ROMANZI DAL MONDO

Ethan Hawke
Mercoledì delle Ceneri

"Pensai a Franklin Delano Roosvelt, che, a quanto si dice, nel momento in cui sentì nominare per la prima volta Adolf Hitler capì di essersi imbattuto nella ragione per cui era venuto al mondo. Aveva vissuto tutta la vita con la tormentosa sensazione di essere in attesa di qualcosa, e nel momento in cui sentì pronunciare quel nome la sensazione svanì. Era arrivato. Lo so che è diverso, e per me fu un momento di scioccante umiltà, ma lì, con la mia ragazza fra le braccia e la nostra bambina nella sua pancia, capii di aver raggiunto il momento della mia vita che stavo aspettando. Sarei stato un padre e un marito."

Ethan Hawke è un attore hollywoodiano. Forse non è celebre come altri suoi colleghi, ma L'attimo fuggente, Prima dell'alba e Gattaca, in cui ha recitato anche Gore Vidal, questi sì sono titoli di film che quasi tutti hanno visto: lui è stato tra i protagonisti. Dopo aver ricalcato le orme di altri attori che hanno iniziato la carriera prestissimo, nell'Attimo fuggente aveva solo 19 anni ma ancor prima (1985) era stato uno dei tre ragazzi di Explorers, con il "bello e dannato" River Phoenix (morto a soli 23 anni), da qualche anno ha scelto di seguire il medesimo percorso professionale di altri attori americani, partiti dal cinema e approdati alla letteratura. Un esempio per tutti: Sam Shepard il cui successo come attore equivale a quello di scrittore e sceneggiatore. Ma torniamo a Ethan Hawke. Mercoledì delle ceneri è la sua seconda prova di narratore e, come nel primo romanzo, racconta una storia d'amore. Mentre con The Hottest State Hawke non si era allontanato troppo dalla sua realtà, descrivendo la vita di un giovane attore e a una cantante a Manhattan, qui la passione si trasferisce on the road per il difficile rapporto tra Jimmy, un soldato infantile e superficiale, e Christy un'infermiera responsabile e ipercritica. Malgrado le difficoltà che inevitabilmente nascono tra caratteri così diversi i due decidono di fare un figlio e sposarsi e partono per un viaggio attraverso gli Stati Uniti fino alla caotica New Orleans del dopo carnevale. È in questo viaggio che i lettori conoscono Jimmy e Christy condividendo con loro difficoltà e spensieratezze in un contesto americano "da film" che ormai è famigliare anche a chi negli Stati Uniti non è mai andato.

Mercoledì delle Ceneri di Ethan Hawke
Titolo originale: Ash Wednesday
Traduzione di Martina Testa
268 pag., Euro 13.50 - Edizioni Minimum Fax (Sotterranei n. 58)
ISBN 88-87765-84-7

Le prime righe

Ecco a voi Jeames Heartsock

Ero al volante di una Chevrolet Nova 370 del '69, quattro cilindri con cerchi in lega e doppio tubo di scappamento. È una macchina coi controcoglioni. Le ho tolto la marmitta, e adesso romba come una Harley. La gente la adora. Mi stavo guardando dal finestrino nello specchietto sul lato del guidatore; lo faccio in continuazione. Guardo dentro qualunque superficie che rifletta. Non è una dote di cui andare fiero, e vorrei essere capace di evitarlo, ma è più forte di me. Sono vanesio come un pavone. È disgustoso. Il più delle volte quando mi guardo allo specchio lo faccio per controllare se ci sono ancora; oppure immagino di essere qualcun altro, un bandito messicano o roba del genere. Perché ho i baffi. Quasi tutti gli uomini coi baffi sembrano un po' froci, ma io no. Però me li tocco troppo. Sto sempre a toccarmeli. Non so neanche perché vi sto raccontando questo, adesso. È che mi guardo in continuazione allo specchio e vorrei evitarlo. Non mi dà assolutamente nessun piacere.
Avevo le dita congelate intorno al volante. Albany a febbraio è un'unica lastra di ghiaccio, nera e fuligginosa. La voce di donna alla radio annunciò l'ora e la temperatura: le otto e quarantadue, meno cinque gradi. Io e Christy avevamo rotto quindici ore prima ed ero in tilt. Avevo indosso la mia uniforme, quella di gala; è fantastica.

© 2003 minimum fax Editore


L'autore

Ethan Hawke, nato in Texas nel 1970, ha recitato in numerosi film di grande successo, fra cui L'attimo fuggente (1989), Giovani, carini e disoccupati (1994), Prima dell'alba (1995), Gattaca (1998) e Training Day (2002), per il quale ha ricevuto una nomination all'Oscar. È inoltre cofondatore e il direttore artistico della Malaparte Theater Company, una compagnia teatrale di stanza a New York, e nel 2002 ha esordito alla regia con il film Chelsea Walls. Mercoledì delle ceneri è il suo secondo (dopo The Hottest State, del 1996).


Di Giulia Mozzato


18 luglio 2003