SOCIETA' CRIMINALE

Marco Bariletti, Alessio Zucchini
Unabomber
Storia in venti bombe del criminale che terrorizza il Nord-Est

"Un tubo di metallo, due bulloni, una batteria, fili elettrici, polvere esplosiva. Basta poco, troppo poco per diventare un bombarolo."

Entrando in un supermercato abbiamo oggi una strana sensazione di insicurezza. Non capiterà certo a noi, non sarà probabile incappare in un pazzo che per combinazione incroci la nostra strada, però… Dopo i numerosi casi di acqua minerale contaminata con sostanze chimiche corrosive abbiamo un po' più paura dell'imponderabile, siamo diventati un po' tutti come coloro che fanno abitualmente la spesa in provincia di Pordenone e che hanno sperimentato già da tempo questa sgradevole sensazione, grazie (diciamo così...) all'imprendibile e pericolosissimo Unabomber. A dire la verità questo bombarolo non ha colpito unicamente prodotti alimentari: con le sue cariche esplosive e i suoi dirompenti tubi di metallo che lanciano attorno schegge micidiali è entrato in chiesa, ha raggiunto le spiagge e i cimiteri, si è nascosto sulle sponde del fiume Piave e nella folla della "saga degli osei" di Sacile e ha ferito anziani e bambini, senza pietà e senza un motivo. "Chi ha subito un attentato sa che rimanere invalidi o mutilati può essere altrettanto grave che lasciarci la pelle" scrive Carlo Lucarelli nella Prefazione, sottolineando giustamente che non devono essere dimenticate le vittime di Unabomber, anche se non sono morte a causa di questi atti criminali. Gli autori ripercorrono le tragiche tappe di questa vicenda dal 1994 al 2003 cercando una chiave di lettura e un senso per le azioni di un delinquente che "non sembra avere una strategia" che "colpisce nel mucchio", che nell'ultima, vigliacca azione ha rovinato la vita di una bambina di nove anni e della sua famiglia.
Unabomber (dal nome di un serial killer americano che agiva in modo simile, ma in questo caso uccidendo vittime ben selezionate) forse verrà smascherato un giorno, ma questa eventualità sembra ancora molto lontana, soprattutto perché nessuno è riuscito sino a oggi a comprendere i motivi di questo terribile, dirompente comportamento.

Unabomber. Storia in venti bombe del criminale che terrorizza il Nord-Est di Marco Bariletti e Alessio Zucchini
109 pag., Euro 8,00 - Edizioni Nutrimenti (Igloo n. 6)
ISBN: 88-88389-15-6

Le prime righe

Millenovecentonovantaquattro

Si alza il sipario. 21 agosto
Questa storia comincia in una gabbia. È l'alba e un tordo saltella in pochi centimetri, Stretto tra le sbarre. Un uomo fischietta. L'uccello lo segue ed inizia a cantare. Stanno passando i quattro giudici di gara. Una pausa, un'incertezza, un piccolo errore potrebbe costare l'eliminazione.
La sfida di canto è il momento più atteso della sagra degli osei' di Sacile. Dal 1274, ogni mese di agosto, gli appassionati di uccelli si ritrovano in questo borgo in provincia di Pordenone. Tra le bancarelle, mille colori e melodie. Il cinguettio delle allodole, delle capinere e degli usignoli si confonde con il brusio dei visitatori. Secondo gli organizzatori, almeno cinquantamila persone hanno deciso di seguire la 721a edizione della manifestazione.
Daniela Pasquali, 40 anni, è solo un puntino nel serpentone di gente che passeggia per le viuzze, sotto i portici e sui ponti che scavalcano il fiume Livenza. Con suo marito Dino e i tre figli, Carmen diii anni, Fabio di 18 e Ivan di 21, è partita molto presto da Pravisdomini per Sacile.

© 2003 Editore Nutrimenti


Gli autori

Marco Bariletti, giornalista, vive a Roma e lavora nella redazione di Rainews24. Collabora con il settimanale Diario.

Alessio Zucchini, giornalista, è stato inviato del servizio diplomatico per l'agenzia di stampa AP.BISCOM. Attualmente lavora nella redazione esteri del TG1.


Di Giulia Mozzato


9 gennaio 2004