Per i più piccoli - Primi lettori - Per i più grandi - I Delfini


Beatrice Masini
Olga in punta di piedi


"Le sembra che sia tutto un se. Se ce la fai, se ci arrivi, se sei brava, se sei sveglia. Lo dice anche Madame, nelle lunghe, lunghissime ore di sbarra. Tutte le frasi cominciano con un se."


Una storia intensa incentrata sulla difficoltà di crescere che aiuta i ragazzi a "mettere a fuoco" alcuni temi importanti: la necessità di fare delle scelte, anche impegnative, che potranno condizionare la propria vita futura, ma che devono essere fatte talvolta (ed è questo il caso) in età molto giovane; la graduale responsabilità che i ragazzi devono prendere su se stessi, aiutati, naturalmente da un costante appoggio di genitori e insegnanti. Olga, la protagonista, è stata ammessa alla più importante scuola di danza cittadina, ma questo comporterà inevitabilmente un maggiore impegno e sempre meno tempo a disposizione per stare con gli amici, giocare, divertirsi. Beatrice Masini racconta magistralmente gli stati d'animo di una dodicenne che si trova catapultata in una situazione così impegnativa, i sentimenti alterni di entusiasmo e sfinimento, l'inserimento in questo mondo esclusivo, elitario e difficile. Un libro perfetto per chi volesse intraprendere questo cammino, ma anche per chi desiderasse solamente capire che cosa significhi dedicarsi sin da giovani a una carriera così impegnativa.


Olga in punta di piedi di Beatrice Masini
Illustrazioni di Serena Riglietti
108 pag., Euro 8.50 - Edizioni Einaudi Ragazzi (Storie e rime n. 190)
ISBN 88-7926-434-6



Le prime righe

Dai, muoviti

- Dai, muoviti. Via quei jeans. Sono cosi sporchi che stanno in piedi da soli. Adesso fila, vai a lavarti le mani. Anche i piedi. Anzi, fatti una bella doccia. Senza i capelli però, non ho tempo di asciugarteli.
Olga guarda la mamma, stupefatta. L'ha chiamata dal cortile cosi, in tutta fretta, e lei ha dovuto lasciare a metà una partita di palla prigioniera. La sua squadra stava vincendo. Ma il tono della mamma quando si è affacciata alla finestra strillando il suo nome era di quelli che non cedono alle suppliche. E che non ammettono repliche. E che non rispondono alle domande.
-Traditrice, - le ha sibilato Clemente mentre lei gli passava accanto correndo verso la scala. Scherzava. Scherzava?
- Allora, hai finito?
Olga esce dalla doccia stampando con soddisfazione grosse orme bagnate sulle piastrelle. Se ha tanta fretta, non pretenderà anche che io stia attenta.
E infatti. La mamma ignora la scia lucida che dilaga fino al parquet e anche la cintura dell'accappatoio completamente inzuppata che scivola dietro Olga come la coda di un cane depresso.


Un'immagine





© 2003, EL Editore

L'autrice

Benedetta Masini è nata a Milano, dove vive e lavora. Scrittrice di storie per bambini e ragazzi, traduttrice, editor, giornalista, ha due grandi passioni: leggere e scrivere. Ha scritto più di venti libri, alcuni dei quali sono stati tradotti in altre lingue. Per lei la vacanza ideale è in poltrona comoda con una pila di libri da leggere e il lago fuori dalla finestra.


il libro successivo...




28 marzo 2003