I dischi di Roberto Angelini sono ordinabili presso Internet Bookshop



Roberto Angelini e Rodrigo D’Erasmo

Proponiamo dei consigli di lettura doppi. L’occasione ci è data dall’uscita del disco di Roberto Angelini e Rodrigo D’Erasmo, PongMoon - Sognando Nick Drake (Storie di note – 2005). È un omaggio a Nick Drake, il padre riconosciuto del new acoustic movement che nel 1972 incise Pink Moon.
PongMoon ripropone anche la celebre copertina di Pink Moon con una variazione fatta di pongo, materiale del quale Angelini è un maestro indiscusso. Tenendo spesso mostre d'arte con le sue opere di pongo. Vediamo quali consigli e quali combinazioni letterarie sono nate da questa intervista combinata.


Che tipo di lettori vi definireste?

R.A.: Curioso e purtroppo un po’ altalenante.
R.D’E.: Appassionato, critico e un po’ snob.

Ci sono dei momenti particolari in cui preferite leggere?

R.A.: Ogni momento è buono. Soprattutto quando ho bisogno di nuovi stimoli.
R.D’E.: In viaggio, per lo più.

Cosa state leggendo in questo momento?

R.A.: La nausea di Sartre.
R.D’E.: L'era del porco di Gianluca Morozzi.

Cerchiamo di raccontare un po' la vostra storia abbinando se possibile un libro a un periodo:

- il libro/i dell'infanzia?

R.A.: Il piccolo principe, Il barone rampante.
R.D’E.: I cinque libri di Gianni Rodari.

- il libro/i delle prime esperienze sentimentali?

R.A.: L'insostenibile leggerezza dell'essere di Milan Kundera.
R.D’E.: I racconti di Carver.

- il libro/i dell'incontro con la musica?

R.A.: Le provenienze dell'amore di Stefano Pistolini. Indispensabile per chi si avvicina alla musica di Drake.
R.D’E.: La meravigliosa e pallosissima Storia della musica dell'EDT studiata per l'8° anno di violino.

- il libro/i dei primi successi?

R.A.: Il soccombente di Thomas Bernard. Me lo consigliò un amico.... Mette a dura prova chiunque abbia velleità d’artista.
R.D’E.: Alta fedeltà di Nick Hornby.

Come scegliete un libro?

R.A.: Capita che me lo consiglino. Oppure, come mi è successo l'ultima volta, entro in libreria e vado a istinto. Mi piace comunque approfondire un autore o un periodo.
R.D’E.: Per sentito dire, su consiglio della mia amata (lettrice e intenditrice inarrivabile), da recensione attendibile, in libreria per pura curiosità.

Possedete un iPod? Quali canzoni avete inserito?

R.A.: Sì, ce l'ho. Dentro c'è di tutto: da Miles Davis ai Coldplay, dai Beatles a Wes Montgomery, dai Radiohead ai Sigur Ros...
R.D’E.: Sì, essendo un 40 GB buona parte della mia discografia.

Perché questo remake di Nick Drake?

R.A.: Per amore prima di tutto.
R.D’E.: Per amore, tanto amore coltivato negli anni e finalmente esploso anche grazie all'incontro con Roberto, mio alter ego in questo viaggio.

Cosa c’è di Angelini e di D'Erasmo nel disco?

R.A.: C'è la nostra sensibilità nell'interpretare le musiche di Drake.
R.D’E.: Il rispetto per l'opera di Drake, l'amore di cui sopra, un attento lavoro di ricerca,le nostre competenze tecniche e di gusto e tanto cuore.

Di Francesco Marchetti 


25 novembre 2005