NIC
Narrazioni in corso

Realizzato dai docenti della Scuola Holden in collaborazione con i disegnatori della Scuola del Fumetto di Milano, questo saggio intende ragionare sulla scrittura narrativa a partire da uno dei luoghi nei quali sulla scrittura narrativa si riflette più accuratamente, vale a dire i laboratori di scrittura.;

Stephen Amidon
Il capitale umano

“Anche le strade erano cambiate. Trasformate in vie senza uscita”.

Luisa Carnielli
La lotteria

“Le ondate di visitatori seguono le cadenze delle lotterie e il Ministero ha imparato a prevederne i flussi e all’occorrenza pilotarli. La frequenza delle lotterie dedicate a un singolo popolo è influenzata dall’andamento economico della nazione, dalla sua disponibilità al gioco.”

Gitomi Kanehara
Serpenti e piercing

“Non so perché, ma le sue parole ebbero su di me un enorme potere di persuasione e annuii convinta. Ripassai con la mente tutte le forme di modificazione corporea che conoscevo. La fasciatura dei piedi, i fianchi costretti nelle guaine, i colli allungati che si vedono in alcune tribù.”

Frank Schätzing
Il quinto giorno

“Johanson sobbalzò e si fermò. Là dove, fino a poco prima, i frangenti avevano sferzato la spiaggia, adesso si estendeva una piana fangosa da cui spuntavano rocce piatte. Il mare si era ritirato. Doveva essere successo nel corso degli ultimi minuti. In ampie zone si vedeva solamente il terreno. Neppure un terremoto avrebbe provocato un effetto simile in così breve tempo. L’acqua si era ritirata per centinaia di metri. Nelle sue orecchie risuonò un rumore, crebbe, divenne più alto. In un primo momento, lui pensò a un grande aereo che sorvolava l’acqua a bassa quota e che si era fermato sull’isola. Ma quello non era il rumore di un aereo. Sembrava un brontolio di un temporale in avvicinamento, solo era troppo uniforme... Non potevano essere tuoni e non cessava...”

Jim Shepard
Project X

Giro per la stanza. Ogni tanto mi accovaccio a terra e spingo le mani l’una contro l’altra fino a farle tremare. Poi mi rialzo e cammino avanti e indietro.
Prendo il telefono e digito le prime tre cifre del nostro numero, seguite da altre quattro cifre a caso. Risponde una segreteria telefonica. Dopo il bip dico:-Benvenuti al tiro al bersaglio,- e riaggancio.”


27 maggio 2005