LEGGERE, VEDERE, ASCOLTARE

Francesco De Gregori
Parole e canzoni. Con DVD

“A De Gregori diciamo grazie, perché se siamo come siamo lo dobbiamo anche alle sue canzoni, al suo battere e levare che assomiglia un po’ alla vita.”

Bello avere un regalo come questo: si può scegliere se raggomitolarsi sul divano con il telecomando in mano o con un libro denso di testi. Oppure con entrambi, seguendo sulle pagine scritte le parole cantate da Francesco De Gregori in molti anni di carriera. I 26 filmati raccolti nel dvd partono infatti dall’ormai lontano 1974, con la versione di Niente da capire trasmessa in una puntata di Adesso musica per arrivare al 2003 con Sempre e per sempre dal dvd Mix, passando per una serie di interviste dal 1976 al 2004. Nel volume allegato invece sono raccolti per la prima volta tutti i testi delle canzoni in ordine cronologico, “altre parole” scritte in collaborazione con Fabrizio De Andrè, una selezione di scritti, la discografia completa.
Nel dvd una curiosità: l’esecuzione di Sudamerica di Paolo Conte del 1986 al Club Tenco con lo stesso Conte, Roberto Benigni e Ivano Fossati. Nel libro alcuni testi introduttivi interessanti: Un pittore più che un poeta del curatore Vincenzo Mollica, Ho provato per la prima volta... di Vasco Rossi (testo che potete leggere qui sotto), Una ragionata follia di Cesare G. Romana e Una lunga strada di Michele Mondella.

Parole e canzoni di Francesco De Gregori
A cura di Vincenzo Mollica e Valentina Patavina
Con un intervento di Vasco Rossi
Introduzione di Cesare G.Romana
E una testimonianza di Michele Mondella
XV-279 pag., Euro 22,00 – Edizioni Einaudi (Einaudi tascabili. Stile libero. DVD n. 1309)
ISBN: 88-06-17201-8

Le prime righe

Ho provato per la prima volta…
Di Vasco Rossi


È stato ascoltando una canzone di Francesco De Gregori che ho provato per la prima volta i brividi che dà la poesia.
Non mi ricordo quale canzone fosse in particolare, generalmente hanno tutte quella stessa caratteristica che, potrei anche dire, mi ha insegnato a scoprire che cosa è una poesia.
Nelle sue canzoni ogni parola mi suscita un'emozione, ogni frase mi evoca una visione.
Senza il bisogno di «raccontare», ciò che scrive riserva sempre con-tinue sorprese. Ogni parola che usa racchiude un mondo a sé, ogni verso mi regala una sensazione nuova, intensa.
Perché De Gregori è cosí.
Ti trasporta in una storia attraverso delle immagini straordinarie, e tu quelle immagini le vedi, le vivi... e ci godi e ci soffri. Passi da un'emozione all'altra, una piú grande dell'altra.
Il suo non è mai un discorso lineare, è piuttosto onirico, un flus-so continuo di associazioni cui non manca mai quel pizzico di ironia, una cosa meravigliosamente elegante...
Da principe poeta.
Questo per quel che riguarda i testi.
Le musiche, poi, apparentemente buttate là con noncuranza, han-no sempre avuto delle melodie straordinarie, bellissime.
Semplici e sincere...
Io amo De Gregori! L'avevate capito?

© 2004 Giulio Einaudi Editore


L’autore

Francesco De Gregori (Roma 1951) debutta nel 1970 con l’album Theorius Campus. Tappe fondamentali della sua produzione sono gli album Alice non lo sa (1972), Rimmel (1975), Bufalo Bill (1976), De Gregori (1978), Titanic (1982), La donna cannone (1983). Nel 2001 pubblica Amore nel pomeriggio. Nel 2003 la collaborazione con Giovanna Marini dà vita all’album Il fischio del vapore. Questo è il suo primo libro.


Di Giulia Mozzato


10 dicembre 2004