Barry Gifford
I vecchi tempi e altre storie

“La vita va avanti e si cerca di ignorare l’inevitabile, di nascondere lo squallore, di fingere di non essere ridicoli o spregevoli, di non riconoscere i sintomi di una malattia grave. Ma tutti, pare, dobbiamo soccombere. I miei sforzi in direzione dell’immortalità sono confluiti in un insieme di opere che chiunque può contemplare senza l’interferenza di una spiegazione…”.

Miljenko Jergovic
Le Marlboro di Sarajevo

“Non avevo mai pensato che le lacrime potessero scorrerti dentro, ci sarà qualche canale, ma quanto abbiamo pianto quella notte! Come matti! Domo, appena rientrato dalla prima linea, mi ha detto di aver pianto pure lui, però ogni giorno spara in quella direzione. È soffice l’animo umano, ma solo se lo pigli per il verso giusto.”

Valerio Neri
Anna e il Meccanico

“Avevo lasciato Bruno in piedi, vicino alla Guzzi, con le braccia lungo i fianchi e il viso triste: arreso, senza più ira, senza rabbia. Mi aveva intenerito vederlo in quel modo, quasi gli avessi rubato l’allegria, che sentivo invece tambureggiare dentro di me, come un’orchestra di musicisti ubriachi. Aveva una dolcezza forte, il mio meccanico, che mi lasciava nel cuore una sensazione di morbidezza solida: simile al materasso di un letto, un calore su cui mi potevo poggiare.”

Frederick Taylor
Dresda

Dresda, l’antica Dresda fittamente edificata, era in fiamme molto prima della mezzanotte e forse non sarebbe potuta essere salvata, anche se la seconda ondata di bombardieri non fosse mai arrivata. Il numero delle vittime sarebbe stato alto, paragonabile a quello di altre incursioni analoghe lanciate sui centri storici di antiche città durante la guerra area.

Pelham G. Wodehouse
Piccadilly Jim

“Nulla è suscettibile di variazione quanto l’emozione che ci coglie nel vedere il nostro nome stampato quando meno ce lo aspettiamo. Possiamo balzare al settimo cielo o precipitare all’inferno. Jimmy precipitò all’inferno”.

Banana Yoshimoto
L’abito di piume

“Pensai che la gentilezza disinteressata delle persone, le loro parole spassionate, fossero come un abito di piume. Avvolta da quel tepore, finalmente libera dal peso che mi aveva oppresso fino a quel momento, la mia anima stava fluttuando nell’aria con grande gioia.”

2 settembre 2005