Per i più piccoli - Primi lettori - Per i più grandi - I Delfini


Ella Maillart
Ti-Puss


"Lunga distesa a terra, ansimava rumorosamente, come se un motore vibrasse nel suo petto palpitante. Si fece minacciosa quando tentai di accarezzarla e, mentre mi scusavo, notai che i suoi occhi erano umidi in modo anormale; quando li chiuse, caddero due grosse lacrime; una mi bagnò la mano, l'altra le si incollò ai baffi."


Questo libro non è necessariamente rivolto ai ragazzi: vuole essere, ed è, una lettura per tutti. E questa ci sembra una caratteristica positiva perché esiste un'età in cui i ragazzini non sopportano di leggere libri scritti appositamente per loro, vogliono scoprire, anche tra le pagine di un volume, il mondo degli adulti e si accostano volentieri a film, spettacoli, libri che interessino anche quei grandi con cui iniziano a essere in competizione.
Per questo invitiamo i ragazzi a seguire nelle sue avventure Ti-Puss, la gattina magra, brutta, ma "affascinante" ("allevata come un cane") di una grande viaggiatrice, Ella Maillart. Nel volume vengono descritti i suoi primi giorni da cucciola e il mondo che la circonda: siamo in India, uno dei paesi più ricchi di suoni, di luci e di colori del mondo. E poi... in viaggio! Accompagnando attraverso i suoi mille spostamenti compiuti su diversi mezzi di trasporto, al seguito della padrona, i lettori potranno conoscere tanti paesaggi, tante diverse realtà di un Paese multiforme e complesso. Dolce e ribelle, tenera e capricciosa, la gattina riesce a conquistarci con le sue fusa e i suoi imprevedibili dispetti e la conclusione del volume fa sentire in colpa un po' tutti.


Ti-Puss di Ella Maillart
Traduzione di Giancarlo Condò
Pag. 165, Euro 10,50 - Edizioni EDT (Aquiloni)
ISBN 88-7063-641-0



Le prime righe

Tiruvannamalai

Il suo stato civile: Madame Minou Wildhusband, nata TiPuss.
Le persone eleganti la disdegnano per la sua magrezza e bruttezza. Gli esseri sensibili notano con aria pensosa il fascino che emana dai suoi occhi ardenti. Gli amici degli animali esclamano spontaneamente: "Che bestiola meravigliosa!". Un mio amico arriva a dire: "Il gatto di Ella? Non è un gatto, lo ha allevato come un cane".
Quando la cortesia mi costringe a parlarne, io borbotto con modestia che solo il temperamento è importante. Non tento mai di convincere qualcuno che Ti-Puss, quintessenza della felinità, accomuna, nei suoi diversissimi stati d'animo, l'intensità alla bellezza e alla levità.
Si è bagnata nel Gange, ha attraversato l'India da un capo all'altro. Quando fu presentata al Maharishi, il Saggio di Tiruvannamalai le accarezzò il capo mentre lei annusava il letto dove egli stava seduto nudo tutto il giorno. Conobbe anche il Maestro di Trivandrum, che giocò a palla con lei. Destino eccezionale per un gatto!
Ma cominciamo dal principio, dal momento in cui tre neonati frugavano, rifugiati in un armadio a muro, nel ventre di una madre maculata. Due di loro sono parzialmente bianchi, il terzo, il più ingordo, ha sul sottile mantello grigio le macchie della pantera.


© 2002, EDT Editore

L'autrice

Ginevrina, Ella Maillart (1903-1997) ha scritto numerose opere frutto delle sue intense peregrinazioni, tra cui Parmi la jeunesse russe, La via crudele, Oasi proibite e Vagabonda nel Turkestan (tratto da Des monts célestes aux sables rouges).


il libro successivo...




28 marzo 2003