I CLASSICI DEL GIALLO

Ellis Peters
Il volo di una strega

"Mentre i brandelli del passato si disperdevano con un fremito, Tom si affrettò a rientrare nel cerchio di rocce intorno all'Altare, col cuore che all'improvviso palpitava freneticamente."

Conoscete fratello Cadfael e l'ispettore George Felse? Allora avete già letto i libri di Ellis Peters e sapete quanto questa autrice sia stata abile nel costruire intricate storie gialle ambientate in epoche storiche totalmente diverse, dal medioevo alla contemporaneità. Con Il volo di una strega vengono compendiate queste abilità in un racconto che è ambientato in tempi moderni ma che richiama misteri antichi e leggende popolari. Le indagini al centro del giallo sono ancora una volta condotte dall'ispettore Felse, cortese ma determinato, questa volta alle prese con storie di misteriose scomparse e riapparizioni improvvise che potrebbero avere qualche collegamento con una drammatica rapina avvenuta in una gioielleria di Birmingham. Al centro della vicenda Annet Beck, una bella ragazza che sparisce per cinque giorni, e Tom Kenyon, giovane insegnante a pensione dai genitori di Annet. Per scoprire il senso del titolo dovrete leggere il romanzo, divertente e appassionante come sempre.

Il volo di una strega di Ellis Peters
Titolo originale: Flight of a Witch
Traduzione di: Alessandro Zabini
212 pag., Euro 7.50 - Edizioni Tea (Teadue n.1026)
ISBN 88-502-0265-2

Le prime righe

Capitolo I

FU NEL PERCORRERE in automobile la strada di Fairford, alle quattro di quel giovedì pomeriggio di ottobre, che Tom Kenyon vide Annet Beck salire Hallowmount e scomparire oltre il crinale.
D'improvviso, a occidente, un raggio di luce spettrale fendette le nubi gravide di pioggia, illuminando il versante ondulato e marrone della collina e ravvivando l'ultima lucentezza dell'erba ottobrina. Lo squarcio si allargò, riversando sul pendio una radiosità violenta, in cui brillò una figura color zaffiro che saliva lentamente attraverso il verde sbiadito della vegetazione. L'azzurro del soprabito, che era parso cupo e per nulla appariscente quando Annet aveva sostato al cancello, respingendo Tom con uno sguardo impenetrabile quanto la pietra, ardeva in quel momento come un fuoco del colore della genziana più sgargiante.
Cosa ci fa lassù? si chiese Tom, fissando la ragazza che spiccava sfavillante nella breccia di luce fra i rovesci di pioggia, come un'apparizione, o come un portento.

© 2002 Tea Editore


L'autrice

Ellis Peters (pseudonimo di Edith Pargeter, 1913-1995) è la creatrice di due tra le figure più amate della narrativa gialla: fratello Cadfael e l'ispettore George Felse. Se col monaco erborista ha praticamente inventato il "giallo medioevale", con l'ispettore Felse ha dato vita a una serie di romanzi nei quali il collaudato meccanismo del giallo classico si combina con uno straordinario approfondimento psicologico dei personaggi e una felicissima vena descrittiva.


Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


31 ottobre 2002