UN'ESTATE IN GIALLO - STORIE DAL MONDO
PER I LETTORI DI SAGGI
Simone Bianchetti - Fabio Pozzo
I colori dell'Oceano

"Se fosse venuto alla luce mezzo secolo prima sarebbe certamente stato tra quegli eroi che hanno fatto la storia della vela, compiendo imprese impossibili con barche altrettanto impossibili. Da veri marinai."

Predrag Matvejevic
L'altra Venezia

"Per il modo in cui la Serenissima aveva trattato i suoi Morlacchi, in passato io guardavo Venezia di malocchio; fino a quando non venni a sapere che anche Dubrovnik, l'antica Ragusa, aveva un mercato di schiavi e vendeva questi miserabili portati in città dal suo retroterra slavo. Allora mi sono rassegnato, Venezia non può essere cancellata dalla nostra storia fin troppo intrecciata con la sua."

Philippe Petit
Toccare le nuvole
Fra le Twin Towers, i miei ricordi di funambolo

"Quando i carpentieri in legno iniziano a costruire un ponte, quando i maghi esibiscono una cordicella sul palco, quando i bambini giocano a tiro alla fune e quando i funamboli clandestini installano un cavo, c'è sempre un momento in cui il filo penzola liberamente tra due punti, e sorride.

Mario Portanuova
Altri mondi
Storie, personaggi, idee del movimento new global

"Privatizzati. Privatizzati dall'alto, senza che i cittadini di ciascun paese possano dire la propria, sostiene il movimento che ha fatto del Wto e di altre istituzioni internazionali, come la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale, il proprio nemico giurato."

Cass Sunstein
Repubblica.com
Cittadini informati o consumatori di informazioni?

"La notizia principale sulle diverse reti probabilmente sarà di grande interesse per il pubblico, contribuendo a definire i problemi principali e a creare una sorta di focalizzazione dell'attenzione condivisa da molti milioni di persone."

Silvia Tessitore
Diario della paura
Da via Georgofili la storia di un biennio di sangue

"Com'è possibile che questa sequenza di avvenimenti drammatici non mi si è stampata nel cervello per quel che è stata veramente, l'ennesima stagione buia della nostra Repubblica, nel difficile transito tra la 'prima' e la 'seconda'? Perché noi italiani abbiamo la memoria così corta, perché ci accontentiamo del quieto vivere, quando il nostro Paese è soggetto a turbolenze di questa sciagurata natura?"


1 agosto 2003