STORIE DAL MONDO - PER I LETTORI DI SAGGI
UN'ESTATE IN GIALLO
Nicolas Bouchard
La città nera

"Dovremo tuttavia mantenere la massima discrezione, in modo da non provocare moti di panico o di indignazione popolare in ogni caso dannosi all'ordine pubblico e al buon svolgimento delle operazioni di polizia."

Norbert Davis
Appuntamento con il terrore

"Ci fu un lungo, sinistro boato che sembrava un tuono, ma più terribile e agghiacciante, e la terra cominciò a muoversi avanti e indietro lentamente e implacabilmente. Doan cadde lungo e disteso. Carstairs annaspò disperatamente per mantenersi in equilibrio, scivolò e cadde sulle mattonelle che erano scivolose per via dell'acqua che prima era nella vasca."

Renato Di Lorenzo
L'assalto

"Il buio era calato su quel tumulto, su chi aveva voluto scatenare quelle emozioni e su chi le aveva vissute. Tutti gli attori dormivano. In loro al momento non c'era attesa delle prossime mosse. Tutto era dimenticato, per il momento. Il gioco sarebbe ripreso, all'indomani, da dove la notte aveva imposto che terminasse."

Karin Fossum
Amatissima Poona

"Tutto il Palazzo di Giustizia era in agitazione. Trenta uomini lavoravano senza sosta, sospinti dalla rabbia per quanto era accaduto. Una donna straniera, una sposa, era arrivata in Norvegia con una spilla d'argento appuntata sul petto. Qualcuno l'aveva distrutta nel momento stesso in cui era giunta alla meta."

Dante Liano
Il figlio adottivo

"Gli uomini forti e bramosi, gli uomini veementi e sentimentali spesso si aggrappano con gesti disperati, a una vita senza intelligenza."

Alessandro Peressinotto
Treno 8017

"Rimasti soli, Adelmo e Berto si guardarono come indecisi. Iniziata quasi per scommessa in trattoria, quella ricerca li aveva portati sul luogo del delitto. Che bell'espressione! Luogo-del-delitto: quando lo leggevi sui giornali ti risuonava in testa come un'unica parola dal tono tecnico, burocratico, privo di sfumature e di emozioni. Ma ad esserci era diverso, posare i piedi nel punto esatto dove qualcuno aveva spaccato il fegato a un altro era diverso, stare lì, davanti a quel sangue che macchiava l'intonaco era un'altra cosa."

Attilio Veraldi
L'amica degli amici

"Era stata un'idea sua quel viaggio e, contro il parere del questore Mellone, aveva anche insistito molto per farlo, convinto che quella di trasferirsi a New York armi e bagagli, donna Patrizia compresa, fosse stata una sciocchezza da parte di Ammirato, il tanto sospirato - da lui, Apicella - passo falso."


1 agosto 2003