Peter Ackroyd
I fratelli Lamb

“L’ho trovata. Ho trovato una nuova tragedia. Tutti pensavano che fosse andata perduta, ma non è così.”
“Credo di indovinare ciò che intendete…”
“Sì. Fra quelle carte c’era una tragedia di Shakespeare. Il manoscritto completo.”

Renzo Agasso
Il caso Ambrosoli

“Anna carissima”. Quando Annalori trova la lettera tra le carte di Giorgio, una mattina di febbraio del 1975, si sente morire. Forse ha già intuito il rischio che corre suo marito. Ma quel pezzo di carta è un testamento. Allora Giorgio è davvero in pericolo.”

Roberto Alajmo
Palermo è una cipolla

“Guardando dal finestrino hai il tempo di formulare pensieri del genere, di struggerti di fronte a tanta bellezza, persino di riflettere sull’ipotesi di mollare tutto per venire a vivere da queste parti. E quando ormai la tua testa si è scaldata all’idea di un’estate perenne, ecco che subito arriva un contrordine.”

Murakami Haruki
Tutti i figli di Dio danzano

“Yoshiya si tolse gli occhiali e li ripose nel loro contenitore. Danzare non è male, pensò. Non è niente male. Chiuse gli occhi, e sentendo sulla pelle la luce bianca della luna, da solo, cominciò a danzare. Poiché non gli veniva in mente una bella musica che si adattasse al suo stato d’animo, danzò in accordo col fruscio dell’erba e il fluttuare delle nuvole. A un tratto si rese conto che qualcuno lo stava guardando. Riuscì a percepire distintamente di essere nel campo visivo di qualcuno. La sua pelle, le sue ossa, lo captarono. Ma di questo non gli importava nulla. Chiunque fosse, se voleva guardare, guardasse pure. Tutti i figli di Dio danzano!”

Clare Sambrook
Harry non ha paura

“Cercai invece di pensare ad altro, a qualunque cosa d’altro. Al nonno, che marciava in battaglia al ritmo dei tamburi. A ma’ e pa’, e alle liti che non finivano mai. Alle lacrime di rabbia di zia Joan. Alla bottiglia spaccata. A quel che bisognava fare. Era tardi. Ero disperato. Non riuscivo più a riordinare le idee.”

Gonçalo M. Tavares
Il signor Valéry

“Il signor Valéry era distratto. Non scambiava sua moglie per un cappello, come succedeva a qualcuno, ma scambiava il cappello per i suoi capelli.”

23 settembre 2005