I SEGRETI DELLA MENTE


Psicoanalisi e cultura

"Il libro celebra il contributo di Hanna Segal alla psicoanalisi applicata. I saggi raccolti in questa sede, nella loro ampiezza e profondità, rendono senza dubbio giustizia alla ricchezza degli spunti offerti dalla studiosa."

È necessario chiarire subito che, seppure all'apparenza non si tratti di un saggio semplice e di grande divulgazione, in realtà per affrontarne la lettura non è necessaria una competenza di base in psicoanalisi: molti capitoli sono così lineari e semplici da diventare quasi una narrazione. Gli autori hanno seguito questa linea guida e il testo, dedicato al lavoro di Hanna Segal, appare molto coerente al suo interno. Dopo un'introduzione intitolata Psicoanalisi, un campo di conoscenza della mente e della cultura umana di David Bell, troviamo quattro saggi raccolti sotto l'intestazione comune Arte e letteratura. Si tratta di "Dolore immaginario" e "ira impetrata". Un'esplorazione delle Elegie duinesi di Rilke di Ronald Britton, Morte per fantasia diurna. Madame Bovary di Ignês Sodré, The Singing Detective. Un luogo nella mente di David Bell, Chiudere un occhio. L'autoinganno di Edipo di John Steiner. Il secondo gruppo di saggi è raccolto sotto il titolo Mente e società e comprende: Psicoanalisi. Ultimo modernismo di Michael Rustin, Emozione e malformazione dell'emozione di Richard Wolheim, Orgoglio di Michael Feldman, Prospettive psicoanalitiche sulla migrazione di Léon e Rebeca Grinberg, Nella mia fine è il mio principio di Pearl H.M. King, Uno sguardo psicoanalitico all'ipnotismo. Studio di folie à deux di Albert A. Mason.

Psicoanalisi e cultura
A cura di David Bell
XII-256 pag., Edizioni Bruno Mondadori (TSC Tavistock Studi Clinici)
ISBN 88-424-9397-X

Le prime righe

Psicoanalisi, un campo di conoscenza della mente e della cultura umana
di David Bell

Psicoanalisi e cultura è un omaggio al contributo offerto da Hanna Segal nella comprensione psicoanalitica dell'arte e della cultura. Non si tratta, tuttavia, di un libro sulla "psicoanalisi applicata", per motivi che diverranno presto evidenti.
Nella tradizione freudiana, Hanna Segal ha dimostrato il ruolo centrale delle idee psicoanalitiche per la conoscenza umana in generale. Questi contributi, però, non hanno avuto origine da un tentativo di applicare la psicoanalisi ad altri campi, ma sono sempre emersi da preoccupazioni teoriche e cliniche più immediate.
Per apprezzare lo spessore delle sue idee è necessario considerare il rapporto fra la psicoanalisi e i campi di indagini più ampi, in apparenza molto distanti dalle esigenze della stanza di consultazione.
Nella prima parte della mia introduzione presenterò una visione della psicoanalisi come bagaglio di conoscenza della mente, concettualmente distinto dall'applicazione di tale conoscenza. Suggerirò che questa posizione offre una base coerente per il contributo psicoanalitico nella comprensione di arte, letteratura e processi socioculturali.

© 2002 Paravia Bruno Mondadori Editore


Il curatore

David Bell è Consultant Medical Psychotherapist presso la Tavistock Clinic di Londra e psicoanalista. È noto come docente di psicoanalisi e per le sue pubblicazioni sulla teoria del narcisismo, sul lavoro di Bion e l'approccio psicoanalitico alla malattia mentale grave. Ha pubblicato opere in collaborazione con Hanna Segal.


Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


novembre 2002