Per i più piccoli - Primi lettori - Per i più grandi - Guide e manuali - Mille ricette - Un'idea per tutti


Pino Flora, Carlo Laurenti
Il mago scurnacchiato
ovvero
Storia mirabile di Pasqualino degli Occulti alle Indie Orientali



Una esilarante storia indo-napoletana collocata nel Millesettecentoqualcosa... Protagonista è Pasqualino degli Occulti, un mago davvero "scurnacchiato", discendente da una antica stirpe di streghe, le cui magie però non vanno sempre a buon fine: ad esempio il filtro d'amore richiesto da una leggiadra fanciulla per far innamorare un bel giovane funziona, ma... il cavaliere si invaghisce della vecchia nonna e non della bella ragazza. Pasqualino così si trova inevitabilmente nei guai e non gli resta che fuggire da Napoli, la sua città, per raggiungere le Indie Orientali. Si possono immaginare le spassose avventure in cui incorre e i guai in cui finisce col cacciarsi.
Una storia davvero comica, ricca di fantasia e appassionante, che divertirà non solo i ragazzi, ma anche i loro genitori.

Il mago scurnacchiato ovvero Storia mirabile di Pasqualino degli Occulti alle Indie Orientali di Pino Flora, Carlo Laurenti
Illustrazioni di Giulia D'Anna
121 p., ill., Euro 10,50 - Edizioni Nuove Edizioni Romane, 2003 (Racconti per i più grandi)
ISBN: 88-7457-004-X



Le prime righe

È DURA LA VITA DEL MAGO

Correva l'anno Millesettecentoqualchecosa e la città di Napoli, dove inizia questa storia, era una grande metropoli: la più grande metropoli italiana, la quarta città europea per numero di abitanti e di strade. Le piazze erano gremite di folla che faceva ala al passaggio di eleganti carrozze. Nei caffè e nei locali alla moda s'incontravano artisti e filosofi. Nei quartieri del porto ci s'imbatteva in gente di tutte le razze e di tutti i paesi. Il popolo, quando non mangiava pizzottelle, cantava e suonava (così almeno si racconta). Meraviglie ad ogni angolo, luce ad ogni angolo... be', non c'è da sorprendersi, era il cosiddetto "secolo dei lumi".
Ad essere sinceri, però, non è che i lumi fossero proprio ovunque. Certe viuzze, certi vicoletti, di luce ne vedevano ben poca. In una stradina seminascosta, che oggi non esiste più, c'era una piccola bottega di magia. Si, proprio cosi, una bottega di magia.

© 2003 Edizioni Nuove Edizioni Romane

il libro successivo...



dicembre 2003