SORRISI D'ESTATE

Khalid Boudou
Il paradiso delle cotoletta

“Che diritto aveva il tempo di sottrarmi il sole, l’albero di fichi, la sabbia magica, i fischi di mio cugino e i racconti di mio nonno e scambiarli con la pioggia, Tita Tovenaar, cioccolata e favole fasulle?”

Un divertente esempio di letteratura d’immigrazione, un romanzo irriverente e pieno di sarcasmo nel prospettare le meraviglie della nuove economia “flessibile”.
Un ragazzo marocchino, Nordip, emigrato con la famiglia in Europa, deve trovarsi un lavoro. Ed ecco che un ristorante, L’Avvoltoio Blu, noto come “il paradiso della cotoletta”, gli dà la possibilità di fare lo sguattero. Ma in epoca di flessibilità il capo può permettersi un comportamento arrogante e aggressivo con tutti i dipendenti, insulti che devono essere tollerati senza che il malcapitato abbia grande possibilità di reagire. Così anche l’immagine dell’agenzia di lavoro temporaneo appare più grottesca che crudele e i rapporti tra i colleghi sono sia dettati da rigide gerarchie militaresche che da inaspettate solidarietà.
Spiritoso, veramente fresco e con ritmi narrativi vivacissimi: un libro che ha avuto un grande successo in Olanda e la cui lettura riesce a farci conoscere, denunciando in modo efficace ma divertente, un universo lavorativo ormai ben presente anche nel nostro paese che però ci sembra ancora poco familiare.

Il paradiso della cotoletta di Khalid Boudou
Titolo originale: Het schnitzelparadijs
Traduzione di Franco Paris
332 pag., Euro 13,50 – Edizioni Garzanti Libri
ISBN: 88-11-66498-5

L’incipit

HOTEL RISTORANTE NELLA MORSA DEVASTANTE
DI UN MARE DI FIAMME

dalla nostra corrispondente

OPDEINEN - Ieri notte un incendio ha arrecato ingenti danni all'hotel ristorante De Blauwe Gier a Opdeinen. L'incendio ha distrutto gran parte delle due cucine, il magazzino e il ristorante. I vigili del fuoco non escludono che possa trattarsi di un incendio doloso.

Mentre il fuoco si espandeva i vigili evacuavano le camere dell'albergo e la hall per impedire che le fiamme si propagassero. Durante questa operazione uno dei vigili è rimasto gravemente ferito alla testa ed è stato trasportato in ambulanza all'ospedale più vicino.
L'hotel ristorante, che fa parte della catena De Blauwe Gier, un mese fa ha suscitato scalpore a causa di una presunta frode fiscale. È ancora in corso un'approfondita indagine giudiziaria.
Max Meerman, direttore del discusso hotel ristorante, è stato molto colpito dalla vicenda. «È come se non avessimo il diritto di esistere», ha dichiarato ieri notte costernato alla calca dei giornalisti.

© 2004 Garzanti Libri Edizioni


L’autore

Khalid Boudou, nato nel 1974 in Marocco, vive in Olanda da molti anni. È stato caporedattore del giornale marocchino “Zeitschrift Atarik”. Il suo racconto Stemmendans ha vinto il premio letterario El-Hizjira nel 1998. Questo è il suo primo romanzo.


Di Grazia Casagrande


29 luglio 2004