LIBRI E LINGUAGGI

Erik Orsenna
La grammatica è una canzone dolce

"Così finì la nostra terza giornata sull'isola. Così ebbe inizio per me la consuetudine di una piccola cerimonia che mi ha sempre portato soltanto gioia: ogni domenica sera, prima di addormentarmi, mi immergo per qualche minuto in un vocabolario, scelgo una parola a me sconosciuta [...] e la pronuncio a voce alta, con affetto. Allora, ve lo giuro, la mia lampada lascia il comodino su cui sta di solito e se ne va a illuminare qualche regione del mondo sconosciuta."

Un mondo fantastico per una novella che si prefigge uno scopo: far amare la grammatica a tutti, dai nonni ai nipoti. Erik Orsenna, studioso e scrittore dal curriculum prestigioso caratterizzato da una grande versatilità, ha scelto la via del racconto per avvicinare i lettori a questa materia, spesso non amata perché presentata in modo freddo e "antipatico". La grammatica è una canzone dolce racconta le avventure surreali e poetiche di due ragazzini, fratello e sorella: Giovanna e Tommaso. Alle prese con personaggi misteriosi e interessanti nella Città delle parole, in un'isola magica e misteriosa. Sul loro cammino incontrano figure come la Nominatrice, ad esempio, che ha il compito di ridare vita alle parole rare che senza di lei sparirebbero per sempre nell'oblio, o il signor Enrico, una guida di virgiliana memoria. Con lo strumento della narrazione Orsenna ha vinto la scommessa e ha avvicinato indubbiamente i giovani a questa materia, tant'è che il suo testo è stato utilizzato anche nelle scuole e come punto di riferimento per ricavarne numerosi spettacoli organizzati dai ragazzi.
A lungo nelle classifiche di vendita in Francia, questo piccolo libro rappresenta anche uno strano fenomeno editoriale. Nato con l'intento di rivolgersi al pubblico francese (e quindi in questa lingua) ha suscitato grande interesse anche presso editori di molti altri paesi e si è trasformato in un libro "in divenire". Tradurlo in un'altra lingua ha significato infatti riadattare il testo a quella grammatica specifica e cambiare le citazioni di Proust o Saint-Exupéry con riferimenti letterari nazionali, di gran lunga più conosciuti e semplici da comprendere, soprattutto pensando a paesi culturalmente lontanissimi dalla Francia, come la Corea, dove il libro è in uscita. Curioso sottolineare ancora che per questo piccolo inno alla comunicazione interpersonale e al piacere della lingua, sono state scelte illustrazioni differenti in ogni edizione nazionale: dai boschi misteriosi e ricchi di particolari che illustrano la versione tedesca alle semplici e lineari immagini della versione italiana, opera di Fabian Negrin.

La grammatica è una canzone dolce di Erik Orsenna
Titolo originale: La grammaire est une chanson douce
Traduzione di Francesco Bruno
Illustrazioni di Fabian Negrin
139 pag., Euro 9.50, - Salani Editore
ISBN 88-8451-186-0

Le prime righe

I

Diffidate di me!
Sembro dolce, timida, sognatrice e piccina per i miei dieci anni. Non approfittatene per attaccarmi. So difendermi. I miei genitori (siano ringraziati nei secoli dei secoli!) mi hanno fatto dono del più utile - perché più battagliero - dei nomi: Giovanna. Come Giovanna d'Arco, la pastorella diventata generale, il terrore degli inglesi. O quell'altra la Papessa Giovanna, che sotto vesti maschili occupò il trono pontificio per più di due anni con il nome di Giovanni VIII.
Per citare soltanto le Giovanne più famose.
Mio fratello maggiore Tommaso (quattordici anni) fa bene a non scordarlo. Pur appartenendo a una razza globalmente maligna (i maschi), ha dovuto imparare a rispettarmi.
Detto questo, sono in sostanza quel che sembro in apparenza: dolce, timida e sognatrice. Anche quando la vita si fa crudele. Potrete giudicarlo da voi.
Quella mattina di marzo, vigilia delle vacanze pasquali, un agnello si dissetava pacifico nell'onda pura di un ruscello. La settimana prima, avevo imparato che tutte le volpi adulatrici vivono a spese del corvo che le ascolta. E, la settimana prima ancora, una tartaruga aveva battuto una lepre nella corsa...
Avete indovinato: ogni martedì e ogni giovedì, tra le nove e le undici, animali di ogni sorta invadevano la nostra aula, invitati dalla nostra insegnante. La giovanissima signorina Lorenzini amava con passione La Fontaine. Ci portava a spasso di fiaba in fiaba come nel più chiaro e misterioso dei giardini.

© 2002 Adriano Salani Editore


L'autore

Erik Orsenna, intellettuale poliedrico, è nato a Parigi nel 1947. Ha studiato filosofia, scienze politiche ed economia dedicandosi, infine, all'insegnamento e alla ricerca. Ha scritto numerosi romanzi di grande successo, tra cui L'exposition coloniale, Grand amour, Longtemps. La grammatica è una canzone dolce è stato un grande successo editoriale in Francia, per otto mesi in testa alle classifiche dei libri più venduti per adulti.


Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


20 settembre 2002