SPORT E SPETTACOLO

Gino Paoli
Sapore di note
I miei affetti, i miei valori, le mie passioni

“Genova è una città che ti comprime, ti chiude in cantina a fermentare fino a sentirti una bombola di gas surriscaldato, finisce che esplodi e diventi un Beppe Grillo o un Renzo Piano, due amici, Renzo addirittura mio compagno di scuola”

Gino Paoli è uno dei più grandi esponenti della scuola genovese della canzone popolare. Nelle sue canzoni abbiamo imparato a conoscere un poco quel mondo di amori, soffitti viola, gatte, amici al bar. Ora possiamo approfondire questa conoscenza grazie a un libro-confessione, che Paoli ci regala. Tanti racconti. Tante schegge, fotogrammi dell’infanzia, adolescenza e maturità dell’artista ligure.

Leggere Paoli

Gino Paoli. Una lunga storia d'amore. Con DVD
Noi due, una lunga storia
La gatta. Con CD Audio


Ascoltare Paoli

Live
Ti ricordi? No non mi ricordo
Amori dispari
Appropriazione indebita
King Kong Paoli
Matto come un gatto
Pomodori
Senza contorno solo…per un'ora
Se
L'ufficio delle cose perdute
Cosa farò da grande
Cubo


Vedere Paoli

Gino Paoli. Matto come un gatto
Vanoni & Paoli Live. Ti ricordi? No, non mi ricordo
Gino Paoli. Tv Recital
Questo pazzo, pazzo mondo della canzone


La scuola di Genova

Fabrizio De André
Umberto Bindi
Luigi Tenco
Bruno Lauzi

Di Francesco Marchetti

Sapore di note. I miei affetti, i miei valori, le mie passioni di Gino Paoli
164 pag., ill., Euro 14,00 - Laterza
ISBN: 88-420-7655-4

Le prime righe

OGNI RIFERIMENTO A FATTI
O PERSONE REALI È PURAMENTE INVENTATO

Alcuni anni fa uno dei pochi veri amici che ho, Arnaldo Bagnasco, mi chiamò per informarmi che voleva scrivere un libro su di me. «Dobbiamo vederci», fa, «e parlare un bel po'». «Passiamo notti intere e albe a raccontarci di tutto da che eravamo ragazzi, che cosa dirti che già non saprai?». Finii per dargli retta. Venne a cena a casa mia e cominciammo. Se io ricordavo un fatto vissuto insieme, lui interveniva raccontando un dettaglio che ne evocava un altro a me e avanti così, passandoci una palla che avrei creduto a scacchi bianchi e neri. Invece era di tanti colori, che cambiavano rotolando come fosse stata fotosensibile. Ricordavamo un'esperienza comune in due modi diversi, che parlando ne creavano un terzo, un quarto e avanti finché non finiva il whisky. Mi guardo le spalle, perché non so mai che cosa aspettarmi dal passato. E c'è chi vorrebbe leggere il futuro!


© 2005 Gius. Laterza & Figli


L’autore

Gino Paoli è nato a Monfalcone (Gorizia) il 23 settembre 1934 ed è cresciuto a Genova. La sua è una tempra creativa e anarchica che lo ha reso prima studente irrequieto, poi lo ha guidato verso l'espressione d'arte, come pittore e cantautore. Tramite l'amico musicista Gianfranco Reverberi ha conosciuto Nanni Ricordi, che cercava nuovi talenti della canzone, II suo primo successo, La gatta, è del 1960. L'anno seguente incide Il cielo in una stanza e Senza fine; nel 1963, Sapore di sale. L'impatto inatteso con la celebrità lo ha spinto a ritirarsi dalle scene per qualche tempo. A quegli anni sono seguiti l'impegno politico e il ritorno trionfale alla musica. Il suo ultimo tour Ti ricordi? No non mi ricordo è con Ornella Vanoni.


19 dicembre 2005