AUTORI E LUOGHI - IL ROMANZO ITALIANO - SAGGISTICA
AUTORI E LUOGHI
Corrado Augias
I segreti di Londra
Storie, luoghi e personaggi di una capitale

"Senza i quattro ragazzi di Liverpool gli anni Sessanta sembrerebbero muti; ma senza le molte novità di quel decennio, i quattro Beatles sarebbero probabilmente rimasti più o meno dove avevano cominciato: soffocati e spenti dal malinconico ceto britannico della piccola borghesia di provincia."

Guido Ceronetti
Piccolo inferno torinese
Fogli dispersi restaurati

"La mostra dei fotoreporter torinesi mi ha fatto fare un piccolo viaggio all'inferno, dove ogni tanto qualche atollo di calma e di bellezza pura appariva. Sapevo da molto tempo che i balconi di Torino non sono chilometri di ferraglia ma grovigli di tenerezza, coagulazioni di bisbiglio umano, che ancora resistono bene al peso di tante storie. Sono stato raccolto sul Nilo di uno di questi balconi e lo svolacchiare nero e bianco delle sue storie mi ha fatto per trent'anni da ventaglio."

Gian Antonio Cibotto
I veneti sono matti

"Il vento del dollaro ha spirato varie stagioni, mitigando l'asprezza d'una povertà antica, che tuttavia non è mai riuscita ad incrinare la carica vitale, la innata dolcezza, la spinta solidaristica della razza contadina."

Francesco Guccini
Cittanòva blues

"Quante storie nate e morte, quanti visi, quanta gente vi ha trascorso sere e mattine, quanta vi ha cantato cante di vario tipo, su un piccolo palco, le volte di pietra poggianti su un unico pilastro centrale, quanto vino i vari osti succedutisi nel tempo hanno versato, quanti dèbili o fugaci accoppiamenti hanno visto la luce e lo spegnersi."


IL ROMANZO ITALIANO
Stefano Benni
Achille piè veloce

"Cosa succede alle persone cosiddette normali quando incontrano di colpo un matto che urla, o le investe di un delirio incomprensibile? Quando vedono qualcuno crollato a terra, o inchiodato da uno spasmo sui gradini di una chiesa? Dopo l'incontro restano immobili, con un'espressione di disagio, di paura o di stordimento. Ma il loro volto è cambiato, è come se fossero state fotografate da una luce accecante, scuotono la testa, parlano da sole, per un attimo anche la loro normalità sembra incrinata."

Danila Comastri Montanari
Istigazione a delinquere

"Dunque non esiste alcun dubbio: morte accidentale!" disse il commissario.
"Morte accidentale!" ripeté il preside con un largo sorriso, porgendo sollecitamente la penna al poliziotto perché firmasse alla svelta il rapporto.

Francesca Duranti
L'ultimo viaggio della Canaria

"Gettava un sassolino nell'acqua e seguiva i cerchi che si allargavano. Anche quando diventava per lei impossibile discernere la minima increspatura tra le tante che si rincorrevano sul pelo dell'acqua, sapeva che un residuo impercettibile di quei cerchi avrebbe continuato ad allargarsi fino ad accarezzare la fiancata della Canaria."

Fabio Magalini
L'albero dei piedi alti

"Allora lentamente alzò la mano con la torcia, puntandola verso l'albero. Le cose che pendevano appese ai rami erano dei piedi. Piedi umani, mozzati all'altezza della caviglia. L'albero ne era ricoperto, come dei grossi frutti. Pendevano, appesi, alcuni legati con il nastro adesivo, altri tenuti sospesi da delle catenelle sottili, con dei ganci in fondo, infilzati nella pianta dei piedi."

SAGGISTICA
Anna Bravo
Il fotoromanzo

"Per tutti, è un oppio dei poveri dispensato alla parte più povera e arretrata (labile?) dell'Italia: per resistere alla cultura di massa, si pensa in quegli anni, bisogna essere colti, adulti, scaltriti e preferibilmente maschi."

Duccio Demetrio
Autoanalisi per non pazienti
Inquietudine e scrittura di sé

"...l'ignoranza di sé, il non fare autoanalisi è una sorta di ingiuria inflitta ai propri talenti."


14 novembre 2003