ANTROPOLOGIA E SOCIOLOGIA - L'ARTE DELLA SCRITTURA - LA COSTRUZIONE NARRATIVA
ANTROPOLOGIA E SOCIOLOGIA
Marc Augé
Rovine e macerie
Il senso del tempo

"L'antropologo parla di quel che ha sotto gli occhi: città e campagne, colonizzatori e colonizzati, ricchi e poveri, indigeni e immigrati, uomini e donne; e parla, ancor più, di tutto ciò che li unisce e li contrappone, di tutto ciò che li collega e degli effetti indotti da questi modi di relazione."

Gianluca Bocchi, Mauro Ceruti
Educazione e globalizzazione

"Questo libro contribuisce in maniera significativa alle tre riforme del conoscere, del pensiero, dell'insegnamento e, soprattutto, ci stimola a tracciare molteplici connessioni fra queste tre riforme." (Edgar Morin)


L'ARTE DELLA SCRITTURA
De Rienzo Giorgio
L'indagine

"Montaldo si fermò. Decise di alzarsi. Aveva bisogno di respirare aria, di uscire dal labirinto della propria testa, aveva bisogno di recuperare lucidità. Certo il gioco stava diventando più pericoloso, oltre che sporco. Forse era meglio smettere di giocare, se alla terza mossa si trovava già così spiazzato e in confusione."

Barbara Pym
Un po' meno che angeli

"Spesso le piccole cose della vita sono tanto più importanti delle grandi, si disse, chiedendosi quanti scrittori e filosofi l'avessero già detto prima di lei; piccoli piaceri, come il cucinare, come la propria casa, le brevi poesie - specialmente tristi - come una passeggiata solitaria, le buffe cose che si vedono e si sentono ogni giorno."


LA COSTRUZIONE NARRATIVA
José Pablo Feinmann
Il cadavere impossibile

"Ho letto da qualche parte che, in fin dei conti, un romanzo è un'avventura soggettiva nella quale uno scrittore narra il mondo a modo suo, e che da lui si può solo esigere che abbia lo stile, l'arte, cioè, di organizzare l'universo entro una finzione."

Simona Vinci
Brother and sister

"Eccoli là: sono tre fratelli, tre piccole sagome nere nel nero del bosco che corrono a perdifiato, una dietro l'altra, legate da un filo invisibile."


30 gennaio 2004