foto Effigie

I Dvd di Maurizio Nichetti sono ordinabili presso Internet Bookshop

I Video di Maurizio Nichetti sono ordinabili presso Internet Bookshop



Maurizio Nichetti

Autore, sceneggiatore, attore di lungometraggi a disegni e regista pubblicitario, raggiunge il grande successo nel 1979 con l’incantevole Ratataplan a cui seguono Ho fatto splash e Domani si balla. Nell’89 con Ladri di saponette vince il Festival di Mosca e nel ’91, con Volere volare, quello di Montreal. Il film Luna e l'altra, da lui diretto e interpretato nel 1997, vince il Festival del Cinema Fantastico di Bruxelles. Nel recente Honolulu Baby, Nichetti interpreta di nuovo il personaggio dell'ingegner Colombo, già protagonista del film Ratataplan. Ecco le sue letture:

Qual è il primo libro che ricorda di aver letto da bambino?

Se non ricordo male era Ciondolino di Vamba. È la storia di un bambino che diventato formica veniva coinvolto in battaglie spettacolari... tanti anni dopo sarei stato un fan del film Zeta la formica... chissà se c'è una relazione.

Oggi quali generi letterari predilige (gialli, romanzi, saggi..)?

Leggo di tutto, anche libri strani come Il nuovo disegnare con la parte destra del cervello. Mi ha affascinato l'intuizione che si possa disegnare utilizzando parti del cervello solitamente dedicate ad altro...
Ci sono esercizi molto curiosi da eseguire.

Ha uno o più scrittori preferiti?

Tra gli italiani mi piace la leggerezza di Calvino, uno dei pochi che osi spingersi anche oltre la realtà.

E fra gli stranieri?

Forse per gli stessi motivi sono stato un divoratore di tutti i romanzi di Raymond Queneau.

Il titolo dell'ultimo libro che le è piaciuto?

La collina del giorno dopo di Maria Antonietta Musumarra. Si tratta della fedele trascrizione di diari privati di una signora catanese relativi agli anni 1939/40. Una finestra su una vita vissuta che è una boccata d'ossigeno tra tante finte finestre aperte su finte vite portate come vere nelle nostre case da una televisione insopportabile..

Uno che l’ha sorpresa…

Ho letto come una favola La signora trasformata in volpe di David Garnett. Un libro bello e inquietante come tutte le favole che si leggevano da bambini.

Quello che non le è proprio piaciuto

Tutti i libri che ho abbandonato dopo tre pagine cercando di dimenticarmi i titoli subito dopo.

Oggi cosa sta leggendo?

Mi sto divertendo con un piccolo romanzo di Friedrich Durrenmatt Greco cerca greca, una storia raccontata dall'autore con la solita sapiente ironia.

Un libro sul quale sarebbe bello girare un film…

Mi piacerebbe realizzare Il barone rampante di Italo Calvino, ma non sono ancora riuscito ad ottenere i diritti per una riduzione cinematografica...

Un personaggio tratto da un libro particolarmente caro…

Il cinema secondo Hitchcock di François Truffaut mi ricorda due registi che mi hanno fatto innamorare del cinema. È una lettura su cui torno volentieri per riossigenarmi quando la situazione cinematografica attuale mi sembra soffocante.

Leggendo un libro, ha mai sentito l’impulso di vivere un’esperienza o una sensazione...

Il primo amore non si scorda mai: avrei voluto diventare formica con quel pezzetto di camicia fuori dai pantaloni che mi dava il soprannome, CIONDOLINO.

Se dovesse dare il titolo di qualche libro che non dovrebbe mai mancare nella biblioteca di casa, quale suggerirebbe?

Tutte le risposte di questa intervista sono indicazioni di autori e titoli che mi piace avere in casa e consiglierei a un amico.

Regala libri? Quale libro ha regalato più spesso?

Probabilmente Il piccolo principe forse perché i figli degli amici sono numerosi e anche perché a casa mia ne sono rimaste ancora quattro o cinque copie, è il libro che i miei figli hanno ricevuto da tutti i parenti...

Di Piera Passalacqua


16 luglio 2004