LEGGERE, VEDERE, ASCOLTARE - NATALE IN CUCINA
LEGGERE, VEDERE, ASCOLTARE

Un poeta e la sua terra. Umberto Piersanti. DVD

“ah! le acerbe primavere
di quegli anni,
le ragazze sui ponti
e nelle strade,
scende il vento dai monti
alza capelli e sciarpe
ridono le ostinate
dentro l’aria,
sciamano le altre
ai portici,
siedono nelle scale
e sopra i muri”

Francesco De Gregori
Parole e canzoni. Con DVD

“A De Gregori diciamo grazie, perché se siamo come siamo lo dobbiamo anche alle sue canzoni, al suo battere e levare che assomiglia un po’ alla vita.”

David Riondino
Cantata dei pastori immobili
Racconto di un presepe vivente. Con CD Audio

“Se nel primo tempo i pastori sono figure arcaiche, come nell’iconografia tradizionale, che invocano un evento che li rinnovi radicalmente e rompa la loro immobilità, nel secondo tempo diventano pastori d’oggi, figure per così dire moderne. Sarà uno di loro, un soldato con un piede su una mina, un uomo che diremmo ‘pastorizzato’, a rischiare per amore di far esplodere tutto, e portare la vicenda alle conclusioni che vedrete e ascolterete.”

Martin Scorsese
Il cinema secondo me. Con DVD

“Com’è nata l’idea di Viaggio nel cinema americano?
Ho ricevuto la telefonata da Colin McCabe del British Film Institute. Da molto tempo ero interessato alla possibilità di mostrare un’altra storia del cinema americano (una specie di storia alternativa, se si vuole), perché volevo parlare di alcuni registi in particolare [...] Preferivo risvegliare la curiosità degli spettatori più giovani, spiegargli che, accanto ai film di serie A, nella storia del cinema americano si possono trovare film che non hanno goduto della stessa attenzione e che tuttavia rivestono un’importanza paragonabile a quella dei film più famosi.”


NATALE IN CUCINA
Touria Agourram
La cucina marocchina
Di madre in figlia

210 ricette e varianti

“Touria utilizza le sue ricette di cucina per farci attraversare il Marocco dei contrasti, quello dolceamaro (pastilla) delle medine medievali di Marrakech e di Fès, quello impetuoso e salato (pesce) delle spiagge atlantiche di Essaouira e Safi, e infine quello del silenzio misterioso delle casbah del sud.”

Igles Corelli
In cucina con Igles Corelli
Le ricette e i segreti per diventare un grande chef

“La cucina, al contrario della pasticceria, non è una scienza esatta. Qualsiasi ricetta, eseguita da cuochi diversi, pur seguendo alla lettera le istruzioni, risulterà diversa. È molto probabile che vi imbattiate in versioni differenti di alcune delle ricette contenute in questo libro, soprattutto di quelle di base. Se volete, provate a eseguire le due versioni della ricetta, fate il confronto e giudicate. In questo modo, svilupperete un senso critico che vi sarà utilissimo, soprattutto se avete velleità creative.”

Alexandre Dumas
Il grande dizionario di cucina

“APPETITO Vi sono tre tipi di appetito: il primo è quello provocato dal digiuno; è una sensazione imperiosa che non fa prestare attenzione al tipo di cibo e che ci fa venire l’acquolina in bocca alla vista di un buon ragù; il secondo è quello che si prova allorquando ci si siede a tavola senza fame, si gusta un piatto succulento e consacra il proverbio ‘l’appetito vien mangiando’; il terzo è quello stuzzicato da un cibo delizioso che arriva alla fine del pasto, quando lo stomaco è già sazio e i commensali lasciano la tavola senza rimpianto.”

Gianni Gentilini
I cibi di Roma imperiale
Vita, filosofia e ricette del gastronomo Apicio
Con edizione critica del De re coquinaria


“L’obiettivo costante delle sue scelte erano cose buone, belle, melodiose, carezzevoli, profumate e, ovviamente, aveva eccellenti conoscenze circa le arti e le tecniche che permettevano di ottenere il meglio di tutto ciò; egli stesso nell’arte culinaria era stato ed era protagonista e maestro della creazione di esclusive vette gastronomiche.”

Marianne Paquin, Jacques Boulay
La cucina degli innamorati

“Invece un bisogno comune chiama gli sposi a tavola, la stessa inclinazione ve li trattiene: essi hanno naturalmente l’uno verso l’altro quei piccoli riguardi che dimostrano il desiderio di essere gentili: e il modo con cui si svolgono i pasti ha molto valore sulla felicità della vita.”


10 dicembre 2004