foto Effigie

I Dvd con Maya Sansa sono ordinabili presso Internet Bookshop

I Video con Maya Sansa sono ordinabili presso Internet Bookshop


Maya Sansa

Bella, simpatica, comunicativa, ottima attrice, Maya Sansa ha conquistato rapidamente il favore del pubblico e della critica. I suoi film più recenti (La meglio gioventù, Buongiorno notte) l'hanno vista interprete straordinaria di ruoli molto differenti: ecco quali letture ama e su quali ha formato la propria sensibilità.

Quale libro ricordi della tua infanzia?

Mary Poppins, un libro particolarmente caro ancora oggi perché me lo leggeva mia nonna e mi piaceva tantissimo.

Ricordi il testo ancora oggi?

Non tanto la storia, quanto l'immagine del tavolo e delle sedie che volano… e proprio quei ricordi mi hanno accompagnato per tutta la vita tanto che tutte le storie di magia mi affascinano ancora oggi. Ricordo che da piccola ero convinta di essere una maga. Mi fermavo a uno stop o davanti al semaforo e pensavo: "Se ora diventa verde, sono proprio una maga". Giocavo continuamente con i miei poteri magici!

Hai altri ricordi di testi letti in quel periodo?

Sicuramente Il piccolo principe e alcuni fumetti francesi.

Ripensando alla tua adolescenza quale lettura ricordi con maggior piacere?

In realtà per anni ho avuto il rifiuto della lettura: sono cresciuta con una madre e una nonna "grandi divoratrici" di libri. Ricordo che da bambina sono vissuta per un certo periodo in una casa molto piccola e la vista di tutti quei volumi mi metteva angoscia. Avrei voluto che mia madre li coprisse tutti, li nascondesse.. forse anche perché lei leggeva sempre e le mie richieste venivano ascoltate sempre alla fine di un capitolo.

Qual è stato lo scrittore che ti ha aiutato a superare "questo rifiuto"?

Dostoevskij: ho letto tutto quello che ha scritto. E resta comunque ancora il mio scrittore preferito.

Altri testi o scrittori che suggeriresti a un ragazzo?

Teresa Batista stanca di guerra che ho letto a 18 anni e un po' tutti i romanzi di Kundera

Oggi, qual è il tuo rapporto con il libro?

Un ottimo rapporto, ma non morboso come quello di mia madre o di mia nonna. A me piace leggere e anche regalare il libro come forma di condivisione. Inoltre leggo molto anche in rapporto al lavoro che faccio perché mi piace documentarmi sul tema e sul periodo in cui la storia che interpreto è collocata. Ad esempio per Buongiorno notte la lettura è stata fondamentale: poiché non potevo mai essere sul set con Roberto Herlitzka (Moro nel film) è stato di fondamentale importanza leggere sia il libro scritto da Sergio Flamini, Il mio sangue ricadrà su di loro, che Il Prigioniero di Anna L. Braghetti

Qual è stato l'ultimo libro letto?

Chaim Potok, Il dono di Asher Lev

Quale film, tratto da un libro, ti è piaciuto particolarmente?

Un film che non mi ha delusa perché i personaggi sono fedeli al libro è L'insostenibile leggerezza dell'essere. Ma anche Il nome della rosa e Jules e Jim

A una persona giovane che volesse intraprendere il mestiere d'attore, quale testo consiglieresti?

Due libri molto belli e divertenti di Stanislavskij: Il lavoro dell'attore su se stesso e Il lavoro dell'attore sul personaggio

Hai mai pensato di interpretare un personaggio tratto da un libro?

Qualche anno fa avrei risposto Amleto, oppure il personaggio di Raskòlnikov di Delitto e Castigo, ma oggi non saprei.

Quali saranno le tue prossime letture?

La donna abitata: mi è stato consigliato da mia madre.

Di Piera Passalacqua


13 febbraio 2004