PER I PIU' GRANDI

Patrizia Rossi
Chris prima della guerra

I nostri ragazzi in questi anni sono stati tempestati, dopo l’11 settembre in particolare, da immagini, servizi giornalistici, approfondimenti, dibattiti, fatti e notizie che ruotano attorno alla guerra e al terrorismo. La loro paura e il senso di insicurezza sono indubbiamente aumentati, così come lo sono la sensibilità e l’attenzione nei confronti di certi temi. Patrizia Rossi ha scelto una protagonista italiana ma che studia musica in Gran Bretagna, per trattare tutte queste tematiche, naturalmente senza dimenticare la spensieratezza e la gioia di vivere che accomuna gli adolescenti di tutto il mondo, quando possono vivere la propria età liberamente. Accanto alla guerra, al pacifismo e all’amicizia (altro tema importante del romanzo) troviamo la musica, che si presenta subito al lettore con una citazione dal testo The tide is turning di Roger Waters. La musica intesa come un modo per avvicinare i giovani e trasmettere messaggi di speranza e pace.

Chris prima della guerra di Patrizia Rossi
227 pag., 12,00 Euro – Edizioni Fabbri (Contrasti)
ISBN 88-451-1286-1

Le prime righe

UNO
777 giorni all'inizio della guerra

Un gabbiano bianco le attraversa il sonno. Apre gli occhi e la luce appannata di azzurro le svela una stanza sconosciuta. Sbatte le palpebre ma i ricordi non corrono in suo aiuto. Per un attimo fantastica di trovarsi nella cabina di una nave.
«Margherita mi ha portato in crociera» dice, strofinandosi gli occhi. Con il braccio sfiora una tenda. Blu come un ciclo notturno.
Si siede sul letto. La moquette ruvida sotto i piedi nudi. Fissa la distesa di losanghe e ricorda di essere a Southampton. Nella sua nuova stanza. In un appartamento al secondo piano di un edificio di mattoncini rossi.
Ascolta un treno che tartaglia. Si affaccia alla finestra ma un muro sormontato da fronde di alberi contorti le impedisce di vedere i binari.

© 2005 RCS Libri


L’autrice

Patrizia Rossi laureata in filosofia e diplomata alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano, dopo aver fatto la fotografa e la performer creando spettacoli nel proprio appartamento, nel 1992 è tornata al primo amore, la scrittura. Da allora ha pubblicato numerosi romanzi e con Fabbri Brividi d'estate (con cui ha vinto il Premio Bancarellino), Il gioco delle perle di drago e Mi chiamo Druw.
Per contattarla: pattiross@patriziarossi.com


28 novembre 2005