ALTRI MONDI DA SCOPRIRE - CALENDARIO E WEEK END - LE DONNE DELL'ARTE
GIOVANI E ANZIANI - I RISCHI DEL POTERE
ALTRI MONDI DA SCOPRIRE
Giulio Albanese
Il mondo capovolto
I missionari e l'altra informazione

"L'editoria missionaria dispone della più efficace rete di inviati speciali che si conosca. Vivono dal di dentro il come e il perché dei fatti, ritraggono l'umanità del Sud del mondo concentrando l'obiettivo sui volti della gente, sulle luci e le ombre delle periferie al di là dei soliti stereotipi."

Pier Francesco Fumagalli
Cina e Occidente
Culture e religioni a confronto

"Il Capo di Buona speranza è stato scoperto, perché nel Mar Morto mille vele contendono?" Bei Dao

Ettore Mo
I dimenticati
Un grande cronista nei mondi al margine della globalizzazione

"Ma l'emozione è inevitabile quando sul tavolo di una stanzuccia disadorna vedi allineati libri e manuali che hanno contribuito a sottrarre gradualmente queste sperdute comunità montane al torpore millenario dell'ignoranza."

Tzvetan Todorov
Il nuovo disordine mondiale
Le riflessioni di un cittadino europeo

"Perché bisogna rinunciare a imporre il Bene con la forza? Perché troppo grande è il rischio che ne derivino più sofferenze che gioie: il fine nobile non giustifica i mezzi ignobili. Le vittime della tentazione del bene sono infinitamente più numerose di quelle della tentazione del male."


CALENDARIO E WEEK END
Alfredo Cattabiani
Calendario
Le feste, i miti, le leggende e i riti dell'anno

"Anche il destino del Carnevale sembra ricalcare quello di San Valentino e delle feste del consumo indotto. Un tempo il Carnevale era una meteorite che sconvolgeva la struttura dell'antico februarius, e meteorite è stato anche per il calendario liturgico cristiano col quale armonizza solo superficialmente, per non dire con difficoltà, come testimoniano i tentativi di esorcizzarlo persino da un punto di vista etimologico."

Witold Rybczynski
Aspettando il weekend
Cinquemila anni di sabati e domeniche

"In inglese, la parola weekend, che secondo la corretta grammatica si dovrebbe scrivere week-end, ha perso il trattino per strada, cessando di rappresentare semplicemente la fine della settimana e acquisendo, invece, una sua autonomia e sovranità. Ci si augura ‘buon finesettimana', mai ‘buona settimana'."


LE DONNE DELL'ARTE
Marina Giordano
Sonia Delaunay
La danza del colore

"Non so definire la mia pittura. Ciò non è un male, perché diffido delle classificazioni e dei sistemi. Come e perché definire ciò che è uscito dalle proprie viscere? [...] Inciampo ancora in punti oscuri. [...] Ma sono sicura che c'è, dietro, qualcosa di fondamentale che sarà alla base della pittura del futuro. Il sole sorge a mezzanotte."

Daniela Pizzagalli
La signora della pittura
Vita di Sofonisba di Anguissola, gentildonna e artista nel Rinascimento

"Lasciando la sua città natale, forse Sofonisba si domandò fuggevolmente per quanti anni sarebbe rimasta lontana. Non poteva immaginare che non sarebbe mai più ritornata."


GIOVANI E ANZIANI
Paolo Crepet
Voi, Noi
Sull'indifferenza di giovani e adulti

"Se un gruppo di adolescenti è costretto alla costante vicinanza di un adulto – il professore, l'allenatore, il bagnino, l'arbitro di football, oltre a mamma e papà -, ogni ragazzo tenderà a delegargli le regole del gioco e la responsabilità di applicarle: con la fragilità, la dipendenza, l'insofferenza che ne conseguono..."

Sergio Tramma
I nuovi anziani
Storia, memoria e formazione nell'Italia del grande cambiamento

"Il tentativo di cogliere alcuni tratti distintivi degli anziani attuali, così come di un qualsiasi altro settore di popolazione, è sempre un'operazione utile, se non necessaria, soprattutto quando si vogliono acquisire elementi per formulare un pensiero e pronunciare delle parole 'generali'".


I RISCHI DEL POTERE

Il prezzo della tangente
La corruzione come sistema a dieci anni da "mani pulite"

"Il prezzo vero della tangente è [...] la paura. La paura innanzi tutto delle classi dirigenti di un paese: paura della concorrenza, paura della perdita del potere politico o dell'esserne esclusi, paura dell'innovazione e del confronto, paura di perdere uno status, un 'rispetto di sé' che un perverso cortocircuito culturale porta a identificare nella affluenza e nel potere"


7 novembre 2003