FILOSOFI D'OGGI - TRA STATI UNITI E INGHILTERRA - VITE
FILOSOFI D'OGGI
Richard Rorty, Gianni Vattimo
Il futuro della religione
Solidarietà, ironia, carità

“Le differenze tra Vattimo e me si riducono alla sua capacità di cogliere il sacro in un evento passato e al mio senso del sacro come qualcosa che può risiedere solo in un futuro ideale.” Richard Rorty

“Come la letteratura occidentale non sarebbe pensabile senza i poemi omerici, senza Shakespeare, senza Dante, così la nostra cultura nel suo più ampio insieme non avrebbe senso se volessimo tagliarne via il cristianesimo.” Gianni Vattimo


TRA STATI UNITI E INGHILTERRA

The best of McSweeney's
Volume Primo

“Lo struzzo è una roba poetica, lasciatevelo dire. La sua vita è costellata di tragedie. L’uccello più grande sul pianeta Terra. Lo struzzo è alto quasi due metri e mezzo e pesa un centotrenta chili e ha un cervello appena più grande di quello di un piccione. Ha zampe con due sole dita. Può raggiungere una velocità pari a ottanta chilometri all’ora e, credetemi, io li ho visti correre. Immaginate di trovarvi all’altro capo del nostro allevamento di struzzi, il Rancho Double Zero, con in mano un boccale dei Cleveland Indians zeppo di mais, e uno struzzo vi carica a tutta velocità come un TIR sull’autostrada. Come se vi piombasse addosso un piccione, tranne che quel piccione ha la stazza di un furgone.”

da: Double Zero di Rick Moody



Alan Bennett
Signore e signori

“Mi sono seduto sul letto a leggere una delle mie riviste. Ho la sensazione che qualcuno sorvegli questa casa, ma non riesco a vedere nessuno. Un paio di volte mi è anche parso di sentir bussare, ma non sono sceso per paura di non trovare nessuno.”

David Peace
Millenovecento80

“E poi, da qualche parte, mi torna in mente che è quasi Natale, e di colpo mi odio, mi domando cosa credevo di fare, cosa credevo che avrei fatto, perché i brutti sogni non se ne vanno, si limitano a restare brutti, come i mal di testa e il mal di schiena, l’omicidio e le menzogne, come le urla e i sussurri, le grida dei cavi e dei messaggi, come le voci e i numeri…”.


VITE
Scott Donaldson
Hemingway contro Fitzgerald
Il racconto di un'amicizia difficile

“Ciò che Fitzgerald amava di Hemingway era la versione idealizzata di quel tipo d’uomo – coraggioso, stoico, autorevole – che lui non sarebbe mai stato. Ciò che Hemingway amava di Fitzgerald era la vulnerabilità e il fascino che il personaggio in cui si era calato gli imponeva di disprezzare. In effetti, erano tutti gli ingredienti di una storia toccante: quella di un grande scrittore che non si risparmia le umiliazioni, cercando invano il sodalizio con un altro scrittore dal cuore duro come la pietra.”

José Manuel Fajardo
Vite esagerate

«Ho scoperto diversi anni fa che sono le vite degli altri a meritare di essere raccontate. E solo attraverso di loro sono riuscito a comprendere qualcosa della mia”.


21 gennaio 2005