DAVANTI E DIETRO LO SCHERMO - IL ROMANZO DEGLI UOMINI
DAVANTI E DIETRO LO SCHERMO
Stefania Giacomini
Alla scoperta del set
Con venti personaggi che il cinema lo fanno

“L’attesa, a volte interminabile, tra una scena e l’altra, gli orari molto duri: fino a qualche anno fa ci si alzava prestissimo e si tornava tardissimo a casa. Quando inizi un film, sei ‘catturato’ dal set, penalizzando i tuoi momenti liberi e, soprattutto, gli affetti e la famiglia”

Jean Lacouture
Divina
Il racconto della vita di Greta Garbo

“Per chi come noi, senza voler minimizzare il mito dell’ammaliatrice solitaria, considera la Garbo una delle attrici di questo secolo che, a partire dall’incanto provocato dal suo viso e dal suo sguardo, si è impegnata da Camille e Ninotchka a diventare un’attrice senza pari nell’universo del cinema, questo libro potrebbe concludersi mezzo secolo prima della sua morte...”


IL ROMANZO DEGLI UOMINI
Kate Christensen
Il lamento di Epicuro

“Okay, non c’è nient’altro da scrivere e nient’altro da fare. È l’ora dell’Ultima Sigaretta, quella che Zeno ha fumato per tutta la vita; ma la mia è davvero l’ultima.”

Mauro Covacich
Fiona

“Devo restare sveglio finché non si addormenta. Quando la prendo in braccio per portarla a letto, Fiona è come un grosso gatto, dà sempre l’impressione di essere vigile, pronta a scattare, anche se ronfa. Il che mi regala l’illusione che i bacini sul collo non siano proprio un furto. Magari anche lei mi lascia fare, mi dico.”

Agota Kristof
L’analfabeta

“Come sarebbe stata la mia vita se non avessi lasciato il mio paese? Più povera, penso, ma anche meno solitaria, meno lacerata, forse felice.
La cosa certa è che avrei scritto, in qualsiasi posto, in qualsiasi lingua.”

Jeffrey Moore
Gli artisti della memoria

“La magia di quelle parole aveva affascinato Samira come un incantesimo, e Norval come un brutto sogno. È tutto sbagliato – pensava – a diversi livelli… La mente di Noel ruotava come un frullatore, tritando, miscelando, strapazzando forme multicolori.”


4 febbraio 2005