GLI AUTORI STRANIERI

Lucía Etxebarría
Di tutte le cose visibili e invisibili
Amore e altre menzogne

Titolo originale: De todo lo visible y lo invisible. Una novela sobre el amor y otras mentiras
Traduzione di Roberta Bovaia
Pag. 452, Euro 16,00 - Edizioni Ugo Guanda (Narratori della Fenice)
ISBN 88-8246-446-6

Le prime righe

L'albero di Diana

Dormo, dormo, dormo, dormo, sono un albero, un vegetale, e penso, penso, penso, penso, e la linfa mi ribolle dentro ed estraggo lacrime dal suolo e, attraverso corridoi vegetali, le innalzo fino alla cima. La parte del mio corpo che affonda nella terra mi dà una netta sensazione di equilibrio. Radici, piedi di legno e fibre che amano la terra. Sono un albero: l'asse del mondo. Struttura efficiente e completa. All'improvviso sento che qualcuno mi agita e mi scuote cercando di svegliarmi, comincio a scalare uno strato di sonno dopo l'altro verso la realtà e continuo a salire, salire, salire, salire, salire, salire, salire,
            salire,
                        salire,
                                    salire,
                                                salire
                                                            Quando Ruth apre gli occhi non riesce,
inizialmente a capire cosa stia succedendo. Prima ancora di vedere l'uomo che la scuote, ne avverte la presenza. La intuisce attraverso il fiato acre che le arriva a zaffate, come uno schiaffo, dalle gocce di saliva che piovono sulla faccia. L'uomo grida: "Sveglia, sveglia!" e continua a scuoterla. E siccome Ruth non riesce a tenere gli occhi aperti per molto tempo non può realizzare chi sia quest'uomo, né che faccia abbia. Non lo conosce, questo è sicuro, dal momento che non riconosce la voce che grida. Ruth si fa una qualche idea di cosa stia succedendo: ormai non è più un albero, è di nuovo una persona si chiama Ruth. Questa è la sua stanza. Ruth è distesa sul letto, e c'è uno sconosciuto che cerca di svegliarla.

© 2002 Ugo Guanda Editore


L'autrice

Lucía Etxebarría, nata nel 1966, vive a Madrid. Scrittrice e giornalista nel 1996 ha pubblicato Aguanta esto, una biografia di Courtney Love. In seguito sono usciti i romanzi Beatriz e i corpi celesti e Amore, prozac e altre curiosità. Quest'ultimo romanzo ha vinto in Spagna il Premio Primavera 2001.


2 agosto 2002