EPISTOLARI - NARRATIVA ITALIANA - NARRATIVA STRANIERA - SAGGISTICA
EPISTOLARI

Caro Pier...
I lettori di Tondelli: ritratto di una generazione

"Fu una sorpresa scoprire che quelle dinamiche psicologiche che ancora timidamente tentavo di analizzare (in me, nelle persone intorno a me) erano compiutamente espresse dalle sue parole limpide, fresche, quasi innocenti."


È da tanto che volevo dirti
I genitori italiani scrivono ai loro figli

"Cara L.
È da tanto che volevo dirti che ti amo."


NARRATIVA ITALIANA
Daniele Brolli
Chemical USA
Il viaggiatore assente

"A New York tutto richiama lo sguardo dell'estraneo. È un paesaggio alieno già conosciuto in un'altra vita. Le vetrine, le automobili, i semafori, le insegne, i palazzi, il cielo... gli oggetti e le facce della gente provengono da un film o da una serie televisiva e divengono il presagio di qualcosa che avverrà senza meno."

Giovanni De Feo
Il Mangianomi

"L'uomo senza nome rimase disteso. Nella caverna non c'era più nulla, come nulla c'era dentro di lui. Nemmeno il neonato più innocente, la pietra più inanimata erano vuoti come l'uomo senza nome."


NARRATIVA STRANIERA
Santiago Gamboa
Ottobre a Pechino

"Secondo Terzani, nel 1958 le autorità comuniste fecero un censimento dei monumenti di Pechino ai quali veniva riconosciuto un valore storico, e si raggiunse la cifra di ottomila. Il governo decise di conservarne soltanto settantotto, e durante la Rivoluzione Culturale persino una parte di quei settantotto venne distrutta."

Mikael Niemi
Musica rock da Vittula

"Dopo un'eternità il turbine si fermò. L'aria filtrò dal buco della serratura e noi ci accasciammo a terra come umidi mucchietti di stracci.
Rock'n'roll music.
Beatles.
Era troppo bello per essere vero."

SAGGISTICA


Streghe madonne e sante postmoderne
Eccedenze femminili tra cronaca e fiction

"Per l'azione maschile il linguaggio trova nel racconto sempre i moventi e le necessità. Per l'omicidio femminile le parole vengono a mancare, e non trovando rapporti di causalità che determinino l'atto, il racconto insiste sul numero di colpi, di ferite inferte alle vittime, fa ancora balenare sullo schermo le pietre e le lame, quasi che la quantificazione delle coltellate riconduca l'enigma a qualcosa di dicibile, o meglio, che quello che non è dicibile sia almeno numerabile."


Georges Charpak
Henri Broch

Lo stregone è nudo
Ciarlatani, istruzioni per l'uso

"L'occulto è passato in pochi anni da un livello semplicemente artigianale e locale a uno stadio commerciale e internazionale. Da qui gli eccessi e le aberrazioni che si osservano e ai quali occorre imperativamente metter fine giacché, a partire da una certa intensità nella passione per il soprannaturale, la nocività dei danni potrebbe andare crescendo."


10 gennaio 2003