DA 6 A 10 ANNI

Gianni Rodari, Pef
La guerra delle campane

Parlare di guerra ai bambini in questi drammatici anni in cui anche per il nostro Paese è purtroppo divenuta argomento quotidiano di discussione e preoccupazione, è importante. Ma scegliere come farlo è davvero difficile. Ancora una volta viene in aiuto dei genitori Gianni Rodari, i cui libri, a distanza di molti anni ormai dalla loro nascita, sono tuttora di stretta attualità. Questo breve racconto è tratto dalla celebre raccolta Favole al telefono ed è reso ancor più incisivo dalle illustrazioni di Pef, colorate in occasione della nuova edizione. Si tratta di una presa in giro dei capi militari, della loro ottusità e dell’insensatezza della guerra, il tutto rappresentato da due mega-cannoni costruiti con tutte le campane dei paesi belligeranti per distruggere i rispettivi eserciti, che anziché sparare si mettono a suonare facendo scoppiare fortunatamente la pace. Un importante messaggio di speranza.

La guerra delle campane di Gianni Rodari e Pef
Illustrazioni colorate da Geneviève Ferrier
23 pag., ill., Euro 12,50 - Emme Edizioni
ISBN: 88-7927-712-X

Alcune righe

Il nostro comandante, lo Stragenerale Bombone Sparone Pestafracassone, ordinò di tirar giù tutte le campane dai campanili e di fonderle tutte insieme per fabbricare un grossissimo cannone: uno solo, ma grosso abbastanza da vincere tutta la guerra con un sol colpo.

Testo tratto da: Favole al telefono di Gianni Rodari

© 2004 Edizioni Piemme


L’autore

Gianni Rodari (1920-1980). Ha scritto per bambini le filastrocche più belle e mai una fiaba. I suoi racconti parlano del mondo reale, ma descritto con una fantasia prodigiosa. Cominciò a esercitarla sul lago d’Orta, orfano di padre a 10 anni. Studiò in seminario, poi fece il maestro e il giornalista. Benché abbia pubblicato libri per grandi, tutti lo ricordano per i testi dedicati ai più piccoli. Forse anche perché Gianni li ha sempre considerati lettori importanti, né più né meno dei loro genitori. In Café Letterario trovate le recensioni di: A sbagliare le storie e La macchina per fare i compiti e altre storie


17 dicembre 2004