da rds.it

Rosaria Renna

Conquista con il suo sorriso e la sua simpatia, oltre che ovviamente con la sua voce calda e frizzante che da anni è una delle più amate e rappresentative di RDS - Radio Dimensione Suono. Pugliese di nascita ma romana di adozione “se solo ci fosse il mare!”, Rosaria Beatrice Renna, ama lo shopping, i libri, i cani, la musica, il profumo del pane ancora caldo, il lettone di casa. Formatasi presso la scuola di dizione e recitazione “Ribalte” di Enzo Garinei, ha lavorato per alcuni anni in stazioni radio e tv locali dove ha svolto attività di presentatrice e giornalista. Nel 1994 ha vinto il Gran Premio della Radio come miglior speaker. Dal 1995 ha anche lavorato ha condotto programmi televisivi come “Tribu” (TMC) e “Videone” e una rubrica all’interno di “Buona Domenica” (Canale 5).
Oggi conduce su RDS dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00. Ci parla della sua passione per i libri.

 

Nella tua presentazione sul sito di RDS dici che in vista di un viaggio nella tua valigia non deve mai mancare un librone di almeno 500 pagine. Che cosa rappresenta per te la lettura?

Leggere per me è come respirare:indispensabile.Non posso neanche immaginare la mia vita senza il piacere impagabile della lettura! Ricordo di aver cominciato piccolissima,a 5 anni:diverso tempo e diottrie dopo sono ancora una fanatica di libri. Se volete farmi felice regalatemene uno!
Quali sono i primi libri che ricordi di aver letto?
I primi libri che ho letto sono stati i grandi classici per ragazzi come Cuore di De Amicis, sul quale ho versato una dose considerevole di lacrime, e Piccole Donne. Per quest'ultimo avevo una vera e propria venerazione,tanto da averlo quasi imparato a memoria a furia di leggere e rileggere le avventure di Jo (la mia preferita) e delle sue sorelle.
Quali generi leggi più volentieri?
Adoro i romanzi, ma mi piace spaziare: biografie di personaggi storici, gialli appassionanti, poesie d'amore...
Un autore che non riesci a leggere?
Uno che non amo perché mi sembra finto ed esagerato è Gabriele D'Annunzio. La mia antipatia per lui risale ai tempi della scuola, ma per il momento non l'ho ancora superata.
Un autore del cuore?
La risposta a questa domanda sarebbe stata diversa in passato, ma oggi con sicurezza posso dire Georges Simenon. È straordinario, unico, grandissimo! L'ho scoperto qualche anno fa e da allora me lo sto gustando nelle riedizioni di Adelphi. Amo le avventure di Maigret, la cui lettura rappresenta per me la quintessenza della felicità,ma anche tutti i suoi romanzi. Tra i più belli La camera azzurra, storia di un amour fou tragico ed irresistibile.
Quali sono i criteri con i quali scegli un libro da leggere?
Compro gli autori che già conosco e amo, ma anche un libro che mi ha colpito per il titolo o per la copertina.La prova del 9 per me è aprirne uno a caso e cominciare a leggerlo: se mi viene voglia di continuare è fatta, lo compro e lo porto a casa con me! Anche una recensione appassionata può spingermi alla lettura, o magari il passaparola di amici. Sono compiaciuta poi di essere tenuta in grande considerazione dai miei amici per consigli letterari...eh eh eh!
C’è un libro o più d’uno che ti ha cambiato la vita o al quale sei particolarmente legata?
Spesso i libri mi hanno folgorata, cambiata, migliorata. Tra quelli radicati più profondamente nel mio cuore: Cent'anni di solitudine di Marquez, (che tragico splendore il mondo di Macondo!); L'insostenibile leggerezza dell'essere (leggerlo e sentirmi Teresa, la protagonista è stato un tutt'uno) e Ingannevole è il cuore più di ogni cosa di J.T. Leroy (duro e commovente).
Ci sono dei libri che in qualche modo ti accompagnano anche nel tuo lavoro di conduttrice radiofonica?
Tutti in realtà, perché traggo l'ispirazione da tante cose: cinema, teatro, incontri, internet e anche libri, certo.
Qual è il personaggio femminile della letteratura che più ami?
Nessun dubbio: Elizabeth Bennet, l'eroina di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen. È uno di quei libri che periodicamente rileggo, è talmente bello! Elizabeth poi è esattamente il mio ideale di donna:forte,sincera,generosa e moderna.
E quello maschile che più ti ha conquistato?
Il mio personaggio maschile preferito di tutti i tempi: Mr.Darcy (che sposa Elizabeth Bennet)! Apparentemente arrogante in realtà timido,d'animo nobile e generoso. Difficile trovare l'equivalente nella vita reale...
C’è un libro che vorresti vedere rappresentato cinematograficamente?
No, anche perché leggendo i film li creo da sola nella mia mente! E poi spesso i film tratti da romanzi deludono.
La trasposizione cinematografica di un romanzo che ti ha delusa di più?
Mi piace citare al contrario Harry Potter e Il signore degli anelli come esempi di trasposizioni cinematografiche perfette. Ho adorato i libri ma ho amato anche i film.
Da speaker radiofonica, se dovessi dare la voce ad un personaggio della letteratura a quale lo daresti?
A tutte le protagoniste delle fiabe, da Cenerentola a Biancaneve, da Cappuccetto Rosso a Raperonzolo.
Nella tua professione devi sempre essere aggiornata sui più svariati argomenti, dal gossip all’attualità, ti piacerebbe parlare di libri in Radio, funzionerebbe?
Mi capita spesso di parlare di libri,di consigliarne qualcuno agli ascoltatori o di farmene consigliare uno da loro. Quando capita mi arrivano un sacco di sms ed e-mail, quindi l'argomento libri interessa eccome!
Un libro che regali spesso?
Il piccolo principe di Saint-Exupery sicuramente, ma ultimamente ho regalato molto Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon: un libro sorprendente.
Oggi cosa hai sul comodino?
Sette mari tredici fiumi di Monica Ali, molto bello.
Di Valentina Acava Mmaka

22 ottobre 2004