a casaccio.

Quali i testi da lei più amati?

Le biografie dei grandi comici. Una su tutte: Groucho e Io, l’autobiografia di Groucho Marx.

Quali libri sono stati fondamentali per la sua formazione?

Difficile ricordarne uno in particolare, ma i libri dei grandi comici senz'altro hanno instillato in me un grande entusiasmo con la conseguente voglia di emulazione che mi ha spinto a impegnarmi sempre di più in questa attività. Forse la lettura dei primi tre libri di Woody Allen (Citarsi addosso, Saperla lunga, Effetti collaterali ) sono stati "il punto di non ritorno" anche se poi i miei modelli sono stati altri.

Il libro che ha ora sul comodino

Ma il mio comodino ne ha impilati sommariamente almeno venti! Quello che ho appena terminato di leggere Vent'anni che non dormo di Marco Archetti.

Un testo da leggere a voce alta

Il primo libro di Fantozzi di Paolo Villaggio. Se si riesce ad imitare anche la voce del protagonista ancora davvero irresistibile.

Un testo da regalare ad un amico

Diario Notturno di Ennio Flaiano.

Come sceglie i suoi libri?

A impulso. Entro in una libreria, la giro tutta e scelgo tra quelli esposti. A volte leggo recensioni o articoli su un determinato testo e in quel caso entro e chiedo direttamente al personale senza avventurarmi tra gli scaffali esposti con un ordine preciso, accessibile per solo ai grandi iniziati.

Ha un aneddoto da raccontare legato a un libro?

Da ragazzino, in centro a Ferrara, vidi su una bancarella Il meglio del peggio di Marcello Marchesi. Avevo pochissimi soldi in tasca, ero indeciso. Feci il giro della piazza a pensarci se ne valeva la pena o no. Decisi per il sì e tornai sul punto ma il libro non c'era più. Ci sono rimasto malissimo. Non l'ho mai più trovato o letto.

Quali libri porterà con sé nella prossima vacanza?

Dipende da cosa troverò alla libreria dell'aeroporto… Per sicurezza me ne porterò uno qualsiasi dell'enorme Georges Simenon, uno dei miei scrittori preferiti.

Di Piera Passalacqua 


10 febbraio 2006