10 ANNI E PIU'

David Lee Stone
La catastrofe Rattastrofica. Le cronache di Illmoor. Vol. 1

“Sui tetti di Dullitch apparve un’ombra. Sembrava che danzasse, esibendosi in figure contorte molto complicate, risultato di un’abilità incredibile, di un allenamento costante o di una goffaggine cronica.”

Ricordate la fiaba del Flauto Magico? In questo libro si parte proprio da un evento simile a quello celeberrimo del flautista che libera con il suono incantevole e incantatore del suo flauto la città dai topi.
Nel nostro caso Diek Wustapha, lo straordinario suonatore che ha liberato vie, strade e case dai numerosissimi e malefici topi che le avevano invase, non ha però nessuna ricompensa e la cosa lo irrita davvero molto.
Così quando dalla città di Dullitch scompaiono tutti i bambini il primo a essere considerato responsabile di quello sconcertante fatto è proprio il mago Diek e inizia così la sua ricerca. A dargli la caccia sono Gordo Asciadoro, Groan Denteavvelenato, mercenari di professione, e Tambor Forestall, uno stregone piuttosto imbranato. Un giovane ladro dall’animo buono, Jimmy Stincodisanto, si unisce al terzetto.
Il gruppetto degli inseguitori è piuttosto composito, ma le loro avventure, a metà comiche e a metà eroiche, li porteranno là, dove il mago li aspetta, il monte Twelve, infestato da orchi e giganti…

La catastrofe Rattastrofica. Le cronache di Illmoor. Vol. 1 di David Lee Stone
Titolo originale: The Illmoor Chronicles: The Ratastrophe Catastrophe
Traduzione di Alessandra Osti
247 pag., Euro 15,00 – Edizioni Buena Vista
ISBN: 88-8437-194-5

Le prime righe

Prologo


Durante il Trievo, da una costola impazzita del continente di Illmoor nacque una città assai diversa da ogni altra.
Uomini inetti la governavano, lasciandola in balia di efferati assassini, ladri astuti e criminali di mezza tacca. Fu così che Dullitch, questo era il suo nome, si guadagnò ben presto una triste reputazione, disprez-zata dai più ed evitata come la peste dai viandanti che si avventuravano sulle Montagne Luminose, le cui cime la nascondevano quasi fosse il prezioso tesoro di un drago geloso.
E benché una targa enorme e mangiata dalle intemperie cigolasse sui cardini stanchi della porta della città, dando il benvenuto a coloro che si appre-stavano a entrare, un proverbio locale recitava così: DULLITCH TI PRENDE E POI NON TI RENDE.
Il continente di Illmoor è terra di magia. Non la magia futile praticata da coloro che si illudono di appartenere all'antico e ormai defunto Ordine della Stregoneria. Parliamo di magia pura. Primordiale. L'anima vera del continente.
Se ne distinguono due tipi: la magia bianca e la magia nera.

© 2004 Disney


L’autore

David Lee Stone è nato a Margate, in Inghilterra, il 25 gennaio del 1978. Ragazzo sveglio e curioso, non è mai stato quel che si dice uno studente modello, ma questo non gli ha impedito di coltivare la sua vera, grande passione: raccontare storie. Così, ogni giorno dopo la scuola si fiondava a casa per scrivere al computer le sue storie fantastiche, dando vita a personaggi e a intrecci indimenticabili, di quelli che ti entrano dentro e non ti lasciano più. La Catastrofe Rattastrofica è il suo primo romanzo.


17 dicembre 2004