Per i più piccoli - Primi lettori - Per i più grandi - Guide e manuali - Mille ricette - Un'idea per tutti


Paolo Conte
Parole e canzoni
Con videocassetta


Come afferma giustamente Vincenzo Mollica nella sua Introduzione, "Paolo Conte non ha bisogno di essere spiegato". Basta ascoltare la sua musica e lasciarsi trascinare dalle sue parole e dalla voce roca e calda. Per farlo potrete semplicemente guardare la videocassetta Parole e canzoni, che contiene le registrazioni di alcuni brani famosissimi come Gelato al limon, Diavolo rosso o Via con me, oltre a una bella intervista al cantautore piemontese. Oppure leggere i testi poetici dei suoi brani, commentati con curiosità collegate alla genesi delle parole e delle musiche, alle sensazioni legate agli spettacoli, alla soddisfazione per un brano riuscito, alla difficoltà nello spiegare persino a se stesso il perché di un'ispirazione. Come nella nota che accompagna Onda su onda, dove il senso di quel naufragio viene ricercato dallo stesso Paolo Conte: forse il movente di quella caduta in mare non è il tradimento della moglie, ma "una solitudine che non si può comprendere se non dopo un vero e proprio naufragio che fa approdare a una riva segreta". Autorevoli gli interventi di Andrea Camilleri, Nicola Piovani, Vincenzo Cerami e divertenti i disegni dedicati a Conte da Altan, Crepax, Milo Manara, Sergio Staino e Hugo Pratt riprodotti in fondo al volume.

Parole e canzoni. Con videocassetta di Paolo Conte
A cura di Vincenzo Mollica e Valentina Pattavina
XVI-122 p., ill., Euro 20,00 - Edizioni Einaudi (Einaudi tascabili. Stile libero. Video n. 1179)
ISBN: 88-06-16569-0



Le prime righe

Introduzione
di Vincenzo Mollica

Paolo Conte non ha bisogno di essere spiegato. La sua arte è un fiume che scorre tra due sponde: da una parte c'è il nutriente mistero che accompagna la ricerca di una vita che valga la pena di essere vissuta, dall'altra ci sono personaggi e sensazioni incorniciati in geografie abitate o immaginate. Le sue canzoni si possono considerare essenze di racconti o di film che non hanno bisogno di essere proiettati, ma vivono accendendo la fantasia; oppure delle essenze che moltiplicano i profumi dell'avventura umana.
Questo volume vi offrirà volutamente un ritratto incompleto di Paolo Conte: chiunque lo conosca sa bene che il contrario sarebbe impossibile. Procederemo per avvistamenti, senza una rotta precisa, come si fa con i misteri, cercando parole che possano evocare il continente contiano più che definirlo. Comunque, in questo libro, Paolo Conte si racconta più del solito, fuori dai luoghi comuni che lo hanno accompagnato soprattutto nei primi anni della sua carriera.

© 2003 Giulio Einaudi Editore


L'autore

Paolo Conte è nato ad Asti nel 1937. La sua ultima opera, Razmataz (2000), segna il compimento di un progetto trentennale nato dalle due grandi passioni contiane: musica e pittura. Nel 2001 ha ricevuto il premio Montale per la sezione Versi per musica. Questo è il suo primo libro.

il libro successivo...



dicembre 2003