NARRATIVA AL FEMMINILE - NARRATIVA AL MASCHILE
NARRATIVA AL FEMMINILE
Pia Fontana
Nessun Dio a separarci

"Quante illusioni si porta dietro l'europeo nel suo viaggiare in Africa e soprattutto si porta dietro l'illusione di diventare in Africa un po' meno europeo, mentre è soprattutto questa illusione la più illusoria perché là in Africa l'europeo scopre di essere europeo a trecentosessanta gradi, mai come in Africa l'europeo si sente a tutti gli effetti europeo e, quel che più è grave, proprio là in Africa comincia a piacergli di essere europeo..."

Rosa Matteucci
Libera la Karenina che è in te

"La donna osserva le mani del ragazzo che aspettava qualcosa, sono le mani elementari, per quanti sforzi faccia le trova sempre brutte e rozze. Prova un po' di pena per lui, ma starà bene attenta a che non se ne accorga. Adesso è preoccupata, si deve concentrare sul pericolo che per lei rappresenta il soldato."

Laura Pariani
L'uovo di Gertrudina

"L'inferno, comprese, l'inferno vero non è altro che questo: oltre non può esserci nulla; e, a questo punto, lottare - se ne rese conto di fronte alla voglia che sentiva montarle dentro, di supplicare il suo carnefice, di domandargli pietà - significherebbe soltanto fare il gioco del diavolo."


NARRATIVA AL MASCHILE
Paul Auster
Il libro delle illusioni

"Lei ha scritto un libro così bello, Mr Zimmer... ha il diritto di conoscere la vera storia, e a me serve il suo aiuto. Se non mi ascolta, succederanno delle cose orribili. Basta che mi lasci parlare per cinque minuti. Non le chiedo di più."

Tim Krabbé
La grotta

"Si tolse i vestiti bagnati di sudore, li gettò in un angolo, si fece una doccia, chiamò il bureau dicendo che voleva essere svegliato dopo un'ora, e andò a stendersi sul letto. Era spossato, ma capì subito che non avrebbe potuto dormire. Forse era così anche nelle ore che precedevano l'esecuzione e, proprio come adesso, quasi a ogni battito del cuore si oscillava tra la paura e l'indifferenza."

J.T. Leroy
La fine di Harold

"Non è mica una lumaca qualunque. Guarda che questa lumaca ha una storia, una genealogia. Discende dalle prime lumache portate nella zona di San Francisco dai francesi nel diciannovesimo secolo, lumache da mangiare..."


9 aprile 2003